As many books as you want!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
The Masterplan (Il Grande Progetto) - cover

The Masterplan (Il Grande Progetto)

Damiano E Ilario Verda

Publisher: Damiano E Ilario Verda

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

L’orto dove Riccardo era tornato per ripensarsi sembra diventato teatro di una malinconica e un po’ letteraria confluenza tra ricordi, realtà, speranze. 
 Un vero e proprio crocevia dove si incontrano la morte (un cadavere nel pozzo) e la vita (i giochi dei ragazzi), si accavallano linguaggi antichi (i dialoghi col vecchio maestro Aldo) e nuovi (i floppy e i cd nascosti), fantastiche favole di re e corsari e mitici racconti di goblin e di maghi, antiche aspettative e sogni rinnovati.
  Il romanzo è come l’orto di Riccardo. 
  La morte misteriosa di una ragazzina “ cui non era stato dato di crescere senza fretta  e per la quale il mondo non aveva ancora trovato il modo di pagare i suoi debiti” segue quella di un vecchio faccendiere che, in qualche modo invece, alcuni suoi debiti aveva pure cercato di pagarli. 
  I versi di Orazio (carpe diem) si sovrappongono a quelli degli Oasis  (take the time), la musica di Mendelssohn si accompagna ai valzer di Strauss e alle canzoni dei Beatles, i sermoni del prete, le riflessioni di Aldo, le chiacchiere di paese, le invasioni dell’orto si intrecciano con le dissertazioni e gli scoop dei giornali e delle tv e le invadenze ipertecnologiche di Investigator.  
  Come le bocce di Paolo e di Bortolazzi, i giochi di ruolo dei giovani nell’orto, i giochi per computer  progettati da Riccardo, che narrano dello scorrere del divertimento tra ieri e domani. Come il potere sottile e raffinato di Laurenti e la grezza potenza di Barca che vengono dal presente e dal futuro e che raccontano di come continuino su nuovi binari gli antichi percorsi della prepotenza e della violenza. Come suggerirà l’amara soluzione del mistero: «Cerchi al paese, noi  con i delitti del suo orto non c’entriamo». Abbiamo ben altro per cui delinquere.
  Tutto ciò immerso in una realtà sospesa, in bilico tra ricordi e speranze, tra passato e futuro strizzando l’occhio al presente. Tra la curiosità di Riccardo e il Grande Progetto di Rossana, l’ingenuità di Marzia e il cinismo di Gigi, tra dubbi e certezze e la voglia di capire perché, ovunque vai, il gallo canta sempre allo stesso modo.
  Se canta.

Other books that might interest you

  • La Saggezza di Padre Brown - cover

    La Saggezza di Padre Brown

    Gilbert Keith Chesterton, Gian...

    • 0
    • 0
    • 0
    Di aspetto poco appariscente, ma dotato di un acume straordinario, Padre Brown è di nuovo all'opera in un appassionante lavoro di analisi e decifrazione di crimini ed enigmi in apparenza insolubili, con le sue ironiche e talvolta assurde confutazioni, rigoroso e lucido nell'osservazione e nelle deduzioni e nel contempo profondamente umano.Personaggio molto amato anche in Italia , questo curioso prete cattolico si rivela un segugio insuperabile grazie alla capacità di riconoscere e affrontare il male, per assicurare i colpevoli alla giustizia ma soprattutto per salvarne le anime.I racconti di padre Brown sono letteratura di alto livello, squisiti e calibrati. Gialli classici dal sapore intrigante, da cui è scaturita la serie televisiva drammatica britannica del 2013, basata sul personaggio di Padre Brown, riproponendo nuove storie in una epoca posteriore ai romanzi dell'autore.Letto rispettando fedelmente la traduzione di Gian Dàuli per ritrovare un po' l'atmosfera di fine '800.
    Show book
  • Assassinio a Montecitorio - cover

    Assassinio a Montecitorio

    Roberto Rampi

    • 0
    • 0
    • 0
    Roberto Rampi è filosofo, politico, giornalista e operatore culturale. Ha lavorato in campo musicale, della comunicazione e della valorizzazione dei beni culturali. È stato consigliere comunale, assessore alle politiche culturali e vicesindaco della sua città, Vimercate. Attualmente è Deputato, membro della commissione Cultura della Camera. Appassionato di gialli e di Sherlock Holmes, Assassinio a Montecitorio è il suo primo racconto.
    Show book
  • Assassinio à la carte - cover

    Assassinio à la carte

    Brigitte Glaser

    • 0
    • 0
    • 0
    A Colonia, nel vivace quartiere turco di Mülheim, la cuoca Katharina ha aperto il suo primo ristorante. Il Giglio Bianco ha un lungo tavolo dove tutti i commensali mangiano assieme, incrociando brindisi, sguardi e, si spera, nuovi amori. Per raggiungerlo bisogna percorrere la Keupstraße, tra i vivaci colori delle spezie e la ferramenta del signor Özal che offre sempre il tè ai suoi clienti. Ma gli affari non vanno bene. Persino il carnevale sembra grigio quest'anno, e la cattedrale più minacciosa. Quando davanti all'ingresso del Giglio Bianco viene trovato il cadavere di un uomo mascherato da cannibale, le cose precipitano. A quanto pare, cercava di entrare nel suo locale. Questa volta però, oltre alla sua amica Adela, Katharina avrà dalla sua anche uno spassoso trio di ex poliziotti in pensione, che conoscono il quartiere turco e le sue storie come le proprie tasche. E del bel tenebroso Tyfun, ci si potrà fidare?
    Show book
  • Vendette - cover

    Vendette

    Philippe Djian

    • 0
    • 0
    • 0
    Marc, scultore affermato, è un quarantacinquenne di successo che non si fa mancare nulla: donne, alcol, droghe fin quando il figlio Alexandre si suicida nel bel mezzo di una festa. L’incontro con Gloria sembra offrirgli una possibilità di riscatto. Decide di portarla a casa e prendersi cura di lei. Ma la ragazza scompare dopo avergli distrutto l’appartamento. Perché lo ha fatto? Chi è? Marc non immagina quanto della propria vita possa ancora volare in pezzi.
    Un Philippe Djian lucido e mortale come la lama di un rasoio.
    Show book
  • Una vita in prestito - cover

    Una vita in prestito

    Vittorio Schiraldi

    • 0
    • 0
    • 0
    Tutti assomigliano a qualcuno. l’importante è somigliare alla persona giusta, come capita al professor Cornelius, angosciato dalla propria inutilità tanto da cercare la morte. Ma un dirigente d’azienda gli offre un’occasione per cambiare la sua esistenza.Ne scaturisce un inquietante “giallo” e un ritratto impietoso dell’intreccio tra politica e affari, tra l’essere e l’apparire. Un romanzo attualissimo sul potere e le sue deliranti proiezioni scritto con i ritmi serrati del thriller psicologico.
    Show book
  • Centoquarantasette - cover

    Centoquarantasette

    Vincenzo Saldì

    • 0
    • 0
    • 0
    C’è un circolo del biliardo a Cagliari che è un microcosmo tutto da studiare. C’è un uomo musone e vendicativo, un cacciaballe professionista e una memorabile sfida a biliardo inglese che degenererà in un massacro. E c’è una notte, in cui tutti i nodi vengono al pettine, i segreti si sgretolano e un uomo chiamato Culodilegno ritornerà ad indossare il suo vero nome come un sudario. E tutto per colpa del numero 147.
    Show book