Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Поле битвы - душа - cover

We are sorry! The publisher (or author) gave us the instruction to take down this book from our catalog. But please don't worry, you still have more than 500,000 other books you can enjoy!

Поле битвы - душа

Anonymous

Publisher: XSPO

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Легко и иронично рассказанные истории из жизни героя на протяжении романа собираются в загадочную метафизическую Мозаику. Таинственные события происходят в России и Эстонии - духовной семинарии и женском монастыре, в Бельгии и во Франции, в Африке и на Сейшельских островах. Но веселье сменяется страхом. Ты считал себя хозяином своей души? У Сатаны другое мнение. Мистическая битва разворачивается на фоне картин современности, и этой битве уже две тысячи лет…
Available since: 01/27/2021.

Other books that might interest you

  • Mattinate Napoletane - cover

    Mattinate Napoletane

    Salvatore Di Giacomo

    • 0
    • 0
    • 0
    Lasciati gli studi di medicina per dedicarsi al lavoro di redattore di giornale il giovane SDG seppe scrivere in quegli anni alcune tra le più belle rappresentazioni di uno spaccato di vita napoletana. La Napoli dei vicoli, delle sue donne, delle mille botteghe e della miseria fu dipinta in ogni sua più impercettibile sfumatura come solo la mano d’un ‘verista sentimentale’, come egli si definiva, poteva.In quest’opera egli racconta, in quindici brevi storie, alcuni drammi causati dalla miseria come quello d’una madre che vede morire il bambino Ndreuccio per un semplice malanno, della giovane Serafina accoltellata per strada, la vedova Carmela costretta a chiudere un suo maschietto all’Albergo dei Poveri e mandare la bambinella ad imparar a cucire da una sartina, o le lacrime della piccola Bettina che ritrova vuota la sua calza lasciata alla befana. Ma anche storie apparentemente comuni come quella di Fortunata la fiorista accoltellata dal marito per gelosia, o quella dell’incontro in ospedale della giovane e bella Suor Carmelina che seppe turbarlo, o ancora dell’ingenuità di Antonietta sedotta da un marinaio. Nelle descrizioni appaiono sempre i vicoli che pullulano di vita, sedi di tante amicizie occasionali come quella dell’amico Richter appassionato di musica classica. Peppino Battimeli un acquafrescaio conosciuto da tutti che stato spedito all'ospedale dei matti. La solitudine di Manlio.Storie bizzarre come quella del canarino poeta pur lui e, infine, del macabro rituale delle bevitrici di sangue per risolvere l’anemia. (Summary by Davide Lequile)
    Show book
  • Volto verde Il - cover

    Volto verde Il

    Gustav Meyrink

    • 0
    • 1
    • 0
    Questo romanzo di Gustav Meyrink, scrittore ed esoterista, viene pubblicato nel 1917, subito dopo il grande successo de "Il Golem", ma in realtà venne scritto in contemporanea al Golem dal 1906 al 1916, e il parallelo tra le due città, Praga e Amsterdam, è molto interessante. Anche questo romanzo, intriso di magia e di mistero, ci porterà in una spirale di suggestioni e riflessioni verso quello che era l'obiettivo dell'autore: la profonda conoscenza di se stessi. In quanto al sentiero da intraprendere, esso può essere religioso o pagano, e la scelta della strada fa parte del nostro libero arbitrio. Cornice musicale: suite per violoncello n.6 di Johann Sebastian Bach.
    Show book
  • Il pescatore e sua moglie - cover

    Il pescatore e sua moglie

    Fratelli Grimm

    • 0
    • 0
    • 0
    Un classico della tradizione favolistica europea interpretato da Gaetano Marino.Una favola ideale per un pubblico di tutte le età, dai più piccoli che ancora non la conoscono ai più grandi che possono riscoprire il fascino senza tempo dell'opera geniale della coppia di fratelli più celebri della storia della letteratura europea.
    Show book
  • Né uguale né diversa ma libera - cover

    Né uguale né diversa ma libera

    Renata Sorba

    • 0
    • 0
    • 0
    Nel 2014 pubblica il libro e successivamente in versione audio "Nè diversa, nè uguale, ma libera", edito da edizioni Mille di Torino". Un libro autobiografico nato di getto, per metter nero su bianco le proprie sensazioni, i propri vissuti, la propria esperienza di vita quotidiana. così dice Renata Sorba "Dedico questo libro a tutte le persone che ho conosciuto nella mia vita ed in particolare a tutti quelli che in momenti diversi, mi hanno supportata e permesso di condividere tante e diverse esperienze, accompagnandomi nel percorso da vedente a non vedente senza porsi troppe domande e pregiudizi su come ho vissuto e vivo. Grazie e riporto questa citazione: "Né diversi, né uguali, ma liberi"."
    Show book
  • Un racconto della serie Agente Zero (Uno spy thriller della serie Agente Zero) - cover

    Un racconto della serie Agente...

    Jack Mars

    • 0
    • 0
    • 0
    “Non andrai a dormire finché non avrai finito di leggere i libri dell'AGENTE ZERO. I personaggi, magistralmente sviluppati e molto divertenti, sono il punto di forza di questo lavoro superbo. La descrizione delle scene d'azione ci trasporta nella loro realtà; sembrerà di essere seduti in un cinema 3D dotato dei migliori simulatori di realtà virtuale (sarebbe un incredibile film di Hollywood). Non vedo l'ora che venga pubblicato il seguito”.--Roberto Mattos, Books and Movie ReviewsUN RACCONTO DELLA SERIE AGENTE ZERO è un racconto originale di 6000 parole che è assolutamente da leggere a complemento della serie di best seller di spionaggio della serie AGENTE ZERO, che inizia con AGENTE ZERO (Libro #1), un libro in download gratuito con quasi 300 recensioni a cinque stelle. Si può leggere anche come una storia a sé o come introduzione per chi si avvicina ora al mondo dell'Agente Zero.Questo racconto originale ci riporta indietro nel tempo per mostrarci come tutto è iniziato. Un caleidoscopico thriller, pieno di azione, che attraversa l’Italia, la Danimarca, la Germania, la Svizzera e ci mostra l'inizio della carriera dell'Agente Zero della CIA e ci porta fino al fatidico momento in cui perde la memoria. La serie thriller di spionaggio AGENTE ZERO ci conduce in un thriller d'azione ambientato in tutta Europa mentre il presunto agente della CIA Kent Steele (Agente Zero dell'AKA), cacciato dai terroristi, dalla CIA e dalla sua stessa identità, deve risolvere il mistero e scoprire chi lo insegue, l'obiettivo dei terroristi e l’identità della bella donna che continua a vedere nella sua mente. Kent Steele, 38 anni, brillante professore di storia europea alla Columbia University, vive una vita tranquilla in un sobborgo di New York con le sue due figlie adolescenti. Tutto cambia quando un giorno, a tarda notte, bussano alla sua porta e viene rapito da tre terroristi ritrovandosi a volare sull'oceano per essere interrogato in un seminterrato a Parigi. I terroristi pensano che Kent sia la spia più letale che la CIA abbia mai conosciuto.  Ma lui è certo che abbiano preso l'uomo sbagliato. E' così? Con una cospirazione intorno a lui, avversari intelligenti come lui e un assassino alle calcagna, il selvaggio gioco del gatto e del topo conduce Kent su una strada pericolosa, una strada che può ricondurre a Langley e alla sconvolgente scoperta della sua identità.La serie AGENTE ZERO comprende una serie di thriller di spionaggio che ti terranno incollato alle loro pagine fino a notte fonda. “Un thriller fantastic”.--Midwest Book Review “Uno dei migliori thriller che ho letto quest'anno”.- Recensioni di Libri e FilmÈ disponibile anche la serie di thriller LUKE STONE di Jack Mars (7 libri), che inizia con Ad ogni costo (Book #1), download gratuito con oltre 800 recensioni a cinque stelle!
    Show book
  • Marie-Claire - cover

    Marie-Claire

    Marguerite Audoux

    • 0
    • 0
    • 0
    Come portati dalla mano di un fanciullo, entriamo nel mondo di Marguerite Audoux (Francia 1863/1937) e lo vediamo grazie agli occhi di Marie-Claire (M. Audoux), occhi bambini, freschi, ingenui, senza filtri né mediazioni. Possiamo così “sbirciare” nei corridoi di un orfanotrofio femminile gestito dalle suore (dove l’autrice visse la sua infanzia e dove imparò a leggere, a scrivere e a cucire), nei dormitori, nel refettorio, e possiamo intuire le “ordite trame” che l’autrice bisbiglia discretamente al nostro orecchio. “Percorrevamo i corridoi alla velocità del vento e come una valanga, scendevamo i due piani di scale. Ogni tanto i miei piedi incontravano uno scalino, ma io scendevo quelle scale come se cadessi nel vuoto; Augustine aveva una mano ferma e mi teneva saldamente. Una mattina che non ce la facevo più a correre, caddi in ginocchio e lei mi rialzò con un ceffone urlandomi: «Muoviti che siamo davanti al cimitero!»”	Il racconto, poi, ci conduce in una fattoria della Sologne, dove l’adolescente Marie-Claire viene data in affido ad una famiglia di fattori: qui impara a condurre le greggi e ad occuparsi della fattoria. La Audoux ci restituisce così uno spaccato della vita rurale francese di fine ottocento. “All’inizio della primavera, la fattoressa mi insegnò come mungere le mucche e badare ai maiali: diceva che voleva far di me una brava contadina. Non potei fare a meno di ricordare la madre superiora e il disprezzo con cui mi disse: «Mungerete le vacche e guarderete i porci!» Credeva che così mi avrebbe punito duramente e io invece ero così felice di prendermi cura delle bestie!”Quando Marie-Claire tornerà, all’istituto della sua infanzia, ne saluterà gli affetti rimasti per ripartire, poi, alla volta di Parigi. 	Leggenda vuole che l’anno in cui l’autrice moriva, nel 1937, a Parigi nasceva una rivista mensile di moda che da questo piccolo capolavoro prese il nome: “Marie-Claire”, romanzo che valse alla Audoux il prestigioso premio “Femina” nel 1910 e che sfiorò il grande riconoscimento del premio Goncourt (all’epoca il libro fu stampato in centomila copie e tradotto nelle principali lingue.) 	“Oggi, probabilmente, il caso di Marguerite Audoux figlia della campagna francese, orfana di madre a tre anni, abbandonata dal padre in un convento di suore, contadina, pastora, cameriera, cucitrice di fino, sarta, improvvisamente sbocciata alla scrittura con un libro, un libro solo, poi finita in povertà e in malattia sarebbe trattato dalle pagine dei settimanali sotto la rubrica casi letterari. In effetti la storia di Marguerite Audoux un caso lo è, o lo è stato. (Irene Bignardi - La Repubblica 1988)
    Show book