Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Libro Vocabolario Sloveno - Un Approccio Basato sugli Argomenti - cover

Libro Vocabolario Sloveno - Un Approccio Basato sugli Argomenti

Pinhok Languages

Publisher: Pinhok Languages

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Questo vocabolario contiene oltre 3.000 tra parole e frasi, raggruppate per argomento. In questo modo puoi scegliere che cosa imparare prima. Inoltre la seconda metà del libro contiene due indici che possono essere utilizzati come dizionari di base per cercare le parole nelle due lingue. Insieme, le tre parti rappresentano una risorsa eccezionale per gli studenti di tutti i livelli.
 
Come utilizzare questo vocabolario sloveno?Non sai da dove iniziare? Ti consigliamo di studiare iniziando dai capitoli relativi a verbi, aggettivi e frasi nella prima parte del libro. In questo modo getterai le basi per proseguire nello studio e imparerai un numero sufficiente di vocaboli sloveno per una comunicazione di base. Utilizza i dizionari presenti nella seconda metà del libro ogni volta che devi cercare parole che senti per strada o parole sloveno di cui desideri conoscere la traduzione o semplicemente per imparare nuove parole in ordine alfabetico.
 
Alcune considerazioni finali:I vocabolari risalgono a secoli fa e, come nel caso di tutte le cose che esistono da tempo, non sono molto di moda e sono un po' noiosi. Di solito, però, sono molto utili. Oltre al dizionario sloveno di base, questo vocabolario sloveno è un'ottima risorsa per l'apprendimento della lingua e risulta particolarmente utile quando non puoi utilizzare Internet per cercare parole e frasi.

Other books that might interest you

  • Wilhelm Reich - Il genio dell'energia orgonica e della liberazione sessuale - cover

    Wilhelm Reich - Il genio...

    Jesus Garcia Blanca

    • 0
    • 0
    • 0
    Lasciati conquistare dalla storia e dalle intuizioni dell’uomo che avrebbe potuto cambiare il mondoLe straordinarie scoperte di Wilhelm Reich scuotono le fondamenta di innumerevoli ambiti del sapere, dalla sessualità alla psicanalisi, dalla medicina al cancro, dal controllo del tempo atmosferico alla fisica, dalla sociologia alla politica.Completa l’opera una ricca sezione dedicata agli archivi di Reich: manoscritti, appunti e ricerche oggi disponibili online e di libera consultazione.
    Show book
  • In Difesa Dell'autore - Ovvero la sporca (bella) verità che risponde alla domanda: Ma perché insistete tanto per essere letti? - cover

    In Difesa Dell'autore - Ovvero...

    Rossella Romano

    • 0
    • 0
    • 0
    Originariamente questo breve articolo è stato pubblicato sul mio profilo Goodreads, l'unico social network su cui sono presente, dove sono rintracciabili tutti i miei racconti e romanzi a pagamento. È stato poi ripubblicato dal blog "Sognando tra le righe” e dal blog del portale "Extravergine d'Autore – Self publishig di qualità superiore,” che precedentemente aveva già accettato nella propria vetrina uno dei miei romanzi. Parla della mia personale passione per la scrittura, ma anche dell'entità "Libro,” quello strano oggetto che infesta le case e le menti di ogni bibliofilo, e del potere delle Storie in esso contenute. Buona lettura.
    Show book
  • We Prato - cover

    We Prato

    Francesco Arese Visconti

    • 0
    • 0
    • 0
    “Dal 1930, arte e fotografia documentaria sono associate fino a diventare indissolubili”. In cui la diversità è ciò che conta, In cui fiori differenti siano presi nell'insieme, perché mescolandosi Creino nuovi brillanti colori.
    Show book
  • Il trattato decisivo - cover

    Il trattato decisivo

    Aven Roshd Averroè

    • 0
    • 0
    • 0
    Averroé, arabo nato nel 1126 a Cordova (Spagna), divenne presto noto in Occidente grazie ai suoi prestigiosi commentari delle opere di Aristotele e Platone: adottati come “testi di riferimento” nella emergente Facoltà delle Arti di Parigi, vennero utilizzati anche da Alberto Magno e Tommaso d’Aquino. «Averoìs ch’el gran commento feo», con queste parole viene ricordato da Dante, che lo colloca nel Limbo, in compagnia di sapienti e patriarchi.
Dissidi interni alla nascente università, porteranno all’accusa – errata – di essere sostenitore della dottrina della “doppia verità”; la sua immagine, così, muterà drasticamente: ne sono lampante prova i numerosi affreschi nei quali è rappresentato con scherno e disprezzo.
 Con Il Trattato decisivo sulla natura della connessione tra Religione e Filosofia, sconosciuto nel medioevo latino, Averroé vuole dimostrare che la Religione, se correttamente interpretata, invita alla speculazione razionale. “Il vero non contrasta con vero”, è la formula, di sapore aristotelico, che costituisce lo zoccolo duro delle argomentazioni di questo Trattato; seguendo Averroé, le Scritture e la Scienza non possono che concordare, le contraddizioni che si generano saranno solo apparenti, risolvibili con una lettura allegorica del Testo Sacro.
    Show book
  • Baldovino IV di Gerusalemme - Il re lebbroso - cover

    Baldovino IV di Gerusalemme - Il...

    Ilaria Pagani

    • 0
    • 0
    • 0
    Conosciuto come il Re lebbroso, Baldovino iv fu il giovane re di Gerusalemme che, pur se affetto da una gravissima malattia, difese le terre conquistate dai cristiani affrontando le armate del suo grande rivale Saladino. 
    Figlio di Amalric e Agnese di Courtenay, Baldovino divenne re ad appena tredici anni nel 1174, per decisione della corte, accettato dai capi dei crociati che lo ritenevano debole a causa di una forma devastante di lebbra che si era manifestata sin dalla fanciullezza. Un re che non sarebbe dovuto durare e che non avrebbe dovuto avere alcun peso nella feroce guerra tra le fazioni politiche per il controllo della Terra Santa. 
    La storia di Baldovino iv fu invece sorprendente: un giovane cavaliere crociato che vide la sua giovinezza e la sua forza divorate dalla lebbra e che tuttavia mai si arrese al male, che prese su di sé come una croce da portare in battaglia. Invece di chiudersi nella difesa di Gerusalemme, Baldovino decise di attaccare, invece di essere docile strumento nelle mani di duchi e conti, tenne loro testa; malato e ormai in punto di morte si pose alla testa del suo esercito nella battaglia di Montgisard. Vinse issando la reliquia della Vera Croce. Il re lebbroso si spense il 16 maggio 1185 a soli ventiquattro anni e riposa nel Santo Sepolcro di Gerusalemme.
    Show book
  • Il ghetto e i luoghi ebraici - cover

    Il ghetto e i luoghi ebraici

    Mario Jona

    • 0
    • 0
    • 0
    Il volume è un testo per tutti, per amanti della storia e turisti, per studiosi della cultura ebraica e per i cittadini padovani
    Show book