Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Sposa di Guerra - cover

Sposa di Guerra

Domenico Martusciello

Publisher: Youcanprint

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Seconda guerra mondiale. Nel luglio del 1943 le Forze alleate sbarcano in Sicilia con l'obbiettivo di liberare il Paese dal dominio nazifascista. Angela Robson è una bellissima crocerossina inglese in servizio presso l'ospedale civico di Palermo e che, il caso vuole, fa la conoscenza di un avvenente capitano dell'esercito americano di nome Michele Falconi, di origine siciliana. Tra loro sboccia una istantanea e travolgente relazione amorosa che non potrà essere coronata da giuste nozze prima del termine della guerra in osservanza del regolamento imposto dalle autorità militari americane. Quando Angela rivela a Michele di essere in stato interessante, lui riesce a convincere un parroco di una chiesetta in un piccolo paese sperduto sulle colline a breve distanza da Palermo, a unirli in matrimonio. Ma prima del parto, lei scompare misteriosamente. Lui la crede morta in un bombardamento aereo della Luftwaffe su Palermo, che ha raso al suolo l'ospedale in cui lei prestava servizio. Il suo corpo e quello di molti altri non viene rintracciato, e l'unica certezza che sia deceduta è il ritrovamento tra le rovine di un orologio d'oro che le aveva donato. Divenuto preda della disperazione per la perdita della adorata moglie e del nascituro figlio, si impegna nel conflitto con sprezzo del pericolo nell'intento di cercare la morte. Ma ne esce illeso, e alla fine della guerra è insignito, alla stregua di un eroe, di medaglia al valore militare. Ritorna a New York dove riassume il suo ruolo di rampollo di una delle cinque più potenti Famiglie mafiose della città di cui suo padre é il Capo incontrastato. Ma non smette mai di piangere la perdita dell'amore della sua vita, neppure quando dopo alcuni anni si risposa con l'arrogante e ossessivamente gelosa figlia di un Boss di un'altra potente Famiglia con cui la sua ha stretto un'alleanza di affari. Ma un giorno mentre é a cena con amici in un esclusivo ristorante di Mahhattan, vede un fantasma e ne resta impietrito.

Other books that might interest you

  • Bergius l'ultimo longobardo - cover

    Bergius l'ultimo longobardo

    Tiziano Viganò

    • 0
    • 0
    • 0
    Bergius è un ragazzo che diventa cacciatore e guerriero longobardo con la misteriosa compagnia di un cane e di un lupo che lo seguono sempre e gli coprono le spalle da ogni assalto nemico. Il suo segreto è la prontezza con la spada, l’orgoglio, il coraggio e la fedeltà fino allo scontro finale con i Franchi attorno a Pavia assediata. Quando la città viene presa per i Longobardi è la fine ma Bergius riesce a salvare gli amici e Ansa, la schiava cristiana di cui è innamorato e che diventerà sua moglie. Profondamente colpito dal modo di agire dei personaggi cristiani Bergius alla fine sarà portato a chiedere il battesimo.
    Show book
  • L'Uomo Che Sedusse La Gioconda - Romanzi Storici - cover

    L'Uomo Che Sedusse La Gioconda -...

    Dionigi Cristian Lentini

    • 0
    • 0
    • 0
    Un ricercatore precario del CNR di Pisa, esperto di crittografia e blockchain, rinviene per caso in un archivio di un’abazia toscana uno strano file cifrato contenente una storia incredibile, straordinaria, inedita… dalla quale non riesce più a distaccarsi: 
    In una fredda notte in cui la Storia faceva le prove generali di Rinascimento, mentre i signori d’Italia s’annientavano a vicenda per l’effimero controllo dei labili confini dei propri Stati, un giovane diplomatico pontificio dal passato misterioso preferiva di gran lunga cimentarsi nell’arte della seduzione più che in quella bellica. Chi era costui? 
    Non era un principe, un condottiero, un prelato, non aveva alcun titolo ufficiale… eppure parlare con lui equivaleva a conferire direttamente con il Santo Padre, si muoveva con disinvoltura nel complesso scacchiere politico di quel periodo ma non lasciava mai tracce, scriveva ogni giorno la Storia ma non compariva mai in nessuna delle sue pagine … era dappertutto eppure era come se non esistesse. 
    Da una signoria all’altra, da un regno ad una repubblica, tra strategie ed inganni, tra avventure e complotti, Tristano portava a termine con successo le sue missioni… fino a quando il destino non gli commissionò l’impresa più importante: scoprire chi fosse davvero. 
    Per farlo dovette decifrare una lettera della sua vera madre, tenuta per 42 anni nascosta dalla casta dei potenti del tempo. 
    Per farlo dovette attraversare indenne quell’incredibile interstizio temporale dalla straordinaria e senza precedenti concentrazione di personaggi (statisti, condottieri, artisti, letterati, ingegneri, scienziati, navigatori, cortigiani, ecc.) che hanno significativamente, drasticamente ed irreversibilmente cambiato il corso della Storia. 
    Per farlo dovette sedurre colei che, immortalata indecifrabilmente da Leonardo, con il suo sguardo ha sedotto il mondo.
    Show book
  • La storia della Colonna Infame - cover

    La storia della Colonna Infame

    Alessandro Manzoni

    • 1
    • 5
    • 0
    Inizialmente progettato da Manzoni come parte del quinto capitolo del quarto tomo dell’opera “Fermo e Lucia” (prima redazione de “I promessi sposi”), venne in realtà pubblicato nel 1840 come saggio autonomo.
    La vicenda si svolge nel 1630 a Milano durante durante il periodo della peste. Narra della condanna di due uomini additati come untori e accusati da una donna, Caterina Rosa, della diffusione della peste tramite sconosciute sostanze.
    L’intento dell’autore è di mettere a tema il rapporto tra la responsabilità del singolo individuo con le convinzioni popolari.
    Show book
  • Uno Scandaloso Conte in Meno - cover

    Uno Scandaloso Conte in Meno

    Dawn Brower

    • 0
    • 0
    • 0
    Kaitlin e Gregory sanciscono un accordo, ma ognuno per motivi diversi. Nel tempo si renderanno conto che la situazione sta per sfuggirgli di mano e che la passione li travolgerà con forza inarrestabile. 
    Gregory Cain, Conte di Shelby, non crede più nell`amore: o, meglio, è convinto che l`amore non sia cosa per lui ma solo per gli altri. Ostenta con soddisfazione una condotta scandalosa ricca di azioni riprovevoli. Tuttavia evita accuratamente di rovinare fanciulle in fiore o promesse spose. Così, quando Lady Kaitlin gli chiede di baciarla, lui si rifiuta, essendo ella anche la migliore amica di sua sorella e nipote del suo mentore. Quindi è tabù. Ma allora...perché improvvisamente la trova affascinante ed è divorato dal desiderio di baciarla? Lady Kaitlin è orfana. Ha perso entrambi i genitori in tenera età e ora vive a casa dello zio. E` un tipo introverso, che non ama le occasioni mondane , preferendo rimanere a casa a leggere un bel libro. Per questa sua difficoltà a socializzare sono tre anni dalla sua entrata in società che non riesce a trovare marito. Ma lei è rassegnata al suo destino da zitella e non se ne dà pensiero, perché in tal modo potrà leggere fin che le pare. C`è solo una cosa che desidera, prima di ritirarsi a vita privata: un bacio dal Conte Shelby. Ma questi la rifiuta, offrendosi nel contempo di aiutarla a trovare un marito. Così Gregory e Kaitlin sanciscono un accordo, ognuno con un proprio obiettivo. Nel tempo si accorgeranno che la situazione sta per sfuggirgli di mano e che la passione li travolgerà con forza inarrestabile.
    Show book
  • Il ventre di Napoli - cover

    Il ventre di Napoli

    Matilde Serao

    • 0
    • 0
    • 0
    Il ventre di Napoli sono una sorta di cronache della scrittrice partenopea Matilde Serao, pubblicato nel 1884 per i tipi dei fratelli Treves. Il romanzo è suddiviso in due parti, e ciascun capitolo è una sorta di cronaca riassuntiva di altre cronache d'epoca, basate sul degrado della maggioranza della popolazione napoletana. La prima parte racconta un'epidemia di colera colpisce Napoli, e allora si apre la polemica della questione meridionale. La Serao descrive il "ventre", ossia i quartieri straripanti di poveri e disadattati che non sanno come tirare avanti, preda del degrado urbano e delle malattie. La scrittrice si sofferma sulla grande capacità dei napoletani di sopravvivenza, nonostante le condizioni avverse, e le loro usanze singolari per rispondere al morbo e alla morte, che sconfinano nel paganesimo e nella pratica di riti occulti. Nella seconda parte il governo Depretis annuncia lo "sventramento" delle zone più degradate di Napoli per il piano di risanamento della città. Molte vie e quartieri sono abbattuti per fare spazio a larghe piazze e canali stradali molto ampi. Tuttavia la Serao rimane ugualmente critica verso la politica, che ha dimostrato soltanto il suo lato peggiore speculativo, non essendo riuscita a risolvere il problema, ma lasciando i poveri e gli indigenti al loro stato originale. La scrittrice tuttavia mostra curiosità nei confronti degli stessi napoletani, legati ad un profondo revisionismo sociale e nostalgico del passato, che preferiscono restare legati al loro destino, affidandosi alla chiesa e a truffatori che si fingono guaritori, anziché andare a curarsi ai rispettivi distretti sanitari.
    Show book
  • Il mercante di Dio - cover

    Il mercante di Dio

    Sal Costa

    • 1
    • 4
    • 0
    Il mercante di Dio, racconta i diciassette anni perduti della vita di Gesù cristo, anni che non compaiono in nessun vangelo (canonico o apocrifo) né deducibili da alcuna fonte storica. È un romanzo di viaggi, avventure, amicizia, amore paterno e un qualche modo filiale. Come in un quadro di Lautrec, il centro della scena è spostato ai margini per lasciar campo al protagonista, il mercante Salomon, la voce narrante.La narrazione è storicamente attendibile e ricostruisce con dovizia di particolari il mondo ebraico dal quale scaturì la vita e il pensiero di Gesù e in siffatta maniera ci svela il vero, o i veri motivi a contendere fra l’ebraismo di Gesù e quello del Sinedrio, un distacco che la cultura cristiano cattolica non ha mai spiegato, mostrandoci un Cristo già nato “cristiano”, mostrando distanze inesistenti fra Cristo e l’ebraismo.È evidente nella narrazione il rispetto delle fonti storiche e dei Vangeli. L’autore non entra mai nel merito di fatti da essi descritti. Accenna, qualche volta, ma senza creare contrasti, ad alcune parabole come fossero i prodromi di una maturazione a venire.Nazareth era una villaggio di qualche centinaio di abitanti, Zippori e la stessa Tiberiade (Rakkat) erano poco più popolose. Gesù avrebbe dovuto essere amico sin dall’infanzia degli apostoli. Ebbene, leggendo i Vangeli, appare solo rispetto e venerazione, non c’è traccia di amore amicale, quell’amore che lega chi è cresciuto insieme. Perché? Perché Gesù, ci spiega il romanzo, semplicemente non era più lì, si era allontanato da quei luoghi all’età di tredici anni, aveva viaggiato col mercante, da mercante, formandosi, conoscendo genti e culture differenti, per far ritorno nella sua Galilea a trent’anni, già formato e pronto al sacrificio. Ma il romanzo fa di più: ci svela un mondo antico ma sempre attuale nel quale la cultura, le religioni, la filosofia, le lingue, la scienza si muovono insieme alle merci. Il commercio come vero motore dell’umanità e unico mezzo di diffusione del pensiero e della tecnica, almeno fino all’invenzione della stampa.Nietzsche, col suo Zarathustra, cercava il Superuomo come contrapposizione a “l’ultimo uomo”, “l’uomo mercante”. Il Superuomo ce l’aveva sotto il naso, era il disprezzato mercante senza il quale dubito avrebbe mai sentito parlare, dalla lontana Germania, o da Rapallo, di Zarathustra.Il linguaggio è veloce, moderno, come si addice a un mercante, la narrazione è filmografica e appassionante. Il lettore entra facilmente in empatia coi personaggi e non mancano momenti di commozione. Dato il tema trattato e la dinamica del racconto, il romanzo è destinato a un pubblico vasto, dagli amanti del genere storico (e della storia) a lettori di libri d’avventura e di viaggio, perché è un vero romanzo on the road
    Show book