Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Come creare un'impresa cooperativa - cover

Come creare un'impresa cooperativa

Confcooperative Forlì-Cesena

Publisher: Homeless Book

  • 0
  • 1
  • 0

Summary

Questa breve guida è uno strumento di orientamento per la creazione di una società cooperativa. Cooperare, lo esprime con chiarezza l'etimologia della parola, vuol dire scegliere di operare insieme, unire sforzi, lavoro, iniziative, risparmi, nel tentativo di raggiungere un obiettivo comune in grado di generare conseguenze ed esiti socialmente desiderabili. In altri termini, la cooperativa è una società costituita fra persone fisiche e/o giuridiche (società) che condividono un obiettivo comune e che uniscono le loro forze per affrontare assieme le sfide competitive ed innovative del mercato senza dimenticare i concetti di solidarietà, collaborazione sul lavoro e mutualità che sono i principi ispiratori di una cooperativa.

Other books that might interest you

  • Cimiteuro: uscirne e risorgere - Come ripartire dopo il collasso finale dell'economia - cover

    Cimiteuro: uscirne e risorgere -...

    Marco Della Luna

    • 0
    • 0
    • 0
    In questa nuova e straordinaria opera Marco Della Luna, famoso esperto di politica economica e autore dei bestseller Euroschiavi e Neuroschiavi, ci presenta in maniera chiara e completa cosa e chi sta dietro a questa terribile situazione. L’autore ci propone una mappa organica dei diversi meccanismi - alcuni ancora non individuati - che generano la crisi sistemica, con le loro interazioni sui piani monetari, finanziari, economici e sociopolitici. Uno nuovo e indispensabile strumento con cui orientarsi, capirla e affrontarla. In questo libro apprenderete come bastano due principi contabili falsi per far precipitare l’economia e la società nel buco nero di un indebitamento che non dovrebbe esistere. Quella che noi percepiamo come una crisi economico-finanziaria, è invece una nuova strategia dei potenti della terra per concentrare il potere, dominare e sfruttare tutti noi, che abbiamo sempre meno potere di contrattazione, controllo e partecipazione: la nostra condizione sta peggiorando di giorno in giorno. Per i paesi “euro deboli”, con l’appoggio di falsi amici (come la Germania), si varano norme e istituzioni coercitive, attraverso cui il capitale finanziario principalmente tedesco, dietro l’etichetta “Europa”, li asservisce in una stabile depressione, privandoli di ogni residua autonomia. In questa luce divengono comprensibili i troppi, clamorosi “errori” di politica economica-finanziaria che hanno portato all’attuale situazione, e le scelte recessive e adottate per gestirla, anche dal governo Monti, che ha messo l’Italia nella condizione di non poter risollevarsi. Sullo sfondo, risalta la stupidità e la bassezza della classe politica. Con i contributi di Claudio Pioli e Antonino Galloni.
    Show book
  • L'editing - Il laboratorio del libro - cover

    L'editing - Il laboratorio del...

    Laura Salvai

    • 0
    • 0
    • 0
    Che cos'è l'editing? Perché talvolta è necessario? Qual è il valore aggiunto che può apportare al libro? E perché gli autori accettano, e spesso addirittura richiedono, un intervento che ai profani può apparire come una sorta di invasione di campo? 
    Basato su un'esperienza ventennale, questo ebook presenta l'editing come un laboratorio in cui l'autore e l'editor si confrontano per valorizzare le potenzialità del libro.
    Show book
  • Ordine economico naturale - cover

    Ordine economico naturale

    Silvio Gesell

    • 1
    • 0
    • 0
    Nel lontano 1875 Lord Acton (1834-1902), allora Presidente della Corte Suprema del Regno Unito, ebbe a dire: “Il problema che si perpetua attravero i secoli e che prima o poi va affrontato, è lo scontro del Popolo contro le Banche”. 
    Come intuizione profetica non c’è che dire. Ma non fu possibile capirla fino alla pubblicazione, nel 1906, del classico di economia che il lettore ha qui davanti agli occhi in versione italiana.
    Il maestro di “economia pura” che fu Maffeo Pantaleoni (1857-1924) diceva ai suoi studenti: “Quello che è difficile non è sapere economia, è capirla”! Già, ma non senza aver letto Gesell. Perchè quel che il lettore troverà ne L’Ordine Economico Naturale sono le due chiavi che gli economisti “ortodossi” si ostinano a non far girare nella serratura dello scibile: la questione fondiaria e quella monetaria.
    Chi ha letto Gesell assiste oggi, impotente, all’epilogo di una storia di errori, economici e politici, che avrebbe preso tutt’altra svolta ad aver dato retta al Nostro. E contempla, attonito, il putiferio attorno all’Euro tra 17 paesi che o non sanno, o non vogliono, applicare la soluzione dell’Unione Monetaria Latina tra Francia, Italia, Belgio, Svizzera e Grecia tra il 1865 e il 1915, e che la guerra cosiddetta “Grande” mandò a gambe all’aria. Come funzionò quell’Unione Gesell lo descrive in questo libro.
    Il lettore di Gesell appassionato di storia è in condizioni di riflettere, sia qual sia il periodo e la geografia di quello che legge, su come le istituzioni di Terra affrancata da rendita e Moneta affrancata da usura avrebbero risolto qualunque questione economica senza difficoltà e soprattutto senza spargimento di sangue. Il detto vale solo per chi apprezza cosa vuol dire vivere di lavoro e non di rendita e interesse. Chi vive di queste due istituzioni non apprezzerà le argomentazioni di Gesell. Le quali, irrefutabili come sono, attraeranno le sue ire sotto forma di epiteti e di giudizi ad hominem come “quel matto che di economia non capiva niente” e simili.
    Come tutti i classici, Gesell si fa leggere e rileggere con piacere.
    Show book
  • Le mappe della mente - cover

    Le mappe della mente

    Umberto Santucci

    • 2
    • 1
    • 0
    Una ricca raccolta di strumenti di visualizzazione, come mappe mentali e concettuali, dinamiche e sistemiche, ipermappe, grafici e diagrammi. Che cosa sono, a che servono, come si scelgono e come si usano per ridurre le complessità del mondo in cui viviamo, cominciando dai piccoli problemi in cui ognuno di noi è impegnato. Strumenti utilissimi per studiare, preparare esami, tesi e relazioni, affrontare nuovi problemi, trovare soluzioni. 
    Questo è il secondo libro della nuova collana "Strumenti per la Transizione", raccolta di strumenti manageriali, cognitivi, creativi, operativi, da usare per affrontare i cambiamenti - che già si manifestano, e sempre più emergeranno - dovuti alla transizione dalle energie fossili alle energie rinnovabili, dalla crescita distruttiva all'ottimizzazione conservativa.
    Show book
  • OReSTe - cover

    OReSTe

    Everardo Minardi, Rita Salvatore

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo libro nasce dal lavoro di esplorazione, di osservazione e di ricerca mirata sugli interrogativi, i problemi e le incertezze del processo di ricostruzione post-terremoto dell'Aquila, evidenziando come la riattivazione della vita di una città, ricca di identità storica e culturale ma anche di insediamenti produttivi che oggi privilegiano l’innovazione tecnologica, non investe solo la necessaria ricostruzione della dotazione funzionale della struttura urbana, ma anche e soprattutto la dimensione soggettiva, relazionale ed istituzionale di una popolazione che dopo il trauma profondo subito, procede alla rielaborazione della identità dei borghi, dei quartieri, della città; non senza caricare di grande significato e potenzialità la dimensione della comunicazione sociale, nell’ambito della quale sono entrati media leggeri, flessibili, multiformi e distribuiti che hanno costruito nuove reti sociali e valorizzati nuovi attori protagonisti della riconquista simbolica e sociale della città e dei suoi spazi prima esterni, poi interni alla storica struttura urbana di una città articolata e stratificata come L’Aquila.
    Show book
  • Conoscenza e Gestione - cover

    Conoscenza e Gestione

    Lorenzo J. Cavalli

    • 1
    • 27
    • 0
    Il libro, nella prima parte, presenta una disamina del concetto di conoscenza, delle sue componeneti, del processo di formazione, delle modalità di catalogazione, dell'impatto in ambito aziendale e dalle modalità di creazione e condivisione e delle regole, i processi e gli strumenti per il knowledge management. Nella seconda parte viene fornita una disamina delle teorie e degli approcci su: valore della conoscenza e della sua della gestione, l'impatto strategico ed organizzativo, la gestione dei meccanismi operativi e delle persone, le capacità e competenze specifiche e la scelta delle soluzioni organizzative e tecnologiche adeguate.
    Show book