As many books as you want!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Il Succo del Web Marketing - Tutto ciò che gli imprenditori avrebbero dovuto sapere prima di investire online - cover

Il Succo del Web Marketing - Tutto ciò che gli imprenditori avrebbero dovuto sapere prima di investire online

Alessandro Sportelli

Publisher: Sorgente Natura

  • 0
  • 1
  • 0

Summary

Le aziende vivono di vendite, non di like su Facebook! 
 
Per un imprenditore questa affermazione dovrebbe essere ovvia. 
Se l’obiettivo dell’azienda coincide, come è normale che sia, con l’obiettivo di un piano di (web) marketing strategico, non è ancora chiaro perché, attualmente in Italia, gran parte dell’informazione di settore (Web Marketing) si sviluppi attorno a temi che non hanno nulla a che fare con i reali obiettivi delle aziende (specie delle piccole/medie aziende) e che necessitano di far evolvere i propri sistemi di acquisizione clienti e vendita cogliendo le opportunità che il web, oggi più che mai, offre. 
 
Le attuali fonti di informazione accessibili agli imprenditori su temi che riguardano il web marketing sono spesso scadenti, fuorvianti, troppo tecniche o manipolate ad arte. Questo è il principale motivo per cui oggi, per molti imprenditori, il Web Marketing è un vero incubo. Questo libro è per gli imprenditori che vivono questo incubo e scrivendolo ci siamo posti l’obiettivo di “svegliarli” definitivamente, in maniera tale che siano in grado di: 
• Comprendere le basi del web marketing strategico. 
• Evitare di essere fregati. 
• Scegliere con cognizione di causa i fornitori di servizi web di reale valore. 
• Interpretare in maniera corretta le informazioni e le numerose differenti fonti. 
 
Il testo affronta un percorso per rendere gli imprenditori il più possibile consapevoli di un mondo (quello del web marketing) che, per diversi motivi, fino ad oggi non è stato mostrato per ciò che realmente è.

Other books that might interest you

  • Mutualità e cooperazione - cover

    Mutualità e cooperazione

    Paolo Dell'Aquila, Everardo Minardi

    • 1
    • 0
    • 0
    Questo libro rappresenta un altro piccolo contributo per la affermazione culturale e sociale di una esigenza sempre più avvertita di un cambio di paradigma per le scienze sociali oggi orientate ad una più consapevole comprensione delle società post-moderne. 
    Il tema di fondo è la creazione del valore che non sembra più solo prodursi per accumulazione di quel capitale economico, che deriva da rapporti strutturati sulla logica del rapporto di scambio, ma per la valorizzazione prodotta da quelle relazioni di reciprocità e di mutualità che derivano dal dono, quale generatore di un valore che si aggiunge e si integra con quello economico. 
    In questa prospettiva è possibile, anzi necessaria una attenta riscoperta della mutualità, che costituisce la base genetica della cooperazione e delle sue forme di impresa, dando valore al lavoro, alla produzione, al credito, ai servizi alla persona e alla comunità. 
    Il settore delle imprese cooperative oggi si presenta come qualitativamente diverso rispetto alla imprese di capitale e alle imprese pubbliche. Su di esso perciò occorre intensificare ed estendere la riflessione, a partire dalle persone, che in ruoli diversi, sono i protagonisti della nuova stagione economica e sociale della economia civile.
    Show book
  • Sbankitalia - 2a Versione ampliata e aggiornata - Partiti Banche Assicurazioni Il furto della nostra Banca Centrale e delle sue enormi riserve e profitti per donarli ai banchieri privati - cover

    Sbankitalia - 2a Versione...

    Marco Della Luna

    • 0
    • 0
    • 0
    Dall'autore di "Euroschiavi" un nuovo saggio sui disastrosi sviluppi dell'economia europea e nazionale. La prima parte di questo libro tratta i contenuti, gli effetti, gli scopi degli accordi Ecofin del 20.12.13 per la governance bancaria centralizzata e per la gestione delle crisi bancarie, e dimostra come tali accordi consentiranno alla Germania di risparmiarsi ogni onere di solidarietà verso i paesi svantaggiati dell’Eurozona, e come l’Italia sarà resa ricattabile da Berlino a causa della situazione del suo sistema bancario, già nota. La seconda parte del libro espone concisamente la storia della Banca d’Italia, il suo progressivo sabotaggio come fattore di autonomia, forza e progresso economico nazionale, la sua illegale consegna a banchieri e capitalisti privati che ne hanno stravolto, e gli ultimi interventi su di essa del governo Saccomanni-Letta, ad esclusivo vantaggio del peggior capitalismo privato.
    Show book
  • Fuga da Facebook - Guida alla sopravvivenza per chi pensava che bastassero i «social» per fare marketing digitale - cover

    Fuga da Facebook - Guida alla...

    Marco Camisani Calzolari

    • 1
    • 0
    • 0
    Per salvarsi da Facebook, finti click, BOT e altre bugie. Guida alla sopravvivenza per chi pensava che bastassero i “social” per fare marketing digitale.
    Show book
  • Codici e paradigmi per rileggere lo sviluppo locale - cover

    Codici e paradigmi per rileggere...

    Everardo Minardi

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo volume presenta non solo i contributi intermedi dei giovani allievi di un dottorato di ricerca sui temi e i problemi dello sviluppo di comunità e di territori, ma un forte stimolo a riprendere la riflessione sulla necessità di cambiare i paradigmi analitici ed interpretativi dell’insieme di fattori economici, sociali e culturali che entrano in gioco nei processi dello sviluppo locale. I singoli contributi affrontano infatti situazioni di cambiamento, anche traumatico, nella società regionale e nelle comunità locali, mettendo in campo autori, percorsi interpretativi, scelte metodologiche che orientano l’azione di ricerca in senso innovativo sul piano sia teorico sia empirico. 
    Da ciò deriva l’obiettivo di rinnovare l’attenzione e l’interesse per una riconsiderazione sistematica dei modelli e dei paradigmi di analisi, rappresentazione e interpretazione del processo di costruzione sociale dello sviluppo locale; una riflessione che attende altri momenti di approfondimento e di confronto che si intende condurre con chi partecipa attivamente alle partnership al tempo stesso istituzionali e sociali che si rendono protagoniste dello sviluppo inedito di comunità e di territori.
    Show book
  • Il caso Tavernello - Un successo del modello imprenditoriale cooperativo - cover

    Il caso Tavernello - Un successo...

    Silvia Williams

    • 0
    • 0
    • 0
    Tavernello oggi è un marchio affermato, inserito stabilmente nelle prime dieci marche di vino più conosciute e vendute al mondo: è di proprietà dei 13.510 viticoltori, soci delle cantine CAVIRO e dà al consumatore la possibilità di bere vino tutti i giorni, ad un prezzo giusto e con qualità certa. Quella di Tavernello è sicuramente un’operazione di marketing unica e ben riuscita, grazie all’impegno di tanti che, con serietà e tenacia, hanno lavorato a lungo per creare un esempio virtuoso e cooperativo di filiera vitivinicola: dai campi fino alla tavola.
    Show book
  • Come fare micro credito per fare lavoro per i giovani - cover

    Come fare micro credito per fare...

    Silvia Paglia

    • 0
    • 4
    • 0
    Questo testo ha l’obiettivo di mettere in evidenza come sia possibile costruire una risposta non occasionale al problema dell’accesso dei giovani al credito per poter avviare la loro idea di impresa. Una risposta che non discende dall’alto, ma si genera dall’attenzione che un gruppo di persone, attento ai problemi della comunità e del territorio di appartenenza, esprime attraverso la costruzione di una esperienza associativa, «Fare lavoro», che con la collaborazione del credito cooperativo, attiva una elevata capacità di risposta alle idee ed alle proposte imprenditoriali di giovani sempre appartenenti alla stessa comunità territoriale. 
    Il punto di vista che si esprime attraverso il breve testo di seguito proposto è però diverso; mette in campo non istituzioni, neanche istituti di credito di per sé. Si tende anzi a mettere in evidenza le differenze di logica e di struttura del micro credito, nella sua natura prevalentemente sociale (anticamente il micro credito si sarebbe chiamato «prestito sociale»), rispetto alla micro finanza; quest’ultima, infatti, rappresenta in un certo senso la continuazione dell’azione del micro credito, mettendo in campo le istituzioni finanziarie che per loro finalità, come le banche, sono chiamate ad esercitare una funzione creditizia con tutti i requisiti che sono richiesti in tali casi.
    Show book