Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Percorso italiano - Una storia culturale - cover

Percorso italiano - Una storia culturale

Valerio Mero

Publisher: Genesis Publishing

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

«Volevo utilizzare la letteratura per ricavare un racconto nel racconto, composto da una storia della cultura italiana, da una parte, e una storia dell’Italia modellata sulle interpretazioni degli autori, dall’altra. Ho così ripercorso la storia italiana dagli anni Trenta agli anni Ottanta, attraverso alcune idee estrapolate dai testi e dal cinema di scrittori e intellettuali come Elsa Morante, Primo e Carlo Levi, Pier Paolo Pasolini, Alessandro Baricco, Giorgio Vasta, Nicola Lagioia. In parole povere, ho lasciato che fossero loro a raccontare l’Italia di questi anni.»
V.M.

Other books that might interest you

  • Digital Learning La dieta mediale degli studenti universitari italiani - cover

    Digital Learning La dieta...

    Andrea Mangiatordi, Andrea...

    • 1
    • 38
    • 0
    Sorry, we have no synopsis for this book right now. Sign in to read it on 24symbols.com
    Show book
  • Oltre l'Agonia - Come fallirà il dominio tecnocratico dei poteri finanziari - cover

    Oltre l'Agonia - Come fallirà il...

    Marco Della Luna

    • 0
    • 0
    • 0
    Il capitalismo finanziario alimenta il falso dogma della scarsità della moneta e sta diventando sempre più una guida politica assoluta. 
    Oltre a mercificare l’uomo, disgrega e degrada la società in due maniere: le infligge ricorrenti crisi e dissolve le sue basi morali in una logica di competizione individualistica. 
    Con il pretesto di dover assicurare la governance richiesta dagli stessi mercati che hanno destabilizzato la società, essa crea la giustificazione per controllare la vita sociale attraverso nuovi strumenti elettronici e biologici, che tracciano, violano e manipolano l’uomo fin nella sua integrità neurofisiologica. 
    Questa “società gestita” è il risultato dell’applicazione degli strumenti della psicologia aziendale, potenziati con tecniche di manipolazione neurale e biologica. 
    Tale tecnologia ha dato ai governanti non solo un potere di controllo e intervento su tutti noi prima impensabile, ma anche una nuova struttura del potere stesso, delocalizzata e politicamente irresponsabile, in cui l’automazione e la smaterializzazione degli strumenti di governo e di arricchimento hanno privato le persone del potere di contrattazione e della partecipazione ai processi decisionali, relegandole al margine dei circuiti produttivi e decisionali. 
    Ha generato un ordine contrario ai bisogni dell’uomo e della biosfera, un ordine cementato da un catechismo ideologico “politicamente corretto” che criminalizza, censura e inibisce chi ne critica i fondamenti. 
    Siamo piegati dalle crisi incalzanti e dalle loro imposizioni, e così accettiamo che la sopravvivenza del sistema produttivo da cui dipendiamo necessiti di un maggior controllo sociale, di una crescente riduzione delle sicurezze personali, delle relazioni comunitarie e delle libertà. 
    Quando saremo completamente sottomessi, per governarci non sarà più nemmeno necessario concederci i diritti e la dignità basilari. 
    Descrivendo questo minaccioso passaggio epocale, in cui l’Uomo sta rischiando tutto, il libro indica la via di uscita dall’incombente dominio tecnocratico nella stessa insondabile e incoercibile complessità del mondo, della psiche, dell’Essere. 
     
    L'autore 
    Marco  Della  Luna,  laureato  in  diritto  e  in  psicologia,  avvocato  e  saggista,  studioso  di  strumenti  di   
    manipolazione sociale, noto conferenziere, partecipa spesso a trasmissioni televisive e radiofoniche,  
    e a importanti eventi a livello nazionale. È prolifico autore di aggiornatissimi testi (libri, instant book,  
    e-book) che hanno non solo spiegato, ma battuto sul tempo le strategie oligarchiche e governative per  
    il controllo sociale e lo sfruttamento della società (Euroschiavi, Neuroschiavi, La moneta copernicana, Cimiteuro, Sbankitalia, Traditori al governo? e altri ancora).
    Show book
  • Fare politica oggi - Per costruire un soggetto capace di rappresentare identità beni comuni e interessi legittimi - cover

    Fare politica oggi - Per...

    Everardo Minardi

    • 0
    • 0
    • 0
    Il confronto elettorale in Emilia-Romagna si sta annunciando molto interessante. Allora è importante fare politica oggi, ma come e perché? Su quali scelte puntare? Everardo Minardi, sociologo faentino, ha steso le sue idee su questo block-notes, che invita a leggere per suscitare un dibattito acceso ma produttivo.
    Show book
  • Elementi di Psicoanalisi - cover

    Elementi di Psicoanalisi

    Edoardo Weiss

    • 0
    • 0
    • 0
    L’autore di queste lezioni, Dott. Edoardo Weiss, mio amico e discepolo, ha desiderato che premettessi qualche parola di raccomandazione.Lo faccio, pur essendo pienamente convinto che ogni raccomandazione è superflua. L’opera si raccomanda da sé. Chi sa valutare la serietà di un lavoro scientifico; chi apprezza l’onestà dello studioso che non vuol diminuire o negare le difficoltà; chi gode dell’abilità del maestro, che con la sua esposizione getta luce nel buio e mette ordine nel caos, deve riconoscere il grande merito di questo libro e condividere la mia speranza ch’esso abbia a suscitare tra le persone colte e tra gli scienziati d’Italia un non passeggero interesse per la giovane scienza della psicoanalisi.
    Show book
  • Cyberuomo - Dall'intelligenza artificiale all'ibrido uomo-macchina - cover

    Cyberuomo - Dall'intelligenza...

    Enrica Perucchietti

    • 0
    • 0
    • 0
    Intelligenza artificiale, chip sottocutanei, clonazione, tecnosesso, trasferimento della mente, supersoldati. 
    Tutto ciò sembrerebbe fantascienza, eppure si tratta delle più moderne innovazioni nel campo della scienza e della tecnologia. 
     
    Lo scopo? Potenziare la natura umana, ibridare l’uomo con le macchine e creare un individuo geneticamente modificato totalmente artificiale e privo di legami con il mondo naturale. 
     
    Ma qual è il vero scopo di queste ricerche? Cosa comporta, per l’uomo, questa rivoluzione antropologica? La tecnologia è diventata uno strumento per traghettare l’umanità verso un orizzonte distopico? 
    Conoscere le ricerche e gli obiettivi nel campo del post-umano può aiutarci a fermare questa deriva prima che siano le macchine a ribellarsi ai propri inventori. 
     
    Siamo sull’orlo di una rivoluzione antropologica che intende snaturare l’Uomo della propria umanità, per renderlo sempre simile a una “macchina” e al contempo più manipolabile e controllabile. 
     
    Dal darwinismo sociale al transumanesimo, la scienza è diventata uno strumento per traghettare l’umanità verso un orizzonte distopico. 
     
    È in gioco la nostra sopravvivenza: conoscere le ricerche e gli obiettivi nel campo del post-umano può aiutarci a fermare questa deriva prima che siano le macchine a ribellarsi ai propri inventori, come nei peggiori incubi. 
     
    I CONTENUTI EXTRA DEL LIBRO: 
    VIDEO DI APPROFONDIMENTO CON L’AUTRICE 
    Perché un saggio sul transumanesimo 
    Come Hollywood ci sta abituando alle ricerche nel campo del post-umano 
    I microchip sono realtà e vanno di moda 
    Gemelline cinesi con DNA modificato come i superumani di Hawking 
    DOCUMENTI PDF 
    Stiamo vivendo in una simulazione computerizzata? 
    Il cibo del futuro: insetti e carne artificiale 
    La ricerca della longevità: dall’alchimia al mind uploading 
    ...E TANTO ALTRO!
    Show book
  • Apocalypse Euro - Tutto quello che avresti dovuto sapere sulla moneta unica ma non hanno mai osarti dirti - cover

    Apocalypse Euro - Tutto quello...

    Paolo Becchi, Alessandro Bianchi

    • 1
    • 0
    • 0
    Come ha scritto sul New York Times il columnist politico Jochen Bittner, “i leader europei dovrebbero ammettere che i cosiddetti euro-scettici hanno avuto spesso ragione, nel passato, e che è stato un errore bollarli come primitivi o reazionari eretici. Del resto, storicamente, gli eretici sono spesso stati coloro che alla fine hanno forzato un sistema di credenze a confrontarsi con le proprie contraddizioni. Lo stesso dovrebbe accadere all'interno dell'Unione Europea”.
    Apocalypse Euro raccoglie alcune delle voci "eretiche" più importanti nel panorama europeo, a torto escluse dal racconto della crisi dal mainstream e oggi divenute, di conseguenza, il punto di riferimento per chi vuole trovare gli strumenti per uscire da questo “incubo”. 
    Per salvare una moneta insostenibile è stata creata una serie di alchimie giuridiche, che hanno indebolito i Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. Per salvare un mostro, una moneta nata male e proseguita peggio, si calpesta ogni volontà popolare e si stanno facendo a pezzi le Costituzioni e perfino – al culmine del paradosso – quei diritti, che l'Unione Europea con la Carta dei diritti di Nizza intendeva tutelare. 
    Nel frattempo i vari Letta, Monti, Saccomanni e oggi Renzi si susseguono al “potere”. Come semplici valvassori di Bruxelles e Francoforte, continuano a calpestare in nome dell’internazionalismo finanziario - di cui l'euro è il simbolo più forte - la nostra sovranità e la equa redistribuzione del reddito per l'intera popolazione. Per questo, i veri eversivi sono loro, non chi li contrasta.
    
    Potete leggere gli interventi di:
    Alberto  Bagnai 
    Luciano Barra Caracciolo
    Paolo  Becchi 
    Claudio  Borghi Aquilini
    Alain de Benoist
    Paul de Grauwe
    Costas  Douzinas 
    Ambrose  Evans-Pritchard  
    João Ferreira do Amaral 
    James Galbraith 
    Nino Galloni 
    Oskar  Lafontaine  
    Serge  Latouche  
    Alberto Montero Soler 
    Hans Olaf Henkel 
    Jacques Sapir 
    Lidia Undiemi
    Yanis Varoufakis 
    Gianni Vattimo
    
    Gli Autori
    Paolo Becchi, nato a Genova, è professore ordinario di Filosofia del diritto presso la facoltà di Giurisprudenza dell’università di questa città. Tra i suoi libri più recenti: Nuovi scritti corsari: Meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine (Adagio, 2013), I figli delle stelle: L'Italia in movimento (Adagio, 2014) e Colpo di Stato permanente (Marsilio, 2014).
    Alessandro Bianchi, nato a Roma, dirige il sito di politica internazionale www.lantidiplomatico.it
    Show book