As many books as you want!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Libro Vocabolario Rumeno - Un Approccio Basato sugli Argomenti - cover

Libro Vocabolario Rumeno - Un Approccio Basato sugli Argomenti

Languages Pinhok

Publisher: Pinhok Languages

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Questo vocabolario contiene oltre 3.000 tra parole e frasi, raggruppate per argomento. In questo modo puoi scegliere che cosa imparare prima. Inoltre la seconda metà del libro contiene due indici che possono essere utilizzati come dizionari di base per cercare le parole nelle due lingue. Insieme, le tre parti rappresentano una risorsa eccezionale per gli studenti di tutti i livelli.
 
Come utilizzare questo vocabolario rumeno?Non sai da dove iniziare? Ti consigliamo di studiare iniziando dai capitoli relativi a verbi, aggettivi e frasi nella prima parte del libro. In questo modo getterai le basi per proseguire nello studio e imparerai un numero sufficiente di vocaboli rumeni per una comunicazione di base. Utilizza i dizionari presenti nella seconda metà del libro ogni volta che devi cercare parole che senti per strada o parole rumeni di cui desideri conoscere la traduzione o semplicemente per imparare nuove parole in ordine alfabetico.
 
Alcune considerazioni finali:I vocabolari risalgono a secoli fa e, come nel caso di tutte le cose che esistono da tempo, non sono molto di moda e sono un po' noiosi. Di solito, però, sono molto utili. Oltre al dizionario rumeno di base, questo vocabolario rumeno è un'ottima risorsa per l'apprendimento della lingua e risulta particolarmente utile quando non puoi utilizzare Internet per cercare parole e frasi.

Other books that might interest you

  • L’antistoria nell’area del Medio Biferno - Ricostruzioni di cornici per le inquadrature di storia molisana - cover

    L’antistoria nell’area del Medio...

    Francesco Bozza

    • 0
    • 0
    • 0
    “L’antistoria nell’area del medio Biferno”, oltre alle ‘ricostruzioni’ delle situazioni geografiche, insediamentali e fisiche di un territorio, l’area del medio Biferno, il fiume ‘molisano’ per antonomasia, propone, dopo averli scrostati dal pregiudizio storiografico che li ha da sempre avvolti, le ambientazioni generali, all’interno delle quali, nei cambiamenti dettati dal continuo divenire umano, sono andate a collocarsi sia le situazioni e sia le inquadrature della storia molisana, che man mano sono ri-emerse ed alle quali, nel futuro, si dovrà fare riferimento da chi con serietà vorrà fare ricerca storica. 
    Quadri nuovi, se si considerano i temi venuti fuori: le influenze di lunghissimo periodo delle persistenze della grecità; la tipologia del ‘monachesimo’, eremitico e cenobitico, di matrice ‘basiliana’ rispetto ad una tradizione monastica del ‘pan-benedettino’; gli adattamenti alle convivenze con le altre culture (come quelle di arabi e di ebrei); i condizionamenti degli ordini crociato-cavallereschi; gli sviluppi in ambito locale delle radicali contrapposizioni politiche; le presenze della ‘contestazione’ eretica ai margini delle situazioni umane; la presenza delle ‘riforme’ prima della riaffermazione della ‘contro-riforma’. 
    Ed, a tutti sottesi, le motivazioni e gli effetti delle ‘cancellazioni’, da sempre operate dalla forza del vincitore, delle situazioni, umane e non, prodotte da chi, più debole o solo meno fortunato, era risultato sconfitto. 
    L’autore, in pratica, si è interessato all’altra metà (o, forse, più?) della storia, quella non scritta, ‘cancellata’ e ‘dispersa’; all’antistoria, appunto.
    Show book
  • Come finisce una democrazia - I sistemi elettorali dal dopoguerra ad oggi - cover

    Come finisce una democrazia - I...

    Giuseppe Palma, Paolo Becchi

    • 0
    • 0
    • 0
    Il tema della legge elettorale, con tutti i suoi inevitabili tecnicismi, non attira nessuno se non il solito pubblico molto ristretto degli addetti ai lavori o appassionati dell’argomento. Eppure, in fin dei conti, dopo la Costituzione si tratta della legge più importante di un Paese, quella che stabilisce le regole del “gioco democratico” che devono essere rispettose del dettato costituzionale. Ora, il nostro Parlamento è riuscito per ben due volte ad adottare leggi elettorali che, sottoposte entrambe al vaglio della Corte costituzionale, non l’hanno superato. 
    Sconcertati da tutto ciò abbiamo deciso di presentare un contributo che tracci, in modo sintetico, la storia dei sistemi elettorali che si sono succeduti in Italia dal dopoguerra ad oggi, prospettando ed analizzando anche le possibili soluzioni con le quali andremo a votare alle prossime elezioni politiche: dalle due leggi elettorali uscite dalle sentenze della Consulta numm. 35/2017 e 1/2014 (vale a dire il Legalicum alla Camera e il Consultellum al Senato, cioè l’Italicum e il porcellum così come falcidiati dalla Corte costituzionale), all’ipotesi di un modello tedesco “all’italiana” - un porcellinum con crauti - sul quale sembrava che tutti fossero d’accordo - e che poi si è arenato, sino alla novità dell’ ultima ora rappresentata da Mattarellum capovolto. 
    Questa storia infinita dimostra una cosa sola. Renzi con la sconfitta al referendum ha perso la sua battaglia politica e ora sta cercando di fare approvare una legge elettorale in cui tutti saranno al contempo vincitori e perdenti. La conseguenza? Un caos post elettorale di cui sapranno approfittare i poteri forti. Così finisce una democrazia. 
     
    Gli autori: 
    Paolo Becchi è professore ordinario di Filosofia del diritto presso l’ Università di Genova, dove è nato.  È opinionista de «Il Fatto Quotidiano online» e collabora con «Libero» e «Mondoperaio». 
    Autore di molti libri, insieme ad Alessandro Bianchi ha scritto, Oltre l’euro. Le ragioni della sovranità (Arianna Editrice) 
     
    Giuseppe Palma (Ostuni, 1978) è avvocato ed esercita la professione forense a Milano in collaborazione con uno studio legale della città meneghina. Dopo la laurea in giurisprudenza ha conseguito un master in sviluppo delle risorse umane (selezione del personale e formazione formatori). È autore di ventisette pubblicazioni: dal diritto costituzionale al diritto dell’Unione Europea, dall’economia alla storia del diritto, dalla storia moderna e contemporanea alla critica letteraria, dalla narrativa alla poesia. Scrive talvolta anche su quotidiani nazionali (Libero, Il Giornale d’Italia e La Verità) e su riviste giuridico-economiche. È stato tra i primi giuristi in Italia a denunciare con i suoi scritti le gravissime criticità esistenti nel rapporto Costituzione/Trattati europei-euro. Uno dei suoi libri più completi è La Costituzione come nessuno l’ha mai spiegata. Un viaggio con la più bella del mondo in occasione dei suoi 70 anni. Palma è altresì fondatore ed autore principale del blog giuridico-economico: lacostituzioneblog.com.
    Show book
  • Probi Pionieri dell'Emilia-Romagna - Una storia di cinquant'anni 1968-2018 - cover

    Probi Pionieri...

    Elio Pezzi

    • 0
    • 1
    • 0
    Questo libro è un viaggio nella storia e memoria dei cooperatori di Confcooperative Emilia-Romagna, i quali fin dall'inizio del secondo dopoguerra del '900, generarono o rigenerarono cooperative, fecero crescere e sviluppare le loro imprese, ne crearono di nuove negli anni del boom economico, organizzando poi, le une e le altre, in Consorzi e Unioni territoriali e regionali. Da Rimini a Piacenza 39 Cooperatori di età e percorsi diversi hanno raccontato la loro esperienza e il loro incontro con la cooperazione, affinché non vada perduta la memoria di entrambi. una memoria del passato, uno sguardo sul presente, una memoria soprattutto per il futuro di Confcooperative e dell'intero movimento cooperativo, il cui percorso appare sempre più rivolto a realizzare un'Alleanza storica per rilanciare e rinnovare l'economia del nostro Paese. Una memoria, personale e collettiva, di storia cooperativa da consegnare in eredità alle nuove generazioni.
    Show book
  • Scritti sulla cultura russa (1910-1960) - cover

    Scritti sulla cultura russa...

    Tommaso Fiore

    • 0
    • 0
    • 0
    Il presente volume raccoglie una selezione tra i più importanti scritti, pubblicati su quotidiani e riviste, che Tommaso Fiore ha dedicato alla cultura russa, a partire dal 1910 fino all'inizio degli anni Sessanta. 
    Tali riflessioni si declinarono perfettamente con le principali svolte storiche e culturali che caratterizzarono la sua percezione della Russia zarista e di quella sovietica: la Rivoluzione d’Ottobre, la Seconda Guerra Mondiale, lo stalinismo, il disgelo, il ruolo della Russia in Europa, ma anche il retaggio dei grandi classici (in particolare Tolstoj, Dostoevskij e Čechov), infine la testimonianza degli scrittori contemporanei e la loro diffusione in Italia. 
    La selezione di articoli qui presentata permette di apprezzare, più che in altri testi, lo stile e il metodo di Tommaso Fiore, volti sempre a una ricerca del senso ultimo delle cose e delle contraddizioni presenti nell'anima russa, attraverso il principio dell’accostamento di grandi opposizioni tematiche e la definizione delle frizioni derivanti da tale accostamento.
    Show book
  • Impara l'Estone - Velocemente Facilmente Efficiente - 2000 Vocaboli Chiave - cover

    Impara l'Estone - Velocemente...

    Languages Pinhok

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo libro contiene un elenco di 2.000 vocaboli, tra parole e frasi comuni, ordinati in base alla frequenza di utilizzo nelle conversazioni quotidiane. In base alla legge 80/20, con questo vocabolario impari prima le parole e le strutture delle frasi principali così da poter compiere progressi rapidamente e rimanere motivato.
     
    A chi è rivolto questo libro?Questo libro è rivolto agli studenti di estone principianti e di livello intermedio che sono fortemente motivati e disposti a dedicare all'apprendimento 15-20 minuti al giorno. La struttura di questo vocabolario è semplice: sono state eliminate tutte le cose inutili in modo da permetterti di concentrarti esclusivamente sulle parti che ti consentono di compiere i progressi maggiori nel minor tempo possibile. Se sei disposto a dedicare all'apprendimento 20 minuti ogni giorno, questo libro rappresenterà il miglior investimento che tu possa fare quale studente principiante o di livello intermedio. Ti sorprenderai della velocità a cui progredirai con qualche settimana di esercizio quotidiano.
     
    A chi non è rivolto questo libro?Se sei uno studente di estone di livello avanzato, questo libro non è adatto a te. In questo caso visita il sito Web o cerca il vocabolario estone che contiene più parole ed è suddiviso in argomenti, uno strumento ideale per gli studenti di livello avanzato che desiderano migliorare la lingua in determinati campi.Inoltre, se stai cercando un manuale di lingua estone completo che ti guidi attraverso le varie fasi di apprendimento della lingua, questo libro non è sicuramente adatto a te. Questo libro contiene esclusivamente vocaboli. Gli studenti che desiderano imparare la grammatica e la pronuncia dovranno trovare altre risorse o frequentare corsi di lingua. Questo libro consente di apprendere rapidamente i vocaboli fondamentali. Non contiene le informazioni che molte persone si aspetterebbero da un libro per l'apprendimento tradizionale della lingua. Considera questo aspetto prima di acquistarlo.
     
    Come utilizzare questo libroPer ottenere i risultati migliori, ti consigliamo di consultare questo libro quotidianamente. Studia un numero prefissato di pagine ogni giorno. Questo libro è suddiviso in sezioni di 50 vocaboli ciascuna per permetterti di progredire gradualmente. Supponiamo, ad esempio, che attualmente stia ripassando i vocaboli da 101 a 200. Solo se conosci bene i vocaboli da 101 a 150, puoi iniziare a imparare i vocaboli da 201 a 250. Il giorno successivo salta i vocaboli da 101 a 150 e continua a ripassare i vocaboli da 151 a 250. In questo modo leggerai gradualmente l'intero libro e migliorerai le tue conoscenze linguistiche con ogni pagina che imparerai bene.
    Show book
  • Esserci e musica - Heidegger e l'ermenetica musicale - cover

    Esserci e musica - Heidegger e...

    Federico Nicolaci

    • 0
    • 0
    • 0
    Nulla sembra essere più distante dalla filosofìa, e dalla sua equilibrata misura, della musica. E tuttavia nulla si mostra di altrettanto vicino se si guarda alla loro essenza e alla loro scaturigine. Le pagine di questo lavoro intendono mostrare come musica e filosofia condividano il ‘luogo’, non sempre facilmente accessibile, da cui entrambe affluiscono, la medesima sorgente originaria. Questa essenziale vicinanza si mostra laddove l’uomo apra lo sguardo alla propria condizione e alla propria radicale gettatezza, a partire dalla quale la musica fa risuonare il suo canto rammemorante e che la filosofia apre alla parola. Incantato dalla musica, all’uomo è data allora la possibilità di aprirsi alla sua più profonda essenza, e quindi a ciò che lo concerne in maniera essenziale, da cui pure egli sempre fugge.
    Show book