You wouldn't limit the air you breathe. Why limit your readings?
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Libro Vocabolario Finlandese - Un Approccio Basato sugli Argomenti - cover

Libro Vocabolario Finlandese - Un Approccio Basato sugli Argomenti

Pinhok Languages

Publisher: Pinhok Languages

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Questo vocabolario contiene oltre 3.000 tra parole e frasi, raggruppate per argomento. In questo modo puoi scegliere che cosa imparare prima. Inoltre la seconda metà del libro contiene due indici che possono essere utilizzati come dizionari di base per cercare le parole nelle due lingue. Insieme, le tre parti rappresentano una risorsa eccezionale per gli studenti di tutti i livelli.
 
Come utilizzare questo vocabolario finlandese?Non sai da dove iniziare? Ti consigliamo di studiare iniziando dai capitoli relativi a verbi, aggettivi e frasi nella prima parte del libro. In questo modo getterai le basi per proseguire nello studio e imparerai un numero sufficiente di vocaboli finlandesi per una comunicazione di base. Utilizza i dizionari presenti nella seconda metà del libro ogni volta che devi cercare parole che senti per strada o parole finlandesi di cui desideri conoscere la traduzione o semplicemente per imparare nuove parole in ordine alfabetico.
 
Alcune considerazioni finali:I vocabolari risalgono a secoli fa e, come nel caso di tutte le cose che esistono da tempo, non sono molto di moda e sono un po' noiosi. Di solito, però, sono molto utili. Oltre al dizionario finlandese di base, questo vocabolario finlandese è un'ottima risorsa per l'apprendimento della lingua e risulta particolarmente utile quando non puoi utilizzare Internet per cercare parole e frasi.

Other books that might interest you

  • Sui sentieri della meraviglia - Lezioni di introduzione alla filosofia alla luce della riflessione di Tommaso d'Aquino - cover

    Sui sentieri della meraviglia -...

    Andrea Porcarelli

    • 0
    • 0
    • 0
    Il testo nasce da una pluridecennale esperienza di insegnamento accademico, di Introduzione alla filosofia, presso la facoltà filosofica dei Padri Domenicani di Bologna (Studio Filosofico Domenicano, affiliato alla Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino in Roma) e si caratterizza per l’intento di aiutare sia chi non si è mai occupato di filosofia, sia quanti abbiano eventualmente fatto studi di carattere storico-filosofico, ad esplorare i territori della riflessione filosofica a partire da un’angolatura specifica. Quella di un approccio che potremmo definire di un “realismo critico”, che si rifà alla lezione di Tommaso d’Aquino, pur confrontandosi in modo onesto e leale con il dibattito filosofico contemporaneo.
    Show book
  • L'insegnamento della filosofia oggi - cover

    L'insegnamento della filosofia oggi

    Ferruccio De Natale

    • 0
    • 0
    • 0
    Le Università degli Studi di Bari e di Padova istituiscono un Centro Interuniversitario di Didattica Filosofica al fine di sviluppare iniziative comuni di ricerca nell’ambito dei problemi teorici, delle tradizioni storiche e delle soluzioni innovative inerenti alla trasmissione del sapere filosofico nella scuola e nell’università. A partire dalle esperienze maturate nei rispettivi corsi di perfezionamento post-laurea, già in essere nelle due sedi convenzionande e che costituiscono gli unici due corsi di perfezionamento in Didattica della Filosofia esistenti in Italia, il Centro si propone, in particolare, la costituzione di un archivio documentale riguardante la didattica della filosofia nel nostro Paese e lo studio storico-critico della situazione dell’insegnamento della filosofia in altri contesti nazionali europei ed extraeuropei.
    Show book
  • I Signori della Catastrofe - Siamo guidati da incapaci - cover

    I Signori della Catastrofe -...

    Marco Della Luna

    • 0
    • 0
    • 0
    Dall’autore di Neuroschiavi, €uroschiavi, Cimit€uro e Traditori al Governo?, un’altra analisi spietata ma lucida del delicatissimo periodo che sta attraversando il nostro Paese, alla luce degli ultimi fatti fino al Governo Letta.
    Un atto di accusa verso quasi tutta la classe politica e burocratica, responsabile del disastro in corso, e verso chi oggi ritorna al governo, sebbene sia in palese conflitto di interesse, totalmente incompatibile con la carica pubblica. Un atto di accusa che non perdona nessuno, tantomeno autorità e politici di paesi vicini, dell’UE, della BCE. 
    Oltre alle ragioni della catastrofe – che però per alcuni è un successo - l’Autore spiega anche come non cadere vittime di illusioni e di veri e propri imbrogli propinati dalle banche, dalle stesse istituzioni:
    “Cavalcando una campagna di riforme pseudo-liberiste e pseudo-europeiste e imponendo (attraverso FMI, BCE, UE, governi e parlamenti menati a guinzaglio) modelli economici volutamente sbagliati che ci condannano a una depressione senza sbocchi, gli interessi finanziari apolidi (organizzati in centri decisionali non responsabili, quali Bilderberg Group, Trilateral Foundation, Aspen Institute, Goldman Sachs) destabilizzano interi paesi, espropriano risparmi e conti correnti. Il tutto per garantire le loro speculazioni d’azzardo e i loro profitti in un sistema finanziario parallelo, esentasse e nascosto, che iniziava a emergere dallo scandalo Offshore Leaks, che subito è stato oscurato.
    Ma il loro fine va oltre il profitto e il potere politico... attraverso crisi e paura essi trasformano l'uomo e la sua società.
    I vertici dei governi, delle banche centrali e dell’UE discendono ormai apertamente tra noi da quel superiore livello decisionale, la gente lo capisce, quindi vota sempre meno”.(Marco della Luna)
    Show book
  • La Globalizzazione della Nato - Guerre imperialiste e colonizzazioni armate - cover

    La Globalizzazione della Nato -...

    M. Darius Nazemroaya

    • 0
    • 0
    • 0
    Originata dalla Guerra Fredda, l’esistenza della North Atlantic Treaty Organization era giustificata quale argine di difesa nei confronti di ogni minaccia sovietica nei confronti dell’Europa Occidentale. Tale ragion d’essere è da lungo tempo svanita con il collasso dell’Unione Sovietica e la fine della Guerra Fredda. Nonostante ciò la NATO ha continuato a espandersi senza sosta proprio verso Est, in direzione del suo antico nemico. La Jugoslavia in particolare ha costituito un punto di svolta per l’Alleanza Atlantica e il suo mandato. 
     
    L’organizzazione ha mutato il proprio quadro strategico da difensivo in offensivo sotto il pretesto dell’umanitarismo. Proprio partendo dalla Jugoslavia la NATO ha intrapreso il proprio cammino verso la globalizzazione, andando a interessare un’area di operazioni più estesa al di fuori del continente europeo. 
     
    Assurta via via sempre più a simbolo del militarismo statunitense e della diplomazia dei missili, la NATO ha agito come braccio del Pentagono ed è stata dislocata nelle zone di combattimento dove sono stati impegnati gli Stati Uniti e i loro alleati. 
     
    Dov’è finito l’originario scopo difensivo per cui la NATO è stata creata ? Quali sono i progetti occulti che sottendono a questa organizzazione?
    Show book
  • L'arte di fare il cattivo - Ovvero origine epifanie e metamorfosi dell'Orco - cover

    L'arte di fare il cattivo -...

    Carlo Lapucci

    • 0
    • 0
    • 0
    Ognuno di noi almeno una volta ha ascoltato, da bambino, fiabe che parlassero dell’Orco e qualche volta addirittura la minaccia che costui fosse pronto a venirci a prendere, se non facevamo i bravi. Ognuno se lo è dipinto a immagine delle proprie paure, attingendo però, senza rendersene conto, a quello che è un bagaglio di cultura popolare profondo e antichissimo: dai miti greci del mondo degli inferi, al folklore contadino ricco di personificazioni della natura (il vento, la tempesta, il terremoto) ed elementi magici e pagani, la figura di questo personaggio dalla gran bocca cannibale e dal fiuto sopraffino ha attraversato molte varianti di forma e di nome, delle quali l’autore ci dà conto in modo esaustivo e piacevole in questo piccolo saggio.
    Show book
  • Mare Monstrum - Immigrazione: Bugie e Tabù - cover

    Mare Monstrum - Immigrazione:...

    Alessio Mannino

    • 0
    • 0
    • 0
    Capire cos’è realmente l’immigrazione di massa in Italia negli ultimi anni significa sbugiardare la falsificazione politicamente corretta del migrante idealizzato o demonizzato a priori, cioè dipinto alternativamente come un nemico invasore o confratello universale, quando invece è, al tempo stesso, vittima e strumento di uno scempio umano. Un fenomeno certamente epocale viene rappresentato come destino ineluttabile e giusto in sé, mentre ha un’origine storica ben precisa: la globalizzazione finanziaria e dei mercati che attraverso l’ideologia della crescita infinita e del progresso illimitato ha colonizzato a scopi economici l’immaginario planetario, attirando in Occidente e nei Paesi globalizzati le bestie da soma dello sradicamento sociale e culturale incarnato dal Consumatore Unico Mondiale. 
    Ricostruendo le motivazioni di fondo delle transumanze umane, il libro tratta gli aspetti principali del fenomeno migratorio sulla base dei dati e dei fatti di cronaca emersi nell’ultimo periodo. Una critica al falso mito dell’immigrazione come necessità irreversibile e gioiosa, sbandierata dai missionari laici del cieco buonismo e sostenuta dal calcolo utilitaristico del sistema industriale che non distingue popoli, storie e culture ma conosce soltanto le esigenze del mercato fine a se stesso. Un’illusione strumentale, la “migrazione felice”, che nasconde il lato oscuro della desertificazione di differenze. A danno sia di chi arriva sia di chi ospita.
    Show book