Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Il viaggio - Mappa filosofica per l'uomo contemporaneo - cover

Il viaggio - Mappa filosofica per l'uomo contemporaneo

Peter Kreef

Publisher: Homeless Book

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Immaginate di essere invitati da Socrate stesso a intraprendere un viaggio speciale, alla ricerca della verità che può dare senso alla vita. Esiste la verità? Se esiste, possiamo sperare di conoscerla? Esistono il bene e il male? E perché è così importante dare risposta a queste domande? Ad accompagnarvi lungo il cammino ci sono i grandi filosofi antichi, pronti ad interpellarvi e a mettere in crisi le vostre convinzioni, mentre Socrate e poi CS Lewis vi inviteranno, con la ragione, a saggiare le loro teorie e a confutarne gli errori.

Other books that might interest you

  • Libri da disegno per bambini: Come disegnare le piante - cover

    Libri da disegno per bambini:...

    Tina Sun

    • 0
    • 0
    • 0
    Libri di disegno per bambini: come disegnare le piante è un libro di pittura adatto ai bambini. È più adatto a bambini dai 3 agli 8 anni. Attraverso la decomposizione graduale della pittura, è facile e piacevole comprendere le abilità della combinazione linea e linea della pittura.Libri di disegno per bambini: come disegnare le piante questo libro include la pittura passo-passo e la creatività e lo sviluppo del colore.Creatività e ColoreIl colore negli occhi dei bambini è molto importante. La loro creatività è più preziosa del dipinto stesso.Le piante non hanno un solo colore. Di che colore sono i loro occhi? Come esprimere il colore nei tuoi occhi? Questo libro racconterà loro un diverso mondo della pittura.
    Show book
  • Anche Francesco le diceva - Una riflessione sociolinguistica sull’uso delle parolacce - cover

    Anche Francesco le diceva - Una...

    Natale Fioretto

    • 0
    • 0
    • 0
    «Dimmi le parolacce che usi e ti dirò chi sei, da dove vieni, da quale popolo sei stato educato o negativamente condizionato» (Dario Fo) 
     
    Tutti diciamo le parolacce, chi più chi meno. Anche Francesco, il poverello d’Assisi, le diceva, come testimoniano i suoi “Fioretti”. Eppure le parolacce sono considerate un vizio spregevole (e il dispregiativo è presente già nel termine stesso) e di basso livello, da cui ci si vorrebbe liberare per essere più «civili». La pensava diversamente il neurologo britannico John Hughlings Jackson (1835-1911) che sosteneva: «Colui che per la prima volta ha lanciato all’avversario una parola ingiuriosa invece che una freccia è stato il fondatore della civiltà». Sembra, tra l’altro, che tale aforisma sia stato fatto proprio da alcuni politici italiani che della parolaccia hanno fatto la propria cifra espressiva. 
     
    Queste breve riflessioni sociolinguistiche sull’uso delle parolacce guardano alla questione delle “male parole” come a un dato di fatto e ne valutano gli effetti nella comunicazione, ponendo una particolare attenzione all’aspetto culturale. Con un’ultima, impellente, domanda: se le parolacce fanno parte della cultura di un popolo, come mai nelle grammatiche italiane per stranieri, e non solo, sono un argomento tabù?
    Show book
  • Menandro il Conquistatore - Il re greco che soggiogò l'India - cover

    Menandro il Conquistatore - Il...

    Mirko Rizzotto

    • 0
    • 0
    • 0
    Nel II secolo avanti Cristo i Greci iniziarono la loro più grande avventura nella lontana India, guidati da un giovane e valoroso re che aveva raccolto l’eredità di Alessandro Magno, pronto a spingersi in terre misteriose e lontane che le falangi macedoni non avevano mai nemmeno sentito nominare: questo giovane re era Menandro. 
     
    Figlio di umili coloni, Menandro scalò il potere grazie alle proprie doti di guerriero, ma seppe passare alla storia grazie anche alla sua curiosità e umanità, che lo portarono a una conversione al Buddhismo, foriera di grandi sviluppi letterari e filosofici e che lo resero il protagonista di uno dei capolavori della letteratura orientale, Le domande di re Menandro. 
     
    Seguendo la sua stupefacente parabola ricostruiamo per la prima volta in una biografia le vicissitudini di questo grande stratega, ricorrendo alle fonti più disparate (storici greci e romani, annalisti cinesi, filosofi indiani) per tentare di fare luce sul cammino e l’eredità di questo grande, ma poco conosciuto, protagonista del passato.
    Show book
  • Elementi di Psicoanalisi - cover

    Elementi di Psicoanalisi

    Edoardo Weiss

    • 0
    • 0
    • 0
    L’autore di queste lezioni, Dott. Edoardo Weiss, mio amico e discepolo, ha desiderato che premettessi qualche parola di raccomandazione.Lo faccio, pur essendo pienamente convinto che ogni raccomandazione è superflua. L’opera si raccomanda da sé. Chi sa valutare la serietà di un lavoro scientifico; chi apprezza l’onestà dello studioso che non vuol diminuire o negare le difficoltà; chi gode dell’abilità del maestro, che con la sua esposizione getta luce nel buio e mette ordine nel caos, deve riconoscere il grande merito di questo libro e condividere la mia speranza ch’esso abbia a suscitare tra le persone colte e tra gli scienziati d’Italia un non passeggero interesse per la giovane scienza della psicoanalisi.
    Show book
  • Governo Globale - La storia segreta del nuovo ordine mondiale - cover

    Governo Globale - La storia...

    Enrica Perucchietti, Gianluca...

    • 0
    • 0
    • 0
    Vuoi scoprire cos ’è il Nuovo Ordine Mondiale? Crisi economiche, rivoluzioni, guerre. Che cosa si cela dietro il rischio di crollo dell’Eurozona, la cosiddetta “Primavera Araba”, l’uccisione di Osama bin Laden, la guerra in Libia, i cablogrammi di Wikileaks, l’attentato di Oslo e Utoja e l’insediamento del governo Monti? Che cosa lega l’omicidio di John Kennedy all’assassinio di Olof Palme? Come fanno eventi in apparenza così diversi e distanti ad avere un’origine comune?
    Show book
  • Elogio della Follia - cover

    Elogio della Follia

    Erasmo da Rotterdam

    • 0
    • 0
    • 0
    L'Elogio della Follia è l’opera più famosa di Erasmo da Rotterdam. Scritto nel 1508, conserva una vivacità e una potenza dirompenti. L’autore immagina che la Follia sia una dea, che in un discorso pubblico mostra  di quanti e quali benefici l’intera umanità goda grazie a lei e come, senza la sua opera, la vita risulterebbe spiacevole se non addirittura insopportabile. In quello che lo stesso Erasmo definisce come uno “scherzo letterario” con uno stile ferocemente satirico vengono passate in rassegna varie categorie di personaggi, non risparmiando né re né papi. Erasmo condanna non i seguaci della Follia, ma i veri pazzi, che, nella loro presunzione di essere infallibilmente nel vero, infliggono sofferenze e dolori all'umanità, causano guerre, tormentano l’intero genere umano.
    Show book