Discover a world full of books!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Rock Bazar - 575 storie rock - cover

Rock Bazar - 575 storie rock

Massimo Cotto

Publisher: Vololibero

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Da un grande successo radiofonico un libro di culto. 
575 racconti tratti dalla trasmissione Rock Bazar di Virgin Radio. Una trasmissione di vero culto che ha ormai centinaia di migliaia di fan sparsi in Italia che a gran voce hanno richiesto la pubblicazione di questo libro. 
Rock Bazar, il programma su Virgin Radio racconta attraverso la voce di Massimo Cotto le storie più strane degli ultimi 60 anni di rock. Racconta gli eccessi, quelli che fanno parte dell’immaginario del rock e che Massimo ha raccolto in tanti anni di lavoro direttamente dalle voci dei protagonisti o da chi a quegli episodi, spesso diventati leggenda, ha assistito. 
“La domanda – dice Cotto - che ogni lettore ha sulla punta delle labbra è: queste storie sono vere oppure leggenda?” “Difficile nel rock distinguere la realtà dall’invenzione –prosegue - Che importa sapere dove stia la verità?”

Other books that might interest you

  • MINIMAL Foto in 1 metroquadro - cover

    MINIMAL Foto in 1 metroquadro

    Umberto Santucci

    • 0
    • 0
    • 0
    Gli strumenti utili per gestire la transizione che stiamo vivendo richiedono creatività, capacità di vedere cose usuali in modo diverso, piuttosto che vedere in modo usuale cose diverse. Che cosa di meglio che attivare l’occhio di una fotografa che lo ha sempre esercitato con feeling and form, come direbbe la filosofa Susanne Langer? Una fotografa il cui sentire si fa forma, la forma si fa emozione. Una fotografa che ad un certo punto della sua carriera si è trovata nella condizione di dover limitare i suoi spostamenti, ed ha avuto la saggezza di valutare la situazione per ciò che le avrebbe dato, non per ciò che le avrebbe tolto. Da sempre sensibile all’ambiente, al mare, al cielo, e capace di dare bellezza a qualsiasi soggetto che decideva di ritrarre, da qualche anno ha iniziato una ricerca silenziosa e profonda sul mondo intimo della sua casa, delle sue cose, del suo balcone, con qualche fuga sulla spiaggia di Fregene, un tratto di spiaggia fra mare e fiume dove ama vagare per catturare effimere trame lasciate sulla sabbia dal mare e dal vento. 
    Ne sono venute fuori straordinarie raccolte di immagini che Patrizia Savarese ha realizzato, un po’ per sé, un po’ per Getty Images, un po’ per questo book.
    Show book
  • Danzando tra le arti - cover

    Danzando tra le arti

    Giulia Salvagni

    • 0
    • 0
    • 0
    Viaggio tra le principali espressioni culturali che hanno determinato lo sviluppo storico ed estetico tra Otto e Novecento in relazione all'arte coreutica. Con una introduzione di Rosanna Pasi, presidente FNASD.
    Show book
  • I due che salvarono il Natale - cover

    I due che salvarono il Natale

    Marco Fabbrini

    • 0
    • 0
    • 0
    Nel sud della Toscana, ai piedi di un antico vulcano, sorge un paese i cui abitanti lavorano quasi tutti in una grande miniera. Il lavoro è duro e procede incessante. Ma ogni anno il trambusto si ferma alla vigilia di Natale: la sera delle Fiaccole. 
    L’usanza vuole che per quella magica notte siano erette alte pire di legna che quasi arrivano ai comignoli dei tetti e che verranno poi incendiate, riscaldando la Notte Santa. Ce n’è una per ogni via e tutti gli abitanti si prodigano nella loro preparazione. Non sanno da quanto tempo si facciano, ma chiunque – dal più giovane al più anziano – giurerebbe di averle sempre viste fare. 
    Ma che succede se qualcuno, in nome di interessi molto più materiali, vuol far lavorare gli uomini anche durante il Natale? 
    È proprio il tentativo di ignorare questa usanza ad accendere la miccia della storia, che si dipana tra lotte operaie, padroni che al posto del cuore hanno un portafogli, bambini che sanno come creare il giusto scompiglio per rimettere tutto a posto e adulti che per una causa – dalla più pura e delicata alla più illecita – possono rischiare la propria vita.
    Show book
  • Il Libro Degli Accordi Per Chitarra - Accordi Per Chitarra - Principianti & Avanzati - cover

    Il Libro Degli Accordi Per...

    Pauric Mather

    • 0
    • 0
    • 0
    INCREDIBILE VALORE PER IL DENARO★ Oltre 100 accordi per chitarra con Illustrazioni Superbe★ Oltre 50 consigli Personalizzati per suonare★ 100 accordi chitarra più suonati★ Una Semplice Guida in 3 Fasi che funziona
     
    Per migliaia di persone questo è Il Libro Sugli Accordi Per Chitarra Definitivo. Inizierai imparando accordi per chitarra dal suono bellissimo, facili da suonare. Si trovano in ogni canzone e stile musicale.
     
    MEGLIO DI UN INSEGNANTE DI CHITARRA
     
    ★ Come Cambiare Accordi Velocemente★ Come rendere gli accordi Più Semplici Da Suonare★ Insegna a te stesso o agli altri in lezioni private e di gruppo★ Complimenta ogni libro di canzoni & metodo di insegnamento
     
    L’UNICO LIBRO DI ACCORDI CHE TI SERVE
     
    Tutto quanto è Spiegato Superbamente - e ti viene mostrato esattamente come suonato dai migliori chitarristi. Questa è La Chiave Per Il Tuo Successo - ed aiuta ad ottenere in settimane quello che molte persone impiegano anni per imparare.
     
    Tuttavia questo è Un Libro Semplice. Chiaro, pratico, e Facile Da Seguire. L'autore, Pauric Mather, ha illustrato ciascun accordo talmente bene che Non Sarà Necessari Alcuna Conoscenza Musicale per imparare.
    Show book
  • Banana Republic 1979 - Dalla De Gregori e il tour della svolta - cover

    Banana Republic 1979 - Dalla De...

    Ferdinando Molteni

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo libro contiene la storia vera di una piccola rivoluzione italiana chiamata Banana Republic. Un tour che cambierà per sempre la storia della musica dal vivo in Italia. 
    Francesco De Gregori aveva ricominciato a cantare da poco. La ferita del “processo” del Palalido del 1976 cominciava appena a rimarginarsi. Lucio Dalla era al massimo del successo e della fama. L'anno che verrà aveva stregato tutti e i suoi dischi erano i più venduti. All'inizio del 1979 i due decidono di intraprendere una tournée negli stadi. La progettano insieme a uno staff di produttori, tecnici e musicisti mai visto fino ad allora in Italia, 
    È un azzardo, dicono in molti. Ci sono gli “autoriduttori”, quelli che tirano le molotov sul palco, la violenza politica che, proprio nei concerti, trova una delle sue valvole di sfogo. 
    Ma loro vanno avanti. E cominciano, in una sera nuvolosa del giugno 1979, al campo sportivo di Savona. 
    Questo lavoro racconta la genesi e i retroscena di quel concerto e dello storico tour, attraverso i documenti dell'epoca e le parole dei protagonisti. Che non furono soltanto Dalla e De Gregori, ma anche Ron, che rilanciò una carriera musicale, e quelli che, qualche anno dopo, diventeranno gli Stadio. 
    Le storie nascoste, le curiosità, le canzoni, le liti e le amicizie, le miserie e la grandezza di un tour che fu visto da seicentomila persone, di un disco che scalò le classifiche e di un film che arrivò nelle sale cinematografiche per consolare chi, quei concerti, non li aveva visti. 
    Un inserto a colori raccoglie le foto della prima data realizzate da Roberto Villa. Mentre all’interno il volume ospita immagini di Bruno Caserio e Valeria Bissacco. 
     
    Ferdinando Molteni è giornalista, saggista, docente e musicista che si occupa, da molti anni, di canzone d'autore italiana. Laureato all'Università di Genova, tiene regolarmente lectures e corsi presso istituzioni culturali e università negli Stati Uniti (New York University, Stony Brook University, Saint Joseph's University in Philadelphia, University of Illinois), in Argentina e Uruguay, in Francia e Italia. Tra i suoi libri recenti: Controsole. Fabrizio De André e Crêuza de mä (Arcana, Roma 2011) e L'ultimo giorno di Luigi Tenco (Giunti, Firenze 2015). Ha scritto anche per il teatro e la televisione.
    Show book
  • Prove di Drammaturgia n 2 2015 - Rivista di inchieste teatrali - cover

    Prove di Drammaturgia n 2 2015 -...

    Elena Di Gioia, Claudio Longhi

    • 0
    • 0
    • 0
    Il n. 2/2015 di Prove di Drammaturgia, a cura di Elena Di Gioia e Claudio Longhi, raccoglie gli atti e le testimonianze del convegno S-pettinare la realtà – sulle scritture di Elfriede Jelinek e del Festival Focus Jelinek-festival per città, dedicato all'autrice austriaca, restituendo la moltiplicazione di sguardi e voci che ha caratterizzato il progetto e rilanciando alcuni spunti di riflessione sui rapporti tra la scrittura di Elfriede Jelinek e gli artisti. 
     
    Il numero si struttura in cinque parti. 
    Nella prima sezione hanno sede gli atti del convegno, a cura di Elena Di Gioia e Claudio Longhi in collaborazione con CIMES Centro di Musica e Spettacolo - Dipartimento delle Arti dell'Università di Bologna, che ha visto la partecipazione di Luigi Reitani – che ha approfondito il rapporto tra i testi per il teatro di Elfriede Jelinek e le loro potenzialità realizzative –, di Rita Svandrlik – che ha rilevato come gli esperimenti linguistici dell'autrice creino cortocircuiti polifonici che rispecchiano il ruolo dell'individuo nella contemporaneità e lo portano a prendervi parte attiva –, di Marcello Soffritti e Elisa Balboni – che, dopo aver tradotto per Titivillus FaustIn and Out, hanno descritto i tranelli presenti nel testo e hanno fatto luce sui suoi molteplici sotto-testi –, di Gerardo Guccini – che ha mostrato come siano entrati in dialogo i testi di Elfriede Jelinek con gli artisti italiani –, di Silke Felber – che ha approfondito la genesi e i caratteri di uno degli ultimi testi dell'autrice, Die Schutzbefohlenen (I rifugiati coatti). 
     
    Nella seconda sezione del numero si trovano alcune interviste, a cura di Altre Velocità, alla curatrice del progetto Elena Di Gioia e agli artisti coinvolti Claudio Longhi; Andrea Adriatico; Fabrizio Arcuri; Enrico Deotti; Chiara Guidi; Chiara Lagani; Angela Malfitano; Nicola Bonazzi; Fiorenza Menni; conversazioni che accompagnano alla visione delle opere. 
     
    Una terza sezione è dedicata alle interviste che l'autrice ha concesso, nell’ambito del Focus Jelinek, ad Anna Bandettini e a Katia Ippaso e si conclude con una riflessione di Massimo Marino sull'idea di teatro e sull'utilizzo della parola “teatro” nel corpus di Elfriede Jelinek. 
     
    Infine, il numero volge alla conclusione con un dialogo tra Elfriede Jelinek e gli artisti italiani che hanno preso parte al progetto e che hanno avuto modo di porre all’autrice questioni “sommerse” dentro ogni opera, ricevendo dalla stessa autrice risposte ricche di aperture e riflessioni.  Il dialogo è stato appositamente creato e che qui trova la sua prima pubblicazione in Italia. 
     
    Chiude il secondo numero del 2015 di “Prove di Drammaturgia” uno scritto della stessa Elfriede Jelinek, una lettera all'Italia che ha saputo ospitarla tanto calorosamente dedicandole un intero Festival e questo numero speciale.
    Show book