Discover a world full of books!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Dante e l'Islam - L'empireo delle luci - cover

Dante e l'Islam - L'empireo delle luci

Massimo Campanini

Publisher: Edizioni Studium S.r.l.

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

I rapporti tra Dante e la cultura islamica sono notoriamente controversi. Se, da una parte, il sommo poeta è sempre piuttosto aspro e polemico contro l’Islam; dall’altra, nella Commedia ma ancor di più nel Convivio, teorizza una cosmologia in cui le tracce di arabismo sono evidentissime: dalla struttura fisica dei cieli al ruolo degli intelletti che muovono le sfere per appetito d’amore. Questo libro cerca di colmare il vuoto lasciato nella memoria dell’Occidente, indagando il retaggio del pensiero islamico in Dante, di cui offre anche una innovativa ipotesi biografico-intellettuale con particolare enfasi sul contesto politico. Ne emerge che i mondi, arabo ed euro-occidentale, non erano chiusi e reciprocamente ostili, ma continuamente interagenti al di là dello “scontro di civiltà”.

Other books that might interest you

  • Il Manifesto del Partito Comunista - Guida Manifesto e Dizionario - cover

    Il Manifesto del Partito...

    Karl May, Friedrich Engels

    • 0
    • 0
    • 0
    Il volume propone il testo integrale del Manifesto, accompagnato da un ampio corredo di note e di apparati: una Guida allo Studio, dei Consigli di lettura, un Dizionario dei termini e delle figure del Manifesto.
    Show book
  • Il tempo dei giovani - cover

    Il tempo dei giovani

    A. Cavalli

    • 0
    • 20
    • 0
    Il tempo dei giovani, ristampa della ricerca promossa dallo IARD e condotta a A.R. Calabrò, A. Cavalli, C. Colucci, C. Leccardi, M. Rampazi, S.Tabboni e pubblicata nel 1985 nella collana Studi e Ricerche CCIII de Il Mulino, é una ricerca sui giovani, ma é una ricerca, per un aspetto importante, diversa dalle tante che sono state svolte su questo oggetto. Essa assume infatti il modo di porsi di fronte al tempo come ottica privilegiata per esplorare la condizione giovanile. L'idea di condurre una ricerca adottando questa ottica e nata da una certa sensazione di riduttivitá che le ricerche sui giovani prodotte negli ultimi anni tendono a suscitare. Sappiamo molte cose sui rapporto tra giovani e lavoro, sugli atteggiamenti dei giovani nei confronti della politica, sui loro rapporti con la famiglia e con la scuola, sui modi con cui usano il tempo libero, sui loro consumi. Ma la sensazione di riduttivitá nasce dal fatto che la condizione giovanile e comunque qualcosa di più della somma dei suoi singoli aspetti e che trascurando questo elemento aggiuntivo e unificante si perde qualcosa di sostanziale. Si avverte che il nocciolo della questione giovanile consiste nel fatto di presentarsi nei termini di una sindrome globale che non si lascia ridurre ai singoli aspetti del rapporto tra giovani e società considerati uno alla volta. Si presume, cioè, l´ esistenza di un momento unificante che sembra attraversare trasversalmente i vari aspetti e conferire ad essi una fisionomia particolare.
    Show book
  • Passa parole - Chiavi di lettura delle indicazioni 2012 - cover

    Passa parole - Chiavi di lettura...

    Giancarlo Cerini

    • 0
    • 0
    • 0
    Il testo illustra e commenta le indicazioni per il curricolo per la scuola dell'infanzia e il primo ciclo di istruzione, revisionate nel corso del 2012. Oltre sessanta autori (prevalentemente insegnanti, ma anche docenti universitari, esperti, cultori delle diverse discipline) hanno analizzato circa 70 parole-chiave che caratterizzano il nuovo testo delle Indicazioni. Attraverso un ideale passa... parole, vengono individuati i nodi concettuali, le prospettive didattiche, le implicazioni professionali del documento, che rappresenta oggi il punto di riferimento per l'elaborazione dei curricoli nella scuola dell'autonomia. Il testo si fa apprezzare per snellezza e ricchezza di punti di vista e vuole stimolare un analogo lavoro di carattere collaborativo tra gli insegnanti.
    Show book
  • Economia fede e società del gratuito - Riflessioni e spunti sull’intuizione economica di don Oreste Benzi - cover

    Economia fede e società del...

    Stefano Zamagni, Giovanni Paolo...

    • 1
    • 0
    • 0
    In un uomo di carità come don Benzi, che non pretendeva di diventare un economista, la riflessione sulla economia e sui suoi paradigmi è stata sorprendente soprattutto per mettere in evidenza che era possibile costruire una società del dono e del gratuito. 
     
    La sua proposta è in definitiva quella di far entrare il principio dell’amore come quello dell’agape dentro l’economia e non fuori. 
    L’economia non può essere l’ordine del profitto, ma l’espressione alta e sistematica di un ordine sociale basato sulla stretta connessione tra filia e agape.
    Show book
  • Flavio Belisario - Il generale di Giustiniano - cover

    Flavio Belisario - Il generale...

    Alberto Magnani

    • 0
    • 0
    • 0
    Belisario fu l’ultimo grande generale dell’antichità. Alla testa degli eserciti dell’Imperatore Giustiniano, combatté contro Persiani, Vandali, Goti e Unni, riconquistando parte dell’Impero d’Occidente. La sua figura, celebrata da Dante Alighieri, ha ispirato poeti, artisti e romanzieri, sino a essere trasfigurata addirittura in personaggi della fantascienza. Ma chi meglio ha raccontato Belisario è stato il suo segretario Procopio, che ne eternò la fama nella propria opera storiografica, salvo poi demolirne il mito nelle Carte segrete. 
     
    In questa biografia si tenta di ricostruire la vita di Belisario nella sua interezza, in modo da comprenderne le idee strategiche, chiarire il suo reale rapporto con Narsete, il generale che, a torto, gli viene tradizionalmente contrapposto, senza trascurare il suo movimentato matrimonio con l’energica Antonina. Sullo sfondo, le vicende di un periodo decisivo per la Storia, in cui il mondo antico è ormai avviato al tramonto.
    Show book
  • Religioni potere e biopotere - cover

    Religioni potere e biopotere

    Arturo Gortenuti

    • 0
    • 0
    • 0
    Il pensiero del grande filosofo francese Michel Foucault, a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, si caratterizza per la ricerca su quella che egli stesso definisce "Microfisica del potere" dove il potere stesso viene concepito come un insieme pluralizzato di relazioni fra gli uomini. In queste relazioni, fondamentale è la perpetua articolazione del potere sul sapere e del sapere sul potere: “Non è possibile che il potere si eserciti senza sapere e non è possibile che il sapere non generi potere”. Da questo assunto deriva l'argomento di questo lavoro che intende dimostrare come esista e sia sempre esistito un legame congenito, indissolubile ed eterno tra le Religioni ed il Potere, potere basato sul sapere “il Sacro”, ed ancor meglio identificato come Biopotere. Potere quindi concernente non solo l'ambito della politica, ma altresì i sentimenti, i pensieri ed i corpi degli uomini, “tutti i processi che sono specifici della vita, come la nascita, la morte, la sessualità, la procreazione, la malattia”. Attraverso un percorso storico e geografico che concerne tutte le Religioni del passato e del presente, il libro evidenzia come tale potere sia stato esercitato nel corso dei millenni, su infinite comunità umane attraverso l'opera degli “operatori sacrali”, dei sacerdoti specializzati “nel sapere il Sacro” e quindi autoproclamatisi interpreti autentici della Divinità, della sua Verità e dei suoi precetti e comandamenti.
    Show book