Did you know that reading reduces stress?
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Il valore dell'inclusione - cover

Il valore dell'inclusione

Laura Zambrini

Publisher: Homeless Book

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Uno studio approfondito che punta alla creazione di un modello sperimentale in grado di individuare alcuni elementi propedeutici al calcolo del valore totale (economico e sociale) dei prodotti e servizi offerti dalle imprese sociali e dalle imprese socialmente responsabili.

Other books that might interest you

  • Mutualità microcredito e comunità locale - cover

    Mutualità microcredito e...

    Marzia Trugli

    • 0
    • 0
    • 0
    Dalla firma della Convenzione nel novembre 2010 ad oggi, grazie alla collaborazione tra BCC, Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche e una rete di organizzazioni locali operanti in ambito sociale, il microcredito è diventato uno strumento a sostegno di singoli, famiglie e piccole iniziative imprenditoriali. 
    Non si tratta di grandi numeri ma di esperienze significative per tutti i soggetti coinvolti e per la comunità locale. In questa pubblicazione si ripercorre la storia del credito sociale e le tappe principali di questa “nuova” esperienza, dando voce a chi ha contribuito a realizzarla, a chi ne ha beneficiato ed anche a chi l’ha osservata da fuori; si raccontano i successi ottenuti e le difficoltà incontrate, mostrando l’importanza della progettualità e dell’accompagnamento sociale nel sostegno economico rivolto a singoli e famiglie.
    Show book
  • Vicenza La città sbancata - Quello che dovevi sapere sulla Banca Popolare di Vicenza noi lo abbiamo scritto Da sempre - cover

    Vicenza La città sbancata -...

    VicenzaPiu .com

    • 0
    • 0
    • 0
    Le vicende della Banca Popolare di Vicenza dalla nascita fino alla crisi.
    Show book
  • Conoscenza e Gestione - cover

    Conoscenza e Gestione

    Lorenzo J. Cavalli

    • 1
    • 27
    • 0
    Il libro, nella prima parte, presenta una disamina del concetto di conoscenza, delle sue componeneti, del processo di formazione, delle modalità di catalogazione, dell'impatto in ambito aziendale e dalle modalità di creazione e condivisione e delle regole, i processi e gli strumenti per il knowledge management. Nella seconda parte viene fornita una disamina delle teorie e degli approcci su: valore della conoscenza e della sua della gestione, l'impatto strategico ed organizzativo, la gestione dei meccanismi operativi e delle persone, le capacità e competenze specifiche e la scelta delle soluzioni organizzative e tecnologiche adeguate.
    Show book
  • Dalla “Banchina” alla “Banca dei Soci e del Territorio” - cover

    Dalla “Banchina” alla “Banca dei...

    Filippo Lo Piccolo

    • 0
    • 0
    • 0
    In questi tempi in cui si parla delle banche come di colossi che fanno il bello e il cattivo tempo nella nostra economia globalizzata, fare la storia di una “banchina” come il Credito Cooperativo ravennate e imolese può sembrare un curioso quanto inutile passatempo. 
    Ma man mano che si legge il saggio di Lo Piccolo, cresce l’entusiasmo. Come mai? Perché la storia di questa “banchina” è la storia di territori fortunati dove le persone sanno prendere il destino nelle loro mani. Coloro che vivono in questi territori non attendono nell’ignavia e nella rassegnazione che qualcuno decida ciò che è bene sopra le loro teste, ma si mobilitano con sintonia di intenti per dotare i loro territori di quelle infrastrutture economiche senza le quali non si può restare al passo con il progresso.
    Show book
  • Ordine economico naturale - cover

    Ordine economico naturale

    Silvio Gesell

    • 1
    • 0
    • 0
    Nel lontano 1875 Lord Acton (1834-1902), allora Presidente della Corte Suprema del Regno Unito, ebbe a dire: “Il problema che si perpetua attravero i secoli e che prima o poi va affrontato, è lo scontro del Popolo contro le Banche”. 
    Come intuizione profetica non c’è che dire. Ma non fu possibile capirla fino alla pubblicazione, nel 1906, del classico di economia che il lettore ha qui davanti agli occhi in versione italiana.
    Il maestro di “economia pura” che fu Maffeo Pantaleoni (1857-1924) diceva ai suoi studenti: “Quello che è difficile non è sapere economia, è capirla”! Già, ma non senza aver letto Gesell. Perchè quel che il lettore troverà ne L’Ordine Economico Naturale sono le due chiavi che gli economisti “ortodossi” si ostinano a non far girare nella serratura dello scibile: la questione fondiaria e quella monetaria.
    Chi ha letto Gesell assiste oggi, impotente, all’epilogo di una storia di errori, economici e politici, che avrebbe preso tutt’altra svolta ad aver dato retta al Nostro. E contempla, attonito, il putiferio attorno all’Euro tra 17 paesi che o non sanno, o non vogliono, applicare la soluzione dell’Unione Monetaria Latina tra Francia, Italia, Belgio, Svizzera e Grecia tra il 1865 e il 1915, e che la guerra cosiddetta “Grande” mandò a gambe all’aria. Come funzionò quell’Unione Gesell lo descrive in questo libro.
    Il lettore di Gesell appassionato di storia è in condizioni di riflettere, sia qual sia il periodo e la geografia di quello che legge, su come le istituzioni di Terra affrancata da rendita e Moneta affrancata da usura avrebbero risolto qualunque questione economica senza difficoltà e soprattutto senza spargimento di sangue. Il detto vale solo per chi apprezza cosa vuol dire vivere di lavoro e non di rendita e interesse. Chi vive di queste due istituzioni non apprezzerà le argomentazioni di Gesell. Le quali, irrefutabili come sono, attraeranno le sue ire sotto forma di epiteti e di giudizi ad hominem come “quel matto che di economia non capiva niente” e simili.
    Come tutti i classici, Gesell si fa leggere e rileggere con piacere.
    Show book
  • Il caso di Castelli - cover

    Il caso di Castelli

    Everardo Minardi

    • 0
    • 0
    • 0
    Castelli costituisce una realtà economica e sociale di particolare interesse: legata alla antica tradizione dell’artigianato della ceramica artistica, questa piccola città e il suo territorio si trovano oggi nella condizione di poter avviare una nuova fase di sviluppo collegandosi sia ai processi in atto sull’asse adriatico che ai processi di evoluzione dei sistemi economici locali dell’Italia centrale. Questa ricerca fornisce studi e modelli sociologici pensati per supportare tale sviluppo.
    Show book