Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
San Domenico - Un cuore per la verità - cover

San Domenico - Un cuore per la verità

Istituto Farlottine Scuola San Domenico

Publisher: 01 05 5277717 Diogene Multimedia

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Libro illustrato rivolto alla formazione dei giovani che racconta la storia di San Domenico delineandone la figura e la personalità.

Other books that might interest you

  • «Ti farò mia sposa per sempre» (Osea 221) - I fidanzati dialogano con il vescovo - cover

    «Ti farò mia sposa per sempre»...

    Cesare Nosiglia

    • 0
    • 0
    • 0
    È Dio che immette nel cuore il desiderio forte di amare e di essere amati ed incrocia le vostre strade affinché tale desiderio si attui in quella persona che decidete di amare e da cui sarete amati. Il vescovo dell'arcidiocesi di Torino dialoga con i fidanzati su:
    
    ♥ Il disegno di Dio: la vocazione all'amore
    ♥ L'amore di Cristo: il sacramento del matrimonio
    ♥ La roccia della Parola di Dio: amarsi per sempre
    ♥ La fecondità come atto spirituale: i figli
    ♥ Piccola Chiesa domestica: sposarsi in parrocchia
    ♥ Scommettere sull'amore: la convivenza
    ♥ Il dialogo sincero: i valori in gioco
    ♥ Narrare l'amore: i percorsi in preparazione al matrimonio
    ♥ Messaggeri d'amore: l'impegno
    Show book
  • Confessioni - cover

    Confessioni

    Sant'Agostino

    • 0
    • 0
    • 0
    Dopo la Bibbia, le Confessioni di S.Agostino sono il libro più letto dal V secolo fino ai nostri giorni. Scritto intorno al '400 Dopo Cristo, e considerato unanimemente il capolavoro di tutte le opere spirituali di tutti i tempi, sempre a metà strada tra un'autobiografia ed un trattato filosofico, quest'opera sorprendentemente moderna non è altro che la testimonianza di un irrequieto, tormentato, fervido viaggio di un uomo alla ricerca di Dio.
    Show book
  • I fenomeni occulti - cover

    I fenomeni occulti

    Luigi Wiesinger

    • 0
    • 0
    • 0
    Il numero dei libri che sono stati scritti negli ultimi tempi e in tutte le lingue sull'occultismo è straordinariamente grande, così come è in continuo aumento il numero dei suoi fautori e delle riviste. Con questo studio miriamo pure ad un altro scopo. Dalle cognizioni moderne sull'anima si riverbera spesso una luce meravigliosa anche su parecchie verità di fede. Scienza e fede non devono contrastarsi, ma avanzare affiancate, completarsi e illuminarsi reciprocamente. Così in quest'opera, da un lato, il concetto di “spirito” (senza materia alcuna) è introdotto dalla teologia nella scienza occulta, dove non si può trovare in modo così completo; dall'altro lato sulla dottrina teologica si deve riverberare un po' di luce, che si ottiene dalla conoscenza sperimentale delle facoltà dell'anima spirituale.Chi non nutre interesse per le discussioni teologiche potrà tralasciare tutta la prima parte, che è pur necessaria se si vogliono trattare i fenomeni occulti alla luce della teologia. Prima però rifletta un momento sulle parole dell'astronomo Camillo Flammarion: “Se mi fosse concesso il tempo mi affretterei ad entrare con gioia in questo studio dei fenomeni occulti. Ma dall'altro lato è una cosa assai buona non dedicarsi esclusivamente ad essi, perché si perderebbe molto facilmente l'equilibrio necessario per giudicare in modo imparziale: è meglio perciò occuparsi di questo problema soltanto in via eccezionale, considerandolo cioè un divertimento interessante ed attraente. Vi sono cibi e bevande che si devono pigliare solo in piccole dosi. Studierò soltanto una parte di questi misteri. Quello che non fa uno, lo fanno gli altri, ed ognuno porta così una modesta pietra al grandioso edificio della scienza... viviamo al centro di un mondo invisibile che non potremo mai spiegare con la sola nostra scienza terrena; forse ci avvicineremo di più con la scienza teologica”.
    Show book
  • Primi passi nel mondo dell'ignoto - Approccio alla medianità Manuale di medianità - cover

    Primi passi nel mondo...

    Paolo Arpesani

    • 0
    • 0
    • 0
    Trattasi di un manuale, con i primi elementi di base, che sarà utile a molti per avvicinarsi alla medianità con maggior consapevolezza e tranquillità. Fornisce indicazioni utili a chi, in numero sempre maggiore, si accosta, a volte in modo errato, improvvisato o superficiale ai contatti con il mondo dei trapassati o di entità spirituali di altre dimensioni.
    Show book
  • Albino Alves da Cunha e Silva di Catanduva - cover

    Albino Alves da Cunha e Silva di...

    Gaetano Passarelli

    • 0
    • 0
    • 0
    Don Albino Alves da Cunha e Silva nacque il 22 settembre 1882 nella frazione di Codeçôso, Municipio di Celorico de Basto, in Portogallo. Terminati gli studi ginnasiali entrò in seminario. Mons. Manoel Baptista da Cunha, arcivescovo di Braga, lo ordinò sacerdote il 23 giugno 1905. 
    Nel 1910 scoppiata la rivoluzione in Portogallo e proclamata la Repubblica, don Albino, insieme con tanti altri sacerdoti e laici impegnati, fu perseguitato duramente, quindi condannato alla prigione e alla deportazione in Africa. Prima che si mettesse in atto la sentenza, tuttavia, con il permesso dell’arcivescovo, partì per il Brasile. 
    Mons. José Marcondes lo accolse nella nuova diocesi di São Carlos do Pinhal, nominandolo parroco di Barra Bonita, quindi il 26 aprile 1918 di Catanduva. 
    A Catanduva don Albino dispiegò tutte le sue capacità imprenditoriali raccogliendo fondi e lavorando per la costruzione della chiesa e dell’ospedale. Il 19 ottobre 1926 fondò l’Associazione di Beneficenza di Catanduva, che nel 1968 trasformò in Fondazione, per gestire la parte amministrativa. Costruì il Collegio di Nostra Signora del Calvario, un ospizio per gli anziani, il villaggio San Vincenzo, la casa del fanciullo «Sinharinha Netto», l’asilo Ortega-Giosué, il ginnasio mons. Lafayette, un santuario dedicato a Nostra Signora Aparecida e, per i Padri Dottrinari, sostenne la costruzione del seminario. Si impegnò per avere a Catanduva la Facoltà di Medicina (1969), il Collegio commerciale (1971), la Facoltà di Economia e Commercio (1972) e la Facoltà di Scienze Motorie (1973). 
    Morì il 19 settembre 1973, compianto da tutti come «padre dei poveri» e «vero fondatore» di Catanduva. 
    Don Albino fu un manager tutto proteso verso i fratelli, un sacerdote che non trascurò mai i suoi doveri pastorali. In tutta la sua vita ebbe come obiettivo: morire povero, senza debiti e senza peccati.
    Show book
  • Papa Francesco nostro che sei in terra - Lettere ai giornali - cover

    Papa Francesco nostro che sei in...

    Raffaele Pisani

    • 0
    • 0
    • 0
    'Papa Francesco nostro che sei in terra' è un lavoro da cui ci si deve aspettare la tensione a un dialogo costante: una miscellanea che nega qualsiasi fruizione passiva delle opinioni dell’autore e che, invece, incoraggia l’empatia, la smentita, l’approvazione, la ribellione, la condivisione – in una parola, il dibattito. non si tratta, perciò, di una lettura nella quale cercare risposte definitive o che può essere sintetizzata servendosi di qualche giudizio di valore, perché il suo scopo non consiste né nell’ammaliare né nel convincere: l’intento di raffaele pisani è, piuttosto, porre degli interrogativi, prospettare delle problematiche e suggerire un possibile approccio di reazione, che non ne escluda altri e che, per sua natura, inviti in maniera delicata e aperta a prendere a propria volta posizione. In particolare lo dimostrano alcune lettere della sezione Religione: Ma davvero Giuda tradì Gesù, Gesù scrive a Maometto e Ci porteremo “lì” il Paradiso che abbiamo costruito qui, dai cui titoli si intuisce immediatamente una spontanea tendenza all’apertura.
    Show book