Discover new books each day!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
50 years of Rock: Beatles Pink Floyd Queen Vasco Rossi & Ligabue - cover

50 years of Rock: Beatles Pink Floyd Queen Vasco Rossi & Ligabue

Francesco Primerano

Publisher: Youcanprint

  • 1
  • 0
  • 0

Summary

Il manuale in questione vuol celebrare piu' di 50 anni di Musica Rock.....
il nostro amico e fratello Rock.. il Rock senza tempo...il Rock dei popoli..il Rock che ha siglato intere generazioni di fenomeni,contribuendo a cambiare il Mondo nella Cultura,nell'Arte,nel Costume,nella nostra amata Societa'....In sostanza viene celebrato il Rock che ha visto alla luce leggende,miti ed artisti che ci hanno fatto cogliere al meglio le vere e pure essenze della nostra preziosa esistenza....
Il libro in questione vuole inoltre mettere a confronto i due Rockers italiani piu' amati(Vasco Rossi & Ligabue.),i tre gruppi Rock inglesi per eccellenza(Beatles,Queen & Pink Floyd)ed inoltre le Anime Rock che sorridono alla Vita tra le note delle piu' grandi leggende della Storia ...
Questo delizioso testo si vuole presentare anche come un'interessante raccolta di gocce di vita Rock,di magiche note musicali e di soavi pensieri che ci fanno comprendere al meglio non soltanto la realta' della Rock Generation nei suoi molteplici aspetti ma anche la vita di ogni singolo attimo...
In sostanza sono descritte con grande fervore ed interesse le tematiche e le note poetiche,musicali,artistiche che hanno rappresentato in pieno l'Era della Rock Generation nelle sue migliori espressioni,dai Pink Floyd ai Queen,dai Beatles ai Rolling Stones,daVasco Rossi a Ligabue,dai Led Zeppelin ai Nirvana,dai Guns n'Roses ai Radiohead,dai Doors ai Coldplay,da John Lennon a Freddie Mercury,dalle leggende Rock senza tempo ai gruppi musicali senza storia,da Artisti di grande spessore a quelli di minor rilievo…

Other books that might interest you

  • Re nudo pop & altri festival - Il sogno di Woodstock in Italia 1968 - 1976 - cover

    Re nudo pop & altri festival -...

    Matteo Guarnaccia

    • 0
    • 0
    • 0
    Libro sull’esperienza dei Festival in Italia negli anni 70 Scritto da Matteo Guarnaccia con interventi di Majid Valcarenghi, Claudio Rocchi, Enzo Gentile, Bruno Casini, Massimo Pirotta e Claudio Fucci. 
    Contiene collegamenti a Video con il documentario Inedito di Alpe del Vicerè, e contributi di Massimo Villa, Eugenio Finardi, Simon Luca, Majid Valcarenghi. 
    Audio con 16 brani ( tra cui molti inediti) di Artisti legati al movimento dei Festival e a Re Nudo: Franco Battiato, Garybaldi, Come le foglie, Analogy, Donatella Bardi, Ricky Gianco e tanti altri.
    Show book
  • Francesco Guccini L'ultima volta - cover

    Francesco Guccini L'ultima volta

    Federica Pegorin Steccherino

    • 0
    • 0
    • 0
    L'ultima Thule, l'ultimo – in tutti i sensi – album di Francesco Guccini, appena uscito è andato al primo posto su iTunes. Il suo pubblico lo ha salutato con affetto inossidabile, dopo quasi cinquant'anni di canzoni. Ma cos'è che rende Guccini così unico, così amato? Tanto per cominciare i testi, semplici ma mai convenzionali. E poi i temi della sua poetica, che ogni volta vanno a scolpire sentimenti e pensieri comuni per un certo tipo di uomini, donne, sognatori, cittadini. Parole che ti dicono quello che sentivi o pensavi ma non eri ancora riuscito a dire.
    
    Questo libro di Federica Pegorin ci accompagna nel viaggio dentro e attorno a Guccini, attraverso riflessioni, epifanie, carnevali, dischi, concerti, libri, canzoni (tutte ascoltabili con collegamento a Spotify) e una serie di interviste, tra cui una inedita e imperdibile al cantautore di Pàvana. Un gran bel viaggio. Verso l'ultima Thule.
    Show book
  • A study for the enhancement of the religious complex of the Orthodox church of the Annunciation in Nazareth - cover

    A study for the enhancement of...

    Michele Culatti

    • 0
    • 0
    • 0
    The Study for the Enhancement of the Orthodox Church of the Annunciation in Nazareth comprises a development proposal for the Annunciation religious complex in Nazareth in Israel, which, with its indoor and outdoor areas, encloses inestimable symbolic and cultural values but is also suffering from the incredible pressure caused by the constant and heavy flow of visitors from the both people of Nazareth and tourists. Consequently, the development approach required combining the preservation of the site with a method to ensure it is compatible with the growing and varied functions it has to satisfy. To achieve this, studies were conducted into the forms, functions and meanings of the various parts of the church and the surrounding urban fabric, and included a survey and graphic representation of the religious complex, identifying the levels of decline and the potential quality that could be expressed by the multiple tangible and intangible values contained in both the complex itself and the surrounding neighbourhood. The analytical results enabled drafting a proposal of project indications addressed to the principles of value, as expressed by Italian legislation regarding cultural assets and by international doctrine (ICOMOS, UNESCO). The project proposals aim at modulating human pressure on the religious complex, while guaranteeing adequate services for inhabitants and tourists alike and an enhanced visibility of the site. 
     
    Biography of Michele Culatti 
    Michele Culatti (Rovigo, Italy, 1969). Graduated in Architecture in 2001 from the IUAV – University Institute of Architecture in Venice, in 2009 he obtained the title of Research Doctor in Engineering with Trento University. Analyst and evaluator of the forms, functions and meanings of urban and territorial fabrics and the works they contain, he mainly concentrates on the external quality of infrastructures. His work is addressed to the interdisciplinary interpretation and evaluation of projects, which involves outlining the correct methods to investigate the complex work-context relations, with special focus on the morphological features of the construction with respect to its use. Of his various works on landscape development, we should mention his special contribution to The Independent Historical and Visual Impact Assessment Report for the Golden Horn Metro Crossing Bridge (Istanbul) and The Assessment of the Insertion in the landscape of the Istanbul Strait Road Tube Crossing Project ‘Eurasia Tunnel’ (Istanbul).
    Show book
  • Prima durante Invece del restauro - cover

    Prima durante Invece del restauro

    Chiara Lodi, Cristiana Sburlino

    • 0
    • 0
    • 0
    Sesto congresso internazionale colore e conservazione materiali e metodi nel restauro delle opere policrome mobili
    Show book
  • 20 anni DANIEL FERRO VOCAL PROGRAM - Corsi di perfezionamento per cantanti lirici a Greve in Chianti 1995–2014 - cover

    20 anni DANIEL FERRO VOCAL...

    Joy Ferro, Alessandra Molletti

    • 0
    • 0
    • 0
    Il presente libro racconta, attraverso testimonianze fotografi che e docu mentarie, i 20 anni in cui il DANIEL FERRO VOCAL PROGRAM ha fatto di Greve in Chianti la sua « casa » musicale attraverso l'appoggio ed il patrocinio delle Amministrazioni che si sono succedute nel tempo con i sindaci Paolo Saturnini, Marco Hagge, Alberto Bencistà e Paolo Sottani.
    In questo periodo, Daniel Ferro, newyorkese, cantante e docente di canto, che durante la sua formazione professionale ha avuto il privilegio di studiare per molti anni in Italia, ha portato l'arte lirica a Greve in Chianti, dando poi modo ad altri di poter arrivare in questo territorio, ricco di storia e di cultura, e offrire la propria arte a un pubblico già preparato e a turisti affezionati e attenti.
    Queste pagine testimoniano un'attività artistica che è riuscita a varcare il diffcile traguardo dei 20 anni e non sempre mietendo facili successi. È la storia di tante estati passati a Greve in Chianti, di amicizie consolidate, di meravigliose ville e castelli, di giardini e chiese incantate, di amori rubati, di matrimoni e fi gli, cene e risate, albe e tramonti, ma soprattutto è la storia di tanta, tanta musica.
    Show book
  • I giovani e il restauro - Arte nel tempo: significato trasformazione e conservazione - cover

    I giovani e il restauro - Arte...

    Daphne De Luca

    • 0
    • 0
    • 0
    Il restauro consiste in un atto critico che richiede una formazione multidisciplinare, senza la quale si deve ammettere che l’intervento rischia di retrocedere bruscamente a un’attività artigianale e seriale.  
    La preparazione del restauratore non può prescindere da una profonda conoscenza della teoria e storia del restauro, della storia delle tecniche di restauro e delle tecniche esecutive, così come solida deve essere la sua conoscenza delle scienze applicate al restauro, vale a dire chimica, fisica e biologia. Allo stesso modo, l’analisi storico-artistica e la corretta lettura iconografica e iconologica dell’opera d’arte consentono al restauratore di contestualizzare il manufatto, di rintracciarne il substrato artistico e culturale e di coglierne pienamente il messaggio veicolato dalla materia.  
    La minuziosa lettura dello stato di conservazione dell’opera, l’individuazione delle tecniche esecutive e dei materiali impiegati dall’artista consentiranno al restauratore di progettare l’intervento, scegliendo metodologie e materiali più idonei rispetto alle reali necessità dell’opera d’arte. Per poter dialogare con le varie professionalità coinvolte nell’intervento, ovvero lo storico dell’arte, l’archeologo, l’architetto, il chimico, il fisico, il biologo e il diagnosta, il restauratore deve possedere delle solide competenze nei vari campi sopracitati, al fine di istituire un’efficace e fecondo scambio di conoscenze fra i membri di questa équipe multidisciplinare.
    Show book