Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Una breve abitudine - cover

Una breve abitudine

Filiberto Battistin

Publisher: Il prato publishing house

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Non basta parlare come un bambino attraverso belle immagini per aver spirito d’infanzia: i bambini sono altro, sono le persone più serie che io conosca! Non basta essere bambini per avere spirito d’infanzia, senz’altro essere bambini aiuta, soprattutto se si è bambini a cui è stato insegnato il minimo necessario, a cui è stato lasciato il maggiore spazio possibile per esprimere e questo accade, secondo me, se gli adulti che stanno intorno ai bambini sono dei buoni ascoltatori; insomma, come diceva Giorgio Gaber in una sua canzone, “non insegnate ai bambini”; ma vi sono anche dei bambini a cui piace ascoltarsi che diventano in modo prematuro schiavi delle proprie idee e incapaci di ascoltare! Trovo vi siano troppe persone fatte in questo modo, schiave dei propri pensieri e che magari intellettualmente e magari in buona fede intrappolano le parole nella rete delle loro immagini – immagini confuse, ma attraenti – ma mai, i veri bambini usano il linguaggio della seduzione, sono, invece, così profondi nelle loro inattese profondità! Capita spesso di incontrare delle persone assertive in modo da apparire uomini o donne sicuri di sé: dubito di queste persone perché penso che proprio l’insicurezza faccia la differenza tra schiavitù e la libertà. Lo schiavo è un uomo sicuro che ha già tutto predisposto dagli altri, che fa delle proprie idee un baluardo da cui non arretra; l’uomo libero, invece, è insicuro perché di volta in volta in mezzo alle sue contraddizioni vuole trovare il punto del suo vivere. Mi chiedo allora che tipo d’uomo sono io che cerco parole che scaturiscono dal silenzio...

Other books that might interest you

  • Terremoti - Una vita e un sax nella Napoli degli anni ottanta - cover

    Terremoti - Una vita e un sax...

    Sergio Maglietta

    • 0
    • 0
    • 0
    C’è Napoli, con la sua prosperosa bellezza di femmina del Sud e con la sua lingua ancestrale che affiora dai dialoghi dei protagonisti. C’è la musica, quella più insolente e viscerale, meno addomesticata, linguaggio del corpo e dell’anima per spiriti inquieti e irriducibili. 
    Ci sono “i giovani” che consumano l’ultimo quarto d’ora di celebrità concessogli dal dominante sistema politico/economico/spettacolare. 
    E poi c’è la vita vera. Con la violenza, la droga e la voglia di protagonismo e opposizione che creano una miscela esplosiva e dirompente. La storia si conclude nel 1985, quando quel decennio si spegne precocemente e tutte le intuizioni, le promesse e le suggestioni che il terremoto aveva liberato sembrano dissolversi. Una vicenda anomala e, allo stesso tempo, emblematica. Un terremoto dentro e fuori.
    Show book
  • I Rothschild e gli altri - cover

    I Rothschild e gli altri

    Pietro Ratto

    • 0
    • 0
    • 0
    Non è assolutamente vero che essere famosi significhi contare davvero qualcosa.
    Nell'era dei social network, in cui ognuno cerca disperatamente di apparire e di collezionare il maggior numero possibile di amici e di condivisioni, chi davvero esercita un’influenza importante non viene mai, o quasi mai, menzionato.
    Non c’è alcun accenno, per esempio, alla famiglia Rothschild all’interno dei libri di storia sui quali i nostri ragazzi studiano. Questo cognome è quasi sconosciuto.
    QUESTO LIBRO INTENDE DIMOSTRARE COME I ROTHSCHILD, E LE ALTRE DINASTIE IMPARENTATE, ABBIANO INFLUITO ENORMEMENTE SULLA STORIA DEL NOSTRO PIANETA.
    Un'indagine quanto mai attuale, che spiega molte cose sul famigerato debito pubblico, diventato ormai un’ossessione per milioni e milioni di persone; uno studio che, condotto in parallelo sulle singole grandi famiglie partendo da parecchi secoli fa, dimostra che i grandi banchieri e imprenditori del nostro tempo discendono da antichissime stirpi, spesso di sangue reale, i cui esponenti, intorno al diciassettesimo secolo, sembrano essersi improvvisamente resi conto che il tempo dei privilegi dei nobili stava finendo e che la nuova partita si sarebbe vinta sul terreno del controllo dell’intera economia mondiale.
    Show book
  • Sessanta giorni - cover

    Sessanta giorni

    Alberto De Angelis

    • 0
    • 0
    • 0
    Sessanta giorni di isolamento, di assenza di spazio, di libertà. Alberto De Angelis ti racconterà la sua storia personalissima che si svolge in sessanta giorni. Tu, invece, in sessanta minuti puoi farti il regalo di un’esperienza particolare: questi sono i minuti necessari per leggere, o meglio vivere, il libro di Alberto. È un viaggio dal quale ritornerai con sguardo e linguaggio rinnovati. Dopo sessanta minuti, quella storia sarà anche la tua. Perché negarsi un regalo?
    Show book
  • Stelle deboli - La storia di Sid Vicius e Nancy Spungen - cover

    Stelle deboli - La storia di Sid...

    Daniele Paletta

    • 0
    • 0
    • 0
    “Due solitudini che s’incontrano: questa è in sintesi la storia di queste due anime. Sotto lune troppo pallide e stelle troppo deboli per indicare loro la via”.  
    Così scrive Massimo Cotto nella sua prefazione a “Stelle Deboli” il libro firmato da Daniele Paletta, che ripercorre la storia del drammatico amore tra Sid (Vicious) e Nancy (Spungen). Amore tragico che si conclude in maniera funesta, senza nessun sensazionale happy ending, nelle stanze newyorkesi del Chelsea Hotel. 
    Un amore punk che Daniele Paletta racconta ora con crudezza ora con estrema dolcezza, in sostanza un po’ com’era il loro travagliato rapporto, sempre in bilico tra vita e morte  
    La storia dice che fu la mano di Sid a dare la morte a Nancy; come poi sia andata realmente non c’è certezza ma poco importa, l’autore non analizza gli aspetti criminologici ma predilige il lato umano, come si conviene ad una storia d’amore.
    Show book
  • Vita di Bernardo di Chiaravalle - cover

    Vita di Bernardo di Chiaravalle

    Giulio Barberis

    • 0
    • 0
    • 0
    Bernardo di Chiaravalle, fu un monaco e abate francese cistercense, fondatore della celebre abbazia di Clairvaux e di altri monasteri. Viene venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Canonizzato nel 1174 da papa Alessandro III, fu dichiarato Dottore della Chiesa, da papa Pio VIII nel 1830. Nel 1953 papa Pio XII gli dedicò l'enciclica Doctor Mellifluus. Questo racconto della vita si San Bernardo è stato scritto dal sacerdote Giulio Barberis, nel 1890. A conclusione dell’opera, quattro preghiere di Bernardo di Chiaravalle. Cornice musicale di Kevin Mac Leod.
    Show book
  • Morire allegramente da filosofi - Piccolo catechismo per atei - cover

    Morire allegramente da filosofi...

    Giulio Cesare Vanini

    • 0
    • 0
    • 0
    Giulio Cesare Vanini fu giustiziato per ateismo a Tolosa il 9 febbraio 1619. Diciannove anni dopo Giordano Bruno. Gli strapparono la lingua, lo impiccarono alla forca e infine lo bruciarono sul rogo. In punto di morte esclamò con fierezza: “Andiamo, andiamo allegramente a morire da filosofo”. Aveva solo 34 anni. La sua figura, tornata in auge mezzo secolo fa, ha goduto in passato di una grande popolarità. Di lui si è detto di tutto, nel bene e nel male. Anche che fosse l’Anticristo. In realtà fu solo un filosofo. Un filosofo “più facile da bruciare che da confutare” (A. Schopenhauer). Questo “Piccolo catechismo per atei”, che raccoglie ed isola per la prima volta le sue idee filosofiche più ardite e le sue arguzie più impertinenti, rappresenta la prima introduzione sistematica alla vita, al pensiero ed alle opere di Giulio Cesare Vanini.
    Show book