Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Marcel Proust - cover

Marcel Proust

Ernst Curtius

Publisher: Ledizioni

  • 1
  • 24
  • 0

Summary

"Nei suoi libri ho potuto ammirare il potere intellettuale dello scrittore di genio". Così scriveva a Marcel Proust, nell'aprile del 1922, Ernst Robert Curtius. Il suo primo articolo sull'autore della Recherche era apparso a febbraio su "Der neue Merkur" e nel settembre dello stesso anno, poco prima di morire, Proust avrebbe testimoniato a Curtius la sua riconoscenza e la sua stima mandandogli personalmente una copia di Sodome et Gomorrhe. Con questo nuovo saggio, apparso nel 1925 come parte di Französischer Geist im neuen Europa e riproposto qui al lettore italiano nella traduzione di Lea Ritter Santini, Curtius si confermava non solo un interprete sensibile del capolavoro proustiano, ma anche un intellettuale capace di opporre lo studio della nuova letteratura europea ai pregiudizi dell'accademia e del nazionalismo montante.

Other books that might interest you

  • Come supereroina sarei super! - La mia vita con la sindrome di Down - cover

    Come supereroina sarei super! -...

    Verena Elisabeth Turin

    • 0
    • 0
    • 0
    Verena Turin vorrebbe essere una supereroina. O una cantante. O una ballerina. Ha molti sogni, come li ha ogni altra persona. Con il suo tocco molto personale, racconta della sua vita con la sindrome di Down, del suo lavoro, del suo gruppo musicale preferito, della sua famiglia, dell'amore e delle farfalle. Verena riesce a far piazza pulita dei pregiudizi perché la sindrome di Down non le impedisce di vivere una vita meravigliosa.
    Show book
  • Mussolini alla conquista del potere - cover

    Mussolini alla conquista del potere

    Guido Dorso

    • 0
    • 0
    • 0
    Benito Mussolini nacque il 29 luglio 1883 alle 2:45 pomeridiane in Varano de Costa, nella Villa San Cassiano, al n. 18 B, nel villaggio di Dovia, frazione del comune di Predappio, da Alessandro Mussolini fabbro-ferraio, e da Rosa Maltoni, insegnante elementare inferiore.
    La sua nascita venne denunziata all'ufficio di Stato Civile di Predappio il giorno successivo alle sei pomeridiane e gli vennero imposti i nomi di Benito, Amilcare, Andrea.
    Il padre, militante nel Partito socialista, prescelse questi nomi per compiere una manifestazione politica. Infatti il nome di Benito fu scelto in omaggio al rivoluzionario messicano Benito Juarez, quello di Amilcare in omaggio al rivoluzionario italiano Amilcare Cipriani e quello di Andrea in omaggio al deputato socialista Andrea Costa.
    Il villaggio di Dovia, detto allora come ora Piscanza, non godeva buona rinomanza, perché composto di gente rissosa. Alessandro Mussolini, vi fondò una sezione dell'Internazionale, che, in seguito, venne sciolta da una raffica poliziesca.
    Il cognome era originariamente quello di Mucciolini, poi trasformatosi in Muccellini, Muccolini, Mussellini, Musselini ed infine in Mussolini.
    Show book
  • Dal Piave alla prigionia - cover

    Dal Piave alla prigionia

    Alessandro Gualtieri, Giovanni...

    • 1
    • 30
    • 0
    Quite often the public gets to know a famous person in history through the personal diaries and memories he or she left us, after leaving this world. In spite of biographies, these personal accounts, originally written for personal reference and use only, are the best way to discover the real personality of the author. Many characters of the Great War make no exception and, in the course of almost one century, a large number of diaries and similar publications have reached a bigger and bigger audience throughout the world. Nonetheless, most of these books have originated from the memories of war veterans and occasional research, while the personal diary of Settimio Damiani has a sensibly greater and most exclusive value for us.
    Show book
  • Diario Di Anna Frank Il - cover

    Diario Di Anna Frank Il

    Ana Frank

    • 0
    • 0
    • 0
    Annelies Marie Frank, detta Anne, nome spesso italianizzato in Anna Frank, è una ragazzina ebrea nata in Germania, che durante la seconda guerra mondiale, per sfuggire alla persecuzione nazista, è costretta a nascondersi insieme ai suoi cari e ad una famiglia di conoscenti un alloggio segreto ad Amsterdam. La vita delle due famiglie ebree costrette a vivere recluse per circa due anni, fu minuziosamente descritta da Anna Frank nel suo diario che fu poi pubblicato dal padre, unico superstite.
    Show book
  • Solomon Burke - Ho visto un re - cover

    Solomon Burke - Ho visto un re

    Edoardo Fassio, Graziano Uliani

    • 0
    • 0
    • 0
    Pur essendo nato e cresciuto a Philadelphia, diede un contributo insostituibile alla preparazione di quella miscela di gospel, country, pop e blues conosciuta come soul sudista.Quando Solomon Burke firmò per la Atlantic Records, nel 1960, riempì il vuoto causato dal passaggio di Ray Charles alla concorrenza.Modestamente, l’uomo che volle farsi re del rock and soul si riteneva il miglior cantante del mondo. Ma guai a puntare tutto su una carta sola! Oltre a seguire l’intera filiera dei suoi spettacoli, gestiva una catena di fast food, una società di assistenza agli orfani e una casa editrice musicale. Laureato in scienze funera- rie, era pure titolare di un’impresa di onoranze funebri e, naturalmente, vescovo nella chiesa fondata da sua nonna, la House of God for All People.Graziano UlianiNato a Bologna, è il creatore del Porretta Soul Festival che, dal 1988 - anno della prima edizione - in pochi anni è diventato la vetrina europea del Memphis Sound, proponendo, spesso per la prima volta in Europa, autentiche leggende come Solomon Burke, Rufus Thomas & Carla Thomas e tanti altri. Nel 1992 ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Memphis per il contributo dato alla diffusione della musica soul in Europa, a cui sono seguiti numerosi riconoscimenti internazionali, ultimo in ordine di tempo il premio KBA-Keeping the Blues Alive 2017.Edoardo FassioTorinese, scrive di blues, folk e jazz per “La Stampa” e per “TorinoSette”; collabora con “Musica Jazz”, “Il Blues” e con numerose pubblicazioni europee.Dal 1984, con il classico pseudonimo di Catfish, è autore, conduttore e animatore di trasmissioni radio: la più duratura programmazione di blues in Europa.Ha seguito il Porretta Soul Festival per “La Stampa”, “Il Blues”, “Blues & Rhythm”, Rai Stereo Notte e Radio Flash.Ha pubblicato nel 2006 Blues per Laterza e, nel 2017, Soul City per Vololibero.
    Show book
  • Elisabetta II - La regina Pop - cover

    Elisabetta II - La regina Pop

    Anna King

    • 0
    • 0
    • 0
    Per chi non è nato in Gran Bretagna è molto difficile capire il profondo legame tra Elisabetta II e il suo popolo.Con i suoi cappellini, i suoi cani corgi, la sua passione per le automobili veloci, per lo champagne e per i purosangue di razza, ma anche con il suo stile e con la sua dedizione all’istituzione che rappresenta con fierezza, questa donna è diventata un’icona da cui non si può prescindere per provare a capire l’Inghilterra degli ultimi cento anni.Il regista Kenneth Branagh nel 2013 l’ha definita “la più memorabile Bond Girl della storia”, una frase che riassume in maniera perfetta l'essenza della Regina più Pop di sempre.La storia che state per ascoltare è quella di una donna fuori dal comune, una donna che è riuscita a stupire tutti grazie a una normalità e a un understatement finemente studiati e calcolati.Una donna che, pur consapevole di tutti i suoi limiti, ha avuto la forza di guardare da pari i grandi del mondo, forte del senso di responsabilità verso il suo popolo e spinta dalla forza dell’antica istituzione che incarna.Una donna che ha visto il mondo cambiare sotto i suoi occhi e che, con le sue scelte, ha contribuito al cambiamento in maniera molto più concreta di quanto potrebbe sembrare ad un osservatore distratto o superficiale.Questa è la storia di Elizabeth Alexandra Mary Windsor, la Regina Pop.
    Show book