Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Opera Omnia - cover

Opera Omnia

Emmanuel

Publisher: 01 05 5277717 Alvorada

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Emmanuel, entità spirituale, si è avvalso della scrittura ispirata di Cristina per scrivere questo libro.Cristina Sanbres è nata a Venezia nel 1952. Fin da bambina ha avuto contatti con il mondo extrasensibile e con guide spirituali. Ha sempre amato viaggiare e ha sviluppato ulteriormente questo suo dono grazie ad una esperienza in America, nella terra dei Nativi Americani.Da essi imparerà in seguito a mettersi in contatto con gli sciamani spirituali, portatori della Nuova Energia.Una volta tornata in Italia, ha voluto approfondire e mettere in atto quello che aveva imparato viaggiando. Si è dedicata allo studio di terapie alternative, quali aromoterapia e cristalloterapia, terapie Essene ed Angeliche. Dopo qualche anno, Emmanuel si è rivelato a lei e le ha chiesto di scrivere libri e meditazioni sotto sua dettatura al fine di poter aiutare chi, come lei, è allaricerca di un modo migliore di essere e di vivere.Attualmente vive a Milano con la famiglia.

Other books that might interest you

  • Confessioni - cover

    Confessioni

    Sant'Agostino

    • 0
    • 0
    • 0
    Dopo la Bibbia, le Confessioni di S.Agostino sono il libro più letto dal V secolo fino ai nostri giorni. Scritto intorno al '400 Dopo Cristo, e considerato unanimemente il capolavoro di tutte le opere spirituali di tutti i tempi, sempre a metà strada tra un'autobiografia ed un trattato filosofico, quest'opera sorprendentemente moderna non è altro che la testimonianza di un irrequieto, tormentato, fervido viaggio di un uomo alla ricerca di Dio.
    Show book
  • I Nuovi Sovrani del Nostro Tempo: Amazon Google Facebook - Cosa vogliono? Vanno fermati? - cover

    I Nuovi Sovrani del Nostro...

    Jonathan Taplin

    • 0
    • 0
    • 0
    Quando il nostro modo di navigare online (e non solo) ha cominciato a essere condizionato da Amazon, Google e Facebook?Chi ha permesso una crescita senza precedenti di queste potentissime aziende con grosse conseguenze per tutti noi (dalla pirateria in ambito editoriale, musicale e cinematografico alla riduzione della nostra privacy)?Perché oltre 50 miliardi di dollari all’anno sono passati dalle mani di artisti, editori, scrittori, musicisti a quelle delle piattaforme digitali monopolistiche di proprietà di questi colossi?E come mai nessuno si è opposto a questi cambiamenti generando così uno squilibrio di potere che ha portato Amazon, Google e Facebook a godere di un’influenza in campo politico pari a quella dei colossi petroliferi (Big Oil) e farmaceutici (Big Pharma)?Jonathan Taplin in questo suo libro - in America noto come 'Move Fast and Break Things' - descrive in maniera chiara e appassionante queste grandi aziende, come sono nate, chi le controlla, quali sono i loro veri obiettivi e soprattutto si chiede se è il caso di fermarle e come.L'AutoreJonathan Taplin è Direttore emerito del Laboratorio Annenberg per l’innovazione dell’Università della California del sud ed è stato in passato organizzatore dei tour musicali per Bob Dylan e la Band, oltre che produttore cinematografico in collaborazione con Martin Scorsese. Esperto dei media digitali di intrattenimento, Taplin è membro dell’accademia di arte e scienza cinematografica, esponente dell’Unità operativa per la banda larga in California nonché del Consiglio per la tecnologia e l’innovazione istituito dal sindaco di Los Angeles Eric Garcetti.Grazie a questo libro milioni di persone in tutto il mondo stanno scoprendo chi sono i nuovi padroni del nostro tempo e i pericoli che la democrazia sta correndo.
    Show book
  • Ma cos’hai nella testa? - Come educare i giovani alla libertà - cover

    Ma cos’hai nella testa? - Come...

    Ezio Aceti

    • 0
    • 0
    • 0
    • Quante volte ti sei scoraggiato di fronte alle insidie che vengono tese ai ragazzi, chiedendoti come contrastarle?
    • Quante volte hai temuto che nella loro testa non ci fossero le necessarie risorse per crescere liberi?
    • Quante volte, di fronte alle domande incalzanti degli adolescenti sul sesso, sulla rete e sulla libertà, non sei riuscito a trovare risposte adeguate?
    L’autore, apprezzato in tutta Italia come psicologo e grande comunicatore, ha scritto queste pagine per aiutarti a comprendere il mondo dell’adolescenza, indicando una serie di valori e di suggerimenti da fornire ai ragazzi per aiutarli a crescere liberi.
    Show book
  • Le radici del cristianesimo nell’Antico Egitto - cover

    Le radici del cristianesimo...

    Moustafa Gadalla

    • 0
    • 0
    • 0
    Il libro rivela le radici del cristianesimo nell’Antico Egitto sia dal punto di vista storico che spirituale. Dimostra che i racconti sul “Gesù storico” si basano interamente sulla vita e la morte del faraone egizio Tutankhamon; e che il “Cristo della fede” e i principi cristiani sono tutti di origine egizia, quali l’essenza degli insegnamenti/messaggi e le feste religiose.. Ciò che oggi si definisce religione cristiana esisteva già nell’Antico Egitto molto tempo prima dell’adozione del Nuovo Testamento. Scrisse l’egittologo britannico E.A. Wallis Budge nel suo libro The Gods of the Egyptians (1969): “La nuova religione (cristianesimo) lì predicata da San Marco e dai suoi seguaci, ricorda molto, in tutti gli elementi essenziali, quel che era dell’esito del culto di Osiride, Iside e Horus”. Le somiglianze rilevate da Budge, e da tutti coloro che hanno confrontato l’allegoria egizia di Osiride/Iside/Horus con gli episodi del Vangelo, sono impressionanti. I due racconti sono praticamente identici, includendo per esempio elementi quali l’Immacolata Concezione, la nascita divina, le lotte contro il nemico nel deserto e la risurrezione dei morti alla vita eterna. La principale differenza tra le “due versioni” risiede nel fatto che il racconto evangelico è considerato storico, mentre il ciclo di Osiride/Iside/Horus è un’allegoria. Il messaggio spirituale dell’allegoria di Osiride/Iside/Horus nell’Antico Egitto e la rivelazione cristiana è esattamente lo stesso. Così lo studioso britannico A.N. Wilson sottolineò nel suo libro Jesus: “Il Gesù della storia e il Cristo della fede sono due esseri separati, con storie molto diverse. È difficile ricostruire la prima, e nel tentativo siamo propensi a fare un danno irreparabile alla seconda”. Questo libro dimostrerà che il “Gesù della storia”, il “Gesù della fede” e i principi del cristianesimo hanno tutti origine nell’Antico Egitto. E se ne parlerà senza causare alcun “danno irreparabile”, cosa che preoccupava A.N. Wilson, per due principali motivi: in primo luogo, perché la verità deve essere detta. In secondo luogo, perché spiegare i principi cristiani basandosi sul loro contesto originale nell’Antico Egitto, rafforzerà l’idealità del cristianesimo. Questo libro è composto da due parti: La prima parte dimostra che i racconti sul “Gesù della storia” si basano interamente sulla vita e la morte del faraone egizio Twt/Tut-Ankh-Amen. La seconda parte spiega che il “Gesù della fede” e i principi cristiani sono tutti di origine egizia – tanto l’essenza degli insegnamenti/del messaggio, quanto le feste religiose. C’è un’innegabile ironia e una profonda, radicata e indiscutibile verità nella citazione del profeta Osea “Fuori dall’Egitto ho chiamato mio Figlio”. Un’ironia davvero profonda. Apriamo le nostre menti e analizziamo le prove disponibili. Perché la verità è un insieme dei pezzi diversi e complementari di un puzzle. Mettiamo questi pezzi nel corretto ordine, tempo e posizione.
    Show book
  • Oltre l'Euro - Le ragioni della sovranità monetaria - cover

    Oltre l'Euro - Le ragioni della...

    Paolo Becchi, Alessandro Bianchi

    • 0
    • 0
    • 0
    Vi hanno fornito tante informazioni falsificate, che hanno contribuito soltanto ad aumentare la confusione. 
    E quando regna il caos è molto più facile, per i funzionari della Commissione europea e del Fondo monetario internazionale, continuare a decidere indisturbati del futuro di intere popolazioni. 
    E se fosse proprio questo, il loro scopo? È ora di fare chiarezza. 
     
    OLTRE L’EURO, a cura di Paolo Becchi e Alessandro Bianchi, ha il merito di raccogliere in un unico volume alcuni degli autori più prestigiosi nel panorama della riflessione critica sulla moneta unica: Alessandro Arienzo, Carlo Amirante, Alberto Bagnai, Francesco Borrelli, Alain de Benoist, Paul de Grauwe, Gianni de Michelis, Nino Galloni, Piergiorgio Gawronski, Vladimiro Giacché, Brigitte Granville, Giuseppe Guarino, Ambrose Evans-Pritchard, Jacques Sapir, Paolo Savona, Lidia Undiemi. 
    Vi viene ripetuto continuamente che la crisi è ormai finita, che i Paesi della zona euro hanno iniziato la ripresa e che le proclamate “riforme strutturali” sono state un trionfo. Ma quale trionfo? E per chi soprattutto? 
    Tutti a tirare un sospiro di sollievo perché la Grecia è rimasta nella zona euro. Ma a che prezzo? Ridotta ormai a colonia svenduta alla Germania, la Grecia non fa che prolungare la sua agonia. E, con la sua, anche la nostra. Ne vale la pena? 
    OLTRE L'EURO fornisce risposte a tutte queste domande e offre una lettura controcorrente. 
     
    Gli Auotori 
    Paolo Becchi, nato a Genova, è professore ordinario di Filosofia del diritto presso la facoltà di Giurisprudenza dell’università di questa città. 
    Tra i suoi libri più recenti: Nuovi scritti corsari: Meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine (Adagio, 2013), I figli delle stelle: L'Italia in movimento (Adagio, 2014) e Colpo di Stato permanente (Marsilio, 2014). 
     
    Alessandro Bianchi, nato a Roma, dirige il sito di politica internazionale www.lantidiplomatico.it.
    Show book
  • Scritti sulla cultura russa (1910-1960) - cover

    Scritti sulla cultura russa...

    Tommaso Fiore

    • 0
    • 0
    • 0
    Il presente volume raccoglie una selezione tra i più importanti scritti, pubblicati su quotidiani e riviste, che Tommaso Fiore ha dedicato alla cultura russa, a partire dal 1910 fino all'inizio degli anni Sessanta. 
    Tali riflessioni si declinarono perfettamente con le principali svolte storiche e culturali che caratterizzarono la sua percezione della Russia zarista e di quella sovietica: la Rivoluzione d’Ottobre, la Seconda Guerra Mondiale, lo stalinismo, il disgelo, il ruolo della Russia in Europa, ma anche il retaggio dei grandi classici (in particolare Tolstoj, Dostoevskij e Čechov), infine la testimonianza degli scrittori contemporanei e la loro diffusione in Italia. 
    La selezione di articoli qui presentata permette di apprezzare, più che in altri testi, lo stile e il metodo di Tommaso Fiore, volti sempre a una ricerca del senso ultimo delle cose e delle contraddizioni presenti nell'anima russa, attraverso il principio dell’accostamento di grandi opposizioni tematiche e la definizione delle frizioni derivanti da tale accostamento.
    Show book