Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
ELISIUM La dimora degli antenati - I nomi del gruppo famiglia - Volume 1 - cover

ELISIUM La dimora degli antenati - I nomi del gruppo famiglia - Volume 1

ELISA POLI

Publisher: Antonio Sorbello Editore

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

La collana tratta il tema del “Genosociogramma” analisi generazionale, il cui significato è chiuso in tre aspetti: Geno- che riguarda la genealogia della propria storia familiare, SOCIO- che riguarda l’aspetto sociale, culturale, temporale cui va ricondotta la propria storia e origine familiare, e in ultimo GRAMMA- e riguarda una rappresentazione grafica della famiglia che è un altro insieme dell’albero genealogico. Quindi il “Genosociogramma”, permette una rappresentazione sociometrica affettiva con specifiche caratteristiche: nomi, cognomi, luoghi, date, riferimenti, legami e principali avvenimenti della vita, come nascite, matrimoni, decessi, malattie, traslochi, occupazioni, trasferimenti. Questi temi saranno trattati nella collana voce per voce, dando degli spunti di riflessione al lettore, che può essere interessato a riunire la propria storia familiare.I temi trattati riguardano studi nell’ambito psicoanalitico, brani tratti da testi che introducono la tematica che viene trattata nello specifico volume, tenendo presente la voce a cui fa riferimento.

Other books that might interest you

  • Religioni potere e biopotere - cover

    Religioni potere e biopotere

    Arturo Gortenuti

    • 0
    • 0
    • 0
    Il pensiero del grande filosofo francese Michel Foucault, a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, si caratterizza per la ricerca su quella che egli stesso definisce "Microfisica del potere" dove il potere stesso viene concepito come un insieme pluralizzato di relazioni fra gli uomini. In queste relazioni, fondamentale è la perpetua articolazione del potere sul sapere e del sapere sul potere: “Non è possibile che il potere si eserciti senza sapere e non è possibile che il sapere non generi potere”. Da questo assunto deriva l'argomento di questo lavoro che intende dimostrare come esista e sia sempre esistito un legame congenito, indissolubile ed eterno tra le Religioni ed il Potere, potere basato sul sapere “il Sacro”, ed ancor meglio identificato come Biopotere. Potere quindi concernente non solo l'ambito della politica, ma altresì i sentimenti, i pensieri ed i corpi degli uomini, “tutti i processi che sono specifici della vita, come la nascita, la morte, la sessualità, la procreazione, la malattia”. Attraverso un percorso storico e geografico che concerne tutte le Religioni del passato e del presente, il libro evidenzia come tale potere sia stato esercitato nel corso dei millenni, su infinite comunità umane attraverso l'opera degli “operatori sacrali”, dei sacerdoti specializzati “nel sapere il Sacro” e quindi autoproclamatisi interpreti autentici della Divinità, della sua Verità e dei suoi precetti e comandamenti.
    Show book
  • L'insegnamento della filosofia oggi - cover

    L'insegnamento della filosofia oggi

    Ferruccio De Natale

    • 0
    • 0
    • 0
    Le Università degli Studi di Bari e di Padova istituiscono un Centro Interuniversitario di Didattica Filosofica al fine di sviluppare iniziative comuni di ricerca nell’ambito dei problemi teorici, delle tradizioni storiche e delle soluzioni innovative inerenti alla trasmissione del sapere filosofico nella scuola e nell’università. A partire dalle esperienze maturate nei rispettivi corsi di perfezionamento post-laurea, già in essere nelle due sedi convenzionande e che costituiscono gli unici due corsi di perfezionamento in Didattica della Filosofia esistenti in Italia, il Centro si propone, in particolare, la costituzione di un archivio documentale riguardante la didattica della filosofia nel nostro Paese e lo studio storico-critico della situazione dell’insegnamento della filosofia in altri contesti nazionali europei ed extraeuropei.
    Show book
  • Il gioco serio del Teatro - Prefazione di Eugenio Barba e postfazione di Claudio Meldolesi - cover

    Il gioco serio del Teatro -...

    Walter Orioli

    • 0
    • 0
    • 0
    Negli ultimi anni, la teatroterapia si sta dimostrando uno strumento sempre più valido nella cura di molti tipi di disagio fisico e psicologico in quanto capace di agire efficacemente sul benessere della persona.  
    Nata dal dialogo e dalla contaminazione della psicologia e del teatro, sebbene - come chiarisce l’autore - né il teatro può essere finalizzato di per sé alla terapia né la terapia può avere il fine di produrre spettacolo, la teatroterapia si pone l’obiettivo di sviluppare le potenzialità umane a partire dalla dimensione corporea: la rappresentazione della propria storia personale attraverso l’interpretazione di un personaggio, è l’occasione per l’attore di intraprendere un percorso di conoscenza di sé, di crescita e di guarigione. 
     
    Questo testo rappresenta un’analisi dettagliata dei meccanismi attraverso cui la teatroterapia agisce e dei processi grazie ai quali opera nel territorio del benessere soggettivo e relazionale della persona.  
    A testimonianza dell’efficacia di questo percorso, il resoconto degli operatori che hanno applicato la teatroterapia a diverse situazioni, dai disturbi del comportamento alimentare all’afasia, dalla psicosi ai disagi dei bambini. 
     
    Una lettura che si rivolge a chi, amante del teatro, è interessato ad approfondire le potenzialità terapeutiche della propria passione; a chi, da profano, vuole avvicinarsi alla pratica della teatroterapia e naturalmente a chi, professionista del settore, intende arricchire la propria esperienza attraverso quella, di comprovata autorevolezza, dell’autore. 
    La teatroterapia rafforza l’autostima, il miglior sistema immunitario della coscienza.
    Show book
  • Ode al simulacro - cover

    Ode al simulacro

    Federico Fabregat

    • 0
    • 1
    • 0
    Federico Fabregat Vidrio (1975), scrittore e cineasta messicano, posa il proprio sguardo su diverse aree del pensiero. In Ode al simulacro, l'autore riflette sulla schiavitù verso dio (in minuscolo), la purezza della morte e la potenza dei sogni. L'esistenzialismo, la decadenza e persino il pessimismo sono le costanti con cui l'autore risponde alle domande che lo rendono irrequieto. L'uomo ordinario, secondo Fabregat, si chiede cos'è dio e come risposta ottiene: "dio è una di quelle idee formidabili che ci parlano della sproporzionata capacità di sognare collettivamente".
    Show book
  • Due atei un prete e un agnostico - cover

    Due atei un prete e un agnostico

    Federico Focher

    • 0
    • 0
    • 0
    “Il mio giudizio sulla religione oscilla spesso... e nelle oscillazioni più estreme non sono mai stato un ateo, nel senso di negare l’esistenza di Dio. Ritengo generalmente  
    (e sempre di più invecchiando), ma non sempre, che agnostico è forse la definizione più corretta della mia posizione intellettuale.” 
    Charles Darwin
    Show book
  • De divina omnipotentia - cover

    De divina omnipotentia

    Pier Damiani

    • 0
    • 0
    • 0
    Il DE DIVINA OMNIPOTENTIA è una piccola gemma incastonata nella storia della filosofia. In questo breve opuscolo, Pier Damiani consegna alla riflessione medievale un pensiero inaudito, destinato a dare voce ad una delle più radicali apologie della volontà e libertà divine. È possibile che Dio restituisca la verginità ad una donna che l’ha perduta, facendo sì che una cosa accaduta non sia in realtà mai accaduta? Rispondendo in modo affermativo a questa domanda, Damiani incarna un unicum nel panorama teologico del Medioevo, e lascia in eredità al pensiero successivo una soluzione inedita al problema dell’onnipotenza divina. Alternando l’invettiva all’esame degli argomenti dei suoi avversari, l’ampio bagaglio delle sacre scritture all’aneddoto vivido e godibile, Pier Damiani è la perfetta testimonianza di un modus philosophandi non ancora incardinato nella forma e nella struttura della Scolastica. Anzi, il metodo e le intenzioni del monaco rappresentano 
    forse uno dei tentativi più estremi e coraggiosi per deviare il corso che la riflessione medievale stava ormai per intraprendere alla fine dell’XI secolo.
    Show book