Today could be the day that you start a whole year of unlimited reading!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Vittoria ~ L'attesa - D-Storie in salsa realtà - cover

Vittoria ~ L'attesa - D-Storie in salsa realtà

Carlo Filippo Follis

Publisher: Carlo Filippo Follis

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

“Vittoria ~ L'attesa” propone delle ‘D-Storie in salsa realtà’. Tre racconti, tre protagonisti e un unico filo conduttore: l'amore. Un amore raccontato, vissuto, in differenti forme ma soprattutto l'amore di coppia. Vi è un dettaglio forse anche trascurabile, ma questo starà a voi deciderlo: i protagonisti sono Disabili, “Vittoria ~ L'attesa” è un libro scritto da un Disabile ma non per questo indirizzato esclusivamente a lettori Disabili ed anzi è destinato a tutti affinché le emozioni che propone siano di tutti come lo può diventare la disabilità.
Il libro propone dei protagonisti, dei Disabili, desiderosi di amare con il cuore e anche con il corpo che palpita, pulsa di normali passioni e sani desideri.
Si desidera l'ingrediente mancante capace di completare la vita di ciascuno: l'amore.
L'autore nella sua presentazione al libro scrive: «Ero molto giovane quando iniziai a veder morire dei miei amici senza che avessero ricevuto l’amore di un partner o anche solo un’esperienza godereccia di ‘sesso mercenario’.»
L'amore non è, e mai potrà essere, un diritto perché come scriveva Stendhal: «L’amore è la sola passione che si paga con una moneta che fabbrica essa stessa.»
Tuttavia può essere un desiderio, un sogno, una meta e, perché no, una Vittoria!
Lo conferma l'autore scrivendo: «Vittoria è il nome di una donna, Vittoria è anche un successo conseguito e ‘l’attesa’ può essere l’amore che non si vive ancora o quella meta che raggiunta ci farà gridare: ‘Vittoria!’»
Vittoria può essere anche la consapevolezza di Pietro, protagonista del primo racconto che, rabbiosamente, così urla sottovoce: «... merda! L’unico vero grande rimpianto legato a quella carrozza, che mi ha tradito, è Eleonora.»
Vittoria è anche la giovane Ary che, con amore platonico, di fronte al corpo nudo e disabile del protagonista domanda: «Te lo posso lavare?»
Vittoria è anche l'amore che spinge un uomo a sostituire al classico «Ti amo!» una favola scritta per esprimere i suoi sentimenti lasciando all'amata la possibilità di far finta di non capire il desiderio di lui. L'amore è quindi desiderare il bene di chi si ama. Per questo motivo una favola vuole lasciare la libertà di decidere: l'amore è anche rinuncia.
«Ho già vissuto oltre mezzo secolo come Disabile e mi convinco sempre di più che la disabilità è quel qualcosa di sconosciuto, di poco chiaro da capire e comunque un insieme di informazioni disordinate. Si comprende la disabilità solamente se si è Disabili o se si è strettamente coinvolti da questa realtà.»
Con queste parole l'autore vuole sottolineare quanto ancora ci sia da scoprire oltre gli stereotipi, veri e falsi, che oggi definiscono l'immagine “tipo” del Disabile che non conosciamo, di quello che spesso viene raccontato e anche difeso da chi non sa esattamente cosa sia la disabilità.
L'autore in un suo scritto sottolineò che: «La disabilita è democratica, non discrimina, vi accetta tutti proponendosi come un potenziale e inaspettato ‘evento storico’.»

Other books that might interest you

  • Il demone di carta - cover

    Il demone di carta

    Luigi Milani

    • 0
    • 0
    • 0
    Alessio Notte non è mai riuscito ad accettare la separazione dalla fidanzata Erica. Per questo ha iniziato ad avere atteggiamenti persecutori, fino a macchiarsi del reato di stalking. Sottoposto a misure restrittive da parte del Tribunale, Alessio ha ripreso a lavorare presso la Distortion, studio d'animazione della Capitale. Qui conosce Hugo Voss – un tempo affermato cartoonist, oggi tossicomane perso – dedito alla realizzazione di fumetti epic-fantasy che hanno per protagonisti divinità sanguinarie, nemiche giurate della razza umana. 
    Notte e Voss divengono amici, e quest'ultimo coinvolge l'amico nei suoi deliri artistici al limite della schizofrenia: l'artista è infatti convinto che le sue creazioni vivano davvero, sia pure nella dimensione delle tavole a fumetti. 
    Ma a volte realtà e finzione possono confondersi, in un gioco di ruoli che può rivelarsi fatale...
    Show book
  • Anna Clara in estate - cover

    Anna Clara in estate

    Giulia Greco

    • 0
    • 0
    • 0
    Anna Clara e Sandra hanno una relazione stabile e felice da otto anni. Le rispettive famiglie hanno apparentemente accettato l’una la compagna dell’altra e, come in tutte le coppie, anche loro si sono adagiate, dopo un po’ di tempo, in una tranquilla routine. Sandra raggiunge spesso i propri genitori per dar loro una mano, mentre Anna Clara resta a casa per godersi un po’ di solitudine. Tutto si svolge come da copione finché una mattina d’estate, cominciata peraltro felicemente, Anna Clara si ritrova a fronteggiare commenti e insinuazioni altrui sullo stato di salute della sua relazione. Tutte le persone che incontra sembrano suggerirle che qualcosa non va, che ci sono degli indizi che le sfuggono. A nulla serviranno le rassicurazioni dei suoi più cari amici. Anna Clara decide che forse è il momento di scoprire cosa sta succedendo.
    Show book
  • Foreste Distopiche - cover

    Foreste Distopiche

    Rossella Romano

    • 1
    • 1
    • 0
    Due brevi racconti di fantascienza distopica. Entrambi immaginano la Foresta come scenario in cui si svolge l'azione. "Libera Uscita" 4RG0 si sveglia nei Territori Onirici, nella sua notte di Libera Uscita, la prima dopo tredici mesi di duro lavoro. Proprio quando sulla foresta sta per abbattersi il temporale. "Pan Valentino" Ninfea viene abbandonata in una notte gelida nella Selva innevata, con un gruppo di altre ragazze. Tutte andranno in cerca del Pan. I presenti racconti erano già pubblicati per intero sul mio profilo Goodreads, dove sono rintracciabili i miei romanzi e racconti a pagamento.
    Show book
  • Vita dei campi - cover

    Vita dei campi

    Giovanni Verga

    • 0
    • 0
    • 0
    A collection of 10 short stories printed in 1880. (Summary by Simona)
    Show book
  • Il vecchio Moisé e la notte di Natale - cover

    Il vecchio Moisé e la notte di...

    Grazia Deledda

    • 0
    • 0
    • 0
    Ascoltiamo il vecchio Moisé mentre ci narra la storia di un giovane pastorello che ha trascorso le notti di Natale in una grotta, da solo, a sorvegliare il gregge. Il pastorello in quelle lunghe notti fredde pensa con tristezza alla sua famiglia che sta festeggiando al caldo. Ma il furto inaspettato di un maialino diventerà un divertente aneddoto da raccontare negli anni a venire.
    Show book
  • Favole di Jean de La Fontaine: Libro 12 - cover

    Favole di Jean de La Fontaine:...

    Jean de La Fontaine

    • 0
    • 0
    • 0
    Nei 12 volumi delle "Favole" (1669 - 1693) Jean de La Fontaine rinnovò la tradizione esopica, rappresentando la commedia umana. Quest'opera dimostrò il suo amore per la vita rurale e attraverso animali simbolici ironizzò sulla vita della società dell'epoca.  
    In the 12 volumes/books of "Favole" (1669 - 1693) Jean de La Fontaine renewed Aesop's tradition, representing the human comedy. This demonstrated his love for country life and by symbolic animals he ironized about his current years society's life. (Summary by Paolo Fedi)
    Show book