Join us on a literary world trip!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Crimini al pistacchio - La cuoca Katharina va in Alsazia - cover

Crimini al pistacchio - La cuoca Katharina va in Alsazia

Brigitte Glaser

Publisher: emons: GIALLI TEDESCHI

  • 0
  • 2
  • 0

Summary

Attirata a casa dalla madre con l'inganno, Katharina si ritrova a partecipare a una gara culinaria in Alsazia, durante le annuali celebrazioni dell'amicizia franco-tedesca. Passati i festeggiamenti, ad annunciare l'alba non è il gallo, ma un morto. Proprio sotto le finestre della cuoca, un cadavere galleggia nel torrente. E nella schiena, ben piantato, ha il coltello di Katharina.

Other books that might interest you

  • Segno Dei Quattro Il - cover

    Segno Dei Quattro Il

    Arthur Conan Doyle

    • 0
    • 0
    • 0
    Continuano le avventure di Sherlock Holmes con il fidato amico Watson, che durante le indagini rimane conquistato dal fascino della cliente.
    Show book
  • Der Krieg der römischen Katzen - Sprachkurs Italienisch-Deutsch A1 - Spannender Lernkrimi und Reiseführer durch Rom - cover

    Der Krieg der römischen Katzen -...

    Alessandra Barabaschi

    • 0
    • 2
    • 0
    Sprachkurs Italienisch-Deutsch (A1), Lernkrimi und Reiseführer durch Rom
    
    Inhalt des Lernkrimis:
    Annika besucht einen Italienischkurs in Rom. Sie wohnt bei einer Freundin am Largo Argentino. Der Platz ist eine berühmte römische Sehenswürdigkeit, weil Cäsar dort ermordet wurde. Und wegen seiner unzähligen Katzen, die dort leben. Eine alte Frau kümmert sich um die Katzen. Eines Tages trägt sie einen kostbaren Ring. Kurz darauf wird sie aufgefunden. Ertrunken. Annika wird neugierig und will den Fall lösen.
    
    Weitere Inhalte des Sprachkurses: Übungen, die Spaß machen, "Lesen und Lernen",
    Schwerpunkt Grammatik, Lösungen, Dossiers 1 + 2
    Show book
  • Baciamo le mani - cover

    Baciamo le mani

    Vittorio Schiraldi

    • 0
    • 0
    • 0
    I tempi erano cambiati ed era nata un mucchio di gente senza più rispetto. Nella malinconica consapevolezza dell’ultimo vecchio Don, che assiste alla lenta decomposizione del suo mondo e nella disperata ribellione che gliene deriva è la chiave psicologica di questo romanzo che demolisce le più tradizionali oleografie della mafia e i suoi protagonisti. 
    Baciamo le mani è però qualcosa di più di uno dei tanti romanzi sulla mafia che si pubblicano oggigiorno. Esso è la testimonianza autentica e spietata della profonda modificazione strutturale della società mafiosa siciliana all’avvento del gangsterismo, segna i momenti di un ricambio generazionale, a New York come a Palermo, ma è anche l’atto di nascita di un sistema diverso, un sistema senza più regole né principi, senza più miti è eroi, ormai affidato ai più brutali risvolti della violenza. 
    Baciamo le mani, infatti, è un libro amaro e violento, che oltre alla sofferta poesia dei personaggi che lo animano, rappresenta uno strumento efficace di conoscenza di una tra le più oscure e pericolose metastasi del corpo sociale. Ed è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, fino all’estremo congedo dei suoi protagonisti che non vivono nella superficiale esaltazione, oggi ormai ricorrente, di un costume che si è già trasformato, ma restano inchiodati alla loro condizione di superstiti eroici e disperati in un mondo travolto dalla disumanità, un mondo che ha rinunciato ai vinti come ai vincitori per inventariare soltanto i sopravvissuti. Don Angelino Ferrante - questo capo di una mafia quasi istituzionale - vede trasformarsi la sua Famiglia a poco a poco, dispersa da uomini e avvenimenti che appartengono alla più sanguinosa cronaca dei nostri giorni, la vede sacrificata dall’obbedienza assurda alle leggi sulla quale l’aveva costruita ma non rinuncia alla propria dimensione umana, fino alla totale disfatta. 
    Disfatta che non ha nulla della resa ma è l’eroico rifiuto di un mondo nel quale egli stesso non ha più alcuna ragione di sopravvivere. 
    “Non c’è posto migliore per morire che laddove hanno già seppelito tutto di te stesso“ è la conclusione dell’Autore. 
    E tale diventerà infatti la scelta di quest’ultimo patriarca destinato a non avere più successori.
    Show book
  • The Poison of the Medici - Language Course Italian Level A1 - A crime novel and tourist guide through Florence - cover

    The Poison of the Medici -...

    Alessandra Barabaschi

    • 1
    • 1
    • 0
    The story in short: On Christmas Eve Annika receives a phone call from her friend Corinna, who works as tourist guide at the Uffizi Gallery in Florence. Corinna is in trouble and Annika decides to travel to Florence, to help her out. The famous Florentine museum is getting ready for a sensational exhibition on the powerful Medici family. The artworks exhibited in the museum are marvellous, but a real drama is in store for Annika in the capital of the Renaissance.
    The book also contains several entertaining exercises, which will help you learn faster: "Read & Learn", Focus on Grammar, Solutions, Dossiers 1 + 2
    Show book
  • Vendette - cover

    Vendette

    Philippe Dijan

    • 0
    • 0
    • 0
    Marc, scultore affermato, è un quarantacinquenne di successo che non si fa mancare nulla: donne, alcol, droghe fin quando il figlio Alexandre si suicida nel bel mezzo di una festa. L’incontro con Gloria sembra offrirgli una possibilità di riscatto. Decide di portarla a casa e prendersi cura di lei. Ma la ragazza scompare dopo avergli distrutto l’appartamento. Perché lo ha fatto? Chi è? Marc non immagina quanto della propria vita possa ancora volare in pezzi.
    Un Philippe Djian lucido e mortale come la lama di un rasoio.
    Show book
  • Il potere del nulla - cover

    Il potere del nulla

    Alexandra David-Néel

    • 1
    • 0
    • 0
    Munpa, discepolo e servitore di un santo eremita, trova il suo Maestro assassinato. Pieno di dolore e di rabbia si mette sulle tracce dell'omicida. I mille sviluppi della sua indagine lo porteranno dal Tibet in Cina, dalla prigione a un monastero, da una zuffa al letto di una locandiera. Un detective improvvisato alle prese con un misto di superstizione e logica, di ingenuità e furbizia. Scritto da Alexandra David-Néel e dal figlio adottivo, il Lama Yongden, il romanzo è ricco di colpi di scena e pervaso di filosofia orientale.
    Show book