Don't put off till tomorrow the book you can read today!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Uovo di Ruha - Breve Favola dell'Uovo di Ruha - cover

Uovo di Ruha - Breve Favola dell'Uovo di Ruha

Baltasar

Publisher: Aurelio Aceto

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Uovo di Ruha (Breve Favola dell'Uovo di Ruha) in edizione multilingua: italiano, francese, polacco, inglese e russo.

...Ognuno di noi nasce in un contesto che è il proprio, che è suo, e di nessun altro. Potrà apparire, la propria vita, la propria esistenza, simile a quella di qualcun altro, mentre invece essa è, pur nell’apparente piccolezza e apparente anonimato, unica e irripetibile ...Chacun entre nous naît dans un contexte qui est le sien, qui n’appartient qu’à lui seul et à personne d'autre. Sa propre vie, sa propre existence, pourra apparaître, semblable à celle de quelqu'un d'autre, tandis qu’elle est, même si dans la modestie apparente et l'anonymat apparent, unique dans son genre...Każdy z nas przychodzi na świat w przeznaczonym mu otoczeniu, środowisku, które jest jego i tylko jego. Życie nas wszystkich może wydawać się podobne do życia innych, jednakże jest wyjątkowe 
i niepowtarzalne...Each of us is born in a context that is ours. It is ours, and of nobody else. It may appear, one’s own life, one’s own existence, similar to that of someone else, but is instead ours, even in the apparent smallness and apparent anonymity, unique and unrepeatable ...Каждый из нас рождается в контексте, который является своим собственным, ничьим иным. Собственная жизнь, существование может показаться похожей на другие, но она даже при кажущейся незначительности и анонимности уникальна и неповторима.

"The Critics Award for the Theatre section is assigned to the "Short tale about Ruha’s Egg" A. A. (Chieti, Italy). This theatrical play is beautiful and meaningful and A. A. is the author of both the text and words, and of scenografy by Baltasar (A.A.).
Particularly prominent figure, definitely aiming at rethinking and evolving everything that is considered vital essence in conceptual relationships between culture and communication. For this reason, his work explores the idea in parallel terms of analysis and perception. His plays are highly original. The author is able to emphasize the component immanent / transcendent human being " (Unicorno 2016, Rovigo, Italy)

Other books that might interest you

  • Cover Story - Le più belle copertine dei dischi italiani - cover

    Cover Story - Le più belle...

    Roberto Angelino

    • 0
    • 0
    • 0
    Delle copertine straniere si sa tutto ma di quelle italiane nessuno ha mai scritto quasi nulla. Eppure, grandi artisti, fotografi e illustri artigiani hanno partecipato alla realizzazione di quelle copertine che, oltre a restarci negli occhi e nel cuore, hanno contribuito non poco al successo dell’album che contenevano. 
    Ed eccoci qui con 76 capitoli in cui altrettanti lp storici italiani, con un interessante gioco di specchi e di rimandi, diventano 150 e più cover che, oltre a essere belle, hanno alle spalle anche una storia inedita e coinvolgente, gustosi retroscena e simpatici aneddoti che, allora, vale davvero la pena di raccontare. 
    Un libro importante che si avvale della supervisione di Luciano Tallarini, per mezzo secolo re delle 
    copertine dei dischi italiani.
    Show book
  • Questo Fantasma - Il critico e il teatro - cover

    Questo Fantasma - Il critico e...

    Roberta Ferraresi, Andrea Porcheddu

    • 0
    • 0
    • 0
    “Questo fantasma, il critico a teatro” vuole essere un “manualetto”. E muove da un duplice tentativo, o forse da un grande desiderio. Quello di fare una ricognizione non compilativa della scena italiana di questi anni – almeno di quel teatro che abbiamo amato e amiamo – e il tentativo di riflettere sullo stato della nostra critica. Abbiamo cercato, in modo molto libero e soggettivo, di ripercorrere alcune tra le maggiori teorie critiche del Novecento, provando poi ad applicarle alla nostra scena e alla nostra critica quotidiana. Ne è uscito un curioso ibrido, fatto di spunti teorici e possibili applicazioni pratiche viste da entrambi i lati della medaglia: ossia dalla scena e dalla platea, dalla parte di chi il teatro lo fa e dalla parte di chi ne scrive. Si comincia da una ricognizione sullo stato della critica italiana, per poi attraversare tre grandi temi, come il Soggetto, il Segno, la Società e chiudere con una riflessione sulla postmodernità e la scena di questi anni. Insomma, vorremmo che questo manuale fosse di stimolo per aprire nuove prospettive di analisi, per dialogare in modo più articolato con gli artisti, per stimolare analisi e – ovviamente, perché no? – altre critiche. La battaglia per rilanciare la diffusione di un pensiero critico – non solo nel teatro – è di vitale importanza: in anni di asservimento culturale al dettato televisivo; di appiattimento e di ingrigimento del dibattito sociale; di impoverimento delle prospettive, occorre fare uno sforzo per restituire dignità alla dimensione critica. Questo libro non pretende certo di essere la soluzione a tanti problemi, semmai solo un piccolo tassello, un contributo di chi pensa la critica teatrale come qualcosa di più e di diverso da una pratica di servizio…
    Show book
  • La fede nel cinema di oggi - Inquietudini e speranze in 14 film - cover

    La fede nel cinema di oggi -...

    Francesco Giraldo, Arianna...

    • 0
    • 0
    • 0
    In occasione dell’Anno della Fede, l’ACEC ha realizzato questo volume dal titolo La fede nel cinema di oggi. Inquietudini e speranze in 14 film. 
    «Il bisogno di credere è un bisogno pre-politico e pre-religioso  sul quale poggia il desiderio di sapere. Riconoscendo l’importanza di tale bisogno, noi atei possiamo favorire il dialogo tra credenti e non credenti...». Così si esprimeva, recentemente, la filosofa francese Julia Kristeva. Molti film sono stati inseriti nel presente volume proprio partendo da questa considerazione. Anche quelli che apparentemente sembrano muoversi su territori lontani dalla fede, ne sono talvolta profondamente vicini. I valori cristiani seminati a larghe mani nella lunga storia di duemila anni, improvvisamente emergono quasi carsicamente nella letteratura, nel teatro e nel cinema che, tra tutte le forme d’arte, è forse quella che riesce a metabolizzare meglio il credo cristiano in chiave contemporanea.
    Il cinema contemporaneo, quello che sa osare e non si adatta a riprendere e ad adeguarsi al “politicamente corretto”, crede in una alterità posta al di fuori di se stesso. È un cinema, naturalmente, che di solito non offre risposte, ma pone tante domande, lasciandole spesso irrisolte. La vera difficoltà, non solo per il cinema, sta casomai nella capacità di porle correttamente, anche perché le risposte stanno nel cuore delle stesse domande.
    Show book
  • I Palazzi di Padova - Guida nella storia e nell'arte - cover

    I Palazzi di Padova - Guida...

    Maria Beatrice Autizi

    • 0
    • 0
    • 0
    Una guida dettagliata ed esauriente dei più significativi palazzi di Padova, con particolare riferimento a quelli che si possono visitare tutto l’anno, o in occasione di mostre e di eventi particolari.Un itinerario che ci accompagna di palazzo in palazzo e da un’epoca all’altra, ripercorrendo la storia che a volte, nelle sue vicissitudini, ha modificato l’identità originale delle costruzioni, nascondendone i significati.Il ricordo degli affreschi di Giotto in Palazzo della Ragione, le statue negli edifici del municipio, il traghetto nella Loggia Carrarese, il Medioevo ancora attuale di Palazzo Zabarella. Questi sono solo alcuni esempi di ciò che questo libro ci porta a scoprire, con la possibilità di visitare i palazzi anche grazie alla raccolta di indirizzi e numeri di riferimento per le visite.
    Show book
  • Tempo che distrugge tempo che conserva sentimento del tempo nel restauro - cover

    Tempo che distrugge tempo che...

    Angela Squassina

    • 0
    • 0
    • 0
    Tempo che distrugge, tempo che conserva, sentimento del tempo nel restauro costituisce un lavoro di ricerca di grande spessore. È innovativo in quanto sa confrontare con puntualità due ambiti: quello filosofico e quello teorico-progettuale del restauro architettonico.
    Show book
  • Nanotecnologie e restauro - Dalla ricerca al cantiere - cover

    Nanotecnologie e restauro -...

    AA. Aa.vv.

    • 0
    • 0
    • 0
    I termini nanoscienze e nanotecnologie si riferiscono a tutte quelle discipline scientifiche,  ingegneristiche e tecnologiche che si occupano dello studio e delle applicazioni di materiali su scala estremamente piccola, aventi dimensioni comprese tra 1 e 100 nanometri. 
    Anche nel settore della scienza della conservazione dei beni culturali, l’impiego di soluzioni nanotecnologiche si è, in maniera sempre maggiore, andato ad affermare negli ultimi venti anni, determinando un significativo ampliamento della gamma di soluzioni a disposizione dei restauratori che possono disporre di strumenti semplici ed affidabili nati nell’ambito della scienza dei colloidi e dei materiali. Ad esempio, silici colloidali, nanoparticelle inorganiche e alcossisilani  sono stati proposti per la conservazione di opere lapidee e lignee. In questo ambito, il contributo del Consorzio per lo Sviluppo dei Sistemi a Grande Interfase (CSGI) e Dipartimento di Chimica dell’Università di Firenze è stato senza dubbio pioneristico: come si potrà leggere nel libro, nanoparticelle alcaline, microemulsioni e soluzioni micellari, e gel, possono offrire una risposta a particolari problemi conservativi difficilmente affrontabili con i tradizionali metodi di restauro.
    Show book