What's better than reading? Reading withour limits :D
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Fisica e Metafisica - dialoghi simil-grotteschi col proprio io - cover

Fisica e Metafisica - dialoghi simil-grotteschi col proprio io

Baltasar

Publisher: Aurelio Aceto

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Testi in multilingua (italiano, inglese, francese, spagnolo). Tutti i testi riguardano dialoghi col proprio io, incentrati sulla crescita personale e consapevolezza; alcuni testi sono in forma grottesca, altri meno. In questi dialoghi ci siamo noi e il mondo che ci circonda.

Other books that might interest you

  • Senza padre e madre né rimorsi - La vera storia di Salvatore Corbello - cover

    Senza padre e madre né rimorsi -...

    Sergio Covelli

    • 0
    • 0
    • 0
    Salvatore Corbello, un giovane psicolabile calabrese, ricostruisce i suoi ultimi anni nel mondo dei sani di mente attraverso l’estenuante ricerca della verità scritta in uno stile bulimico e allucinato, ma sempre ironico e divertito.
    Anni in cui smette di assumere psicofarmaci e rovina per sempre il rapporto che ha con la propria famiglia, tanto da sceglierne un’altra composta dai suoi migliori amici.
    I quattro, fragili creature vittime di un contesto arretrato, difficile e indifferente, formano una banda irriverente e autarchica, fanno del loro legame l’unica ragione di vita e consumano il loro tempo mettendo in atto una serie di folli goliardate.
    Ma il passaggio dalla minore alla maggiore età non sarà facile per Salvatore, alle prese con il Sud, quello delle dure periferie, con il rendersi conto di quanto l’amore sia smisuratamente più devastante dell’amicizia e con la sua solitaria battaglia contro la teoria psichiatrica della pazzia...
    Show book
  • Britannica - Dalla scena di Manchester al Britpop - cover

    Britannica - Dalla scena di...

    Alessio Cacciatore, Giorgio Di...

    • 0
    • 0
    • 0
    Una storia che si snoda in una decade di nuova creatività musicale, rivolgimenti sociali e contraddizioni.
    Oasis, Blur, Stones Roses, Joy Division, La Factory Records, FAC 51 The Hacienda, Creation records e tutti I più conosciuti protagonisti della scena sono raccontati nel contesto di un’Inghilterra in fermento tra la Thatcher e Blair.
    Oltre 500 schede di altrettanti gruppi “Illustri” ma sconosciuti completano un libro indispensabile per conoscere i 10 anni tra il 1988 e il 1998 e la musica che li ha attraversati.
    Show book
  • La Musica Come Terapia - cover

    La Musica Come Terapia

    Lucio Gallo

    • 0
    • 0
    • 0
    "Quest’eBook desidera offrire la possibilità a chiunque ne voglia fare conoscenza, dei benefici che un uso consapevole della Musica può dare sia in ambito sanitario, sia educativo-formativo, sia semplicemente per il gusto d’ascoltare le 7 note con modalità differenti.
    Capitoli auto-conclusivi e di facile lettura aiuteranno il Lettore a ri-scoprire le potenzialità del proprio sé attraverso quest’Arte, a volte rilegata solo ad aspetto secondario.
    Parole che potranno supportare il percorso, magari già intrapreso in altri ambiti, per potenziare alcuni aspetti dello stesso e migliorare la concezione dell’Ascolto, creando così un “ponte” sonoro e non solo, fra sé e gli altri."
    Show book
  • I Palazzi di Padova - Guida nella storia e nell'arte - cover

    I Palazzi di Padova - Guida...

    Maria Beatrice Autizi

    • 0
    • 0
    • 0
    Una guida dettagliata ed esauriente dei più significativi palazzi di Padova, con particolare riferimento a quelli che si possono visitare tutto l’anno, o in occasione di mostre e di eventi particolari. 
    Un itinerario che ci accompagna di palazzo in palazzo e da un’epoca all’altra, ripercorrendo la storia che a volte, nelle sue vicissitudini, ha modificato l’identità originale delle costruzioni, nascondendone i significati. 
    Il ricordo degli affreschi di Giotto in Palazzo della Ragione, le statue negli edifici del municipio, il traghetto nella Loggia Carrarese, il Medioevo ancora attuale di Palazzo Zabarella. Questi sono solo alcuni esempi di ciò che questo libro ci porta a scoprire, con la possibilità di visitare i palazzi anche grazie alla raccolta di indirizzi e numeri di riferimento per le visite.
    Show book
  • Sculptors painters and Italy - Italian Influence on Ninteenth-Century American Art - cover

    Sculptors painters and Italy -...

    Sirpa Salenius

    • 0
    • 0
    • 0
    The essays in Sculptors, Painters, and Italy: Italian Influence on Nineteenth-Century American Art examine the influence of Italy in the works of nineteenth-century American sculptors and painters. The focus is on their experience in Italy, their relationship with local workmen, their contact with Italian artists such as the Tuscan Macchiaioli, and the impact of their Italian experience on the formation of American art. The papers in the volume discuss such artists as Horatio Greenough, Thomas Cole, Hiram Powers, Henry Kirke Brown, Elihu Vedder, Edmonia Lewis, and John Singer Sargent. The essays are written by scholars from American universities and museums, and they appear in the following order: Elise Madeleine Ciregna, “’An Example in the Right Direction’: Horatio Greenough’s Life and Work in Italy”; John F. McGuigan Jr, “’A Painter’s Paradise’: Thomas Cole and His Transformative Experience in Florence, 1831-1832”; Rebecca Reynolds, “’No Ordinary Hands’: Hiram Powers’ Artistic and Professionally Related Family”; Karen Lemmey, “’I would just as soon be in Albany as Florence,’ Henry Kirke Brown and the American Expatriate Colonies in Italy, 1842-1846”; Mary K. McGuigan, “A Garden of Lost Opportunities: Elihu Vedder in Florence, 1857-1860”, Marilyn Richardson, “Friends and Colleagues: Edmonia Lewis and Her Italian Circle”; and Kathleen Lawrence, “John Singer Sargent, Italy, and the American Paradox.”
    Show book
  • Ernesto Nathan Rogers - La rappresentazione come strumento per la conoscenza dell’architettura - L’architettura come strumento per la rappresentazione della società - cover

    Ernesto Nathan Rogers - La...

    Gianfranco Guaragna

    • 0
    • 0
    • 0
    Sappiamo bene che certi temi sono ormai completamente avulsi dal contesto storico attuale, tuttavia, quello che si è cercato di focalizzare in questo breve scritto sono soltanto alcuni aspetti dell’opera e del pensiero di Ernesto N. Rogers che riguardano fondamentalmente il rapporto tra l’uomo, l’architettura e la società e che rappresentano la base dei suoi insegnamenti. Di conseguenza, a partire dall’idea contenuta nel concetto “rogersiano” di disegno, che è inteso non come semplice tecnica di rappresentazione bensì come studio dell’opera architettonica rivolto alla conoscenza della storia, si è poi cercato di delineare, attraverso una chiave di lettura che potesse essere in grado di eviscerarne tutta la complessità, il tipo d’interesse che egli pone nei riguardi del rapporto tra tradizione e innovazione. 
    Quando Rogers, infatti, alla fine del 1953 assume la direzione di Casabella, oltre alla questione del disegno, fa si che la rivista si caratterizzi fin dai primi numeri proprio per la volontà di tenere insieme l’archetipo, inteso come tradizione, e l’innovazione tecnologica. Tuttavia, un altro aspetto importante che caratterizza questa prima fase della rivista è proprio la continuità - anche se di breve durata - con quel filone ‘spontaneista’ inaugurato dalla precedente conduzione di Pagano. Pertanto noi crediamo che il concetto dell’architettura come rappresentazione dei valori non solo di una comunità ma dell’intera società, si evinca proprio dai temi trattati in questi primi numeri di Casabella e dai progetti che Rogers realizza negli stessi anni; tra questi, quello per Borgo San Sergio a Trieste.
    Show book