Reading without limits, the perfect plan for #stayhome
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
La scomparsa di Lady Frances Carfax (Il suo ultimo saluto: alcune reminiscenze di Sherlock Holmes) - Nuova edizione illustrata con i disegni originali di Alec Ball Frederic Dorr Steele Knott e T V McCarthy - cover

La scomparsa di Lady Frances Carfax (Il suo ultimo saluto: alcune reminiscenze di Sherlock Holmes) - Nuova edizione illustrata con i disegni originali di Alec Ball Frederic Dorr Steele Knott e T V McCarthy

Arthur Conan Doyle

Translator Brunella Pernigotti

Publisher: Kentauron

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Nuova edizione illustrata con i disegni originali di Alec Ball, Frederic Dorr Steele, Knott e T. V. McCarthy.  "La scomparsa di Lady Frances Carfax" è uno dei 56 racconti di Sherlock Holmes scritto dall'autore britannico Arthur Conan Doyle, inizialmente pubblicato nelle riviste American Magazine e The Strand Magazine e in seguito parte di una raccolta di otto racconti pubblicata come libro con il titolo di ""Il suo ultimo saluto: alcune reminiscenze di Sherlock Holmes"", in alcune edizioni intitolato ""L'ultimo saluto di Sherlock Holmes"". È uno dei pochi racconti in cui per gran parte della trama Watson deve agire da solo e cerca di fare del suo meglio con Holmes posto in secondo piano.  Sir Arthur Ignatius Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859 – Crowborough, 7 luglio 1930) è stato uno scrittore scozzese, considerato, insieme ad Edgar Allan Poe, il fondatore di due generi letterari: il giallo e il fantastico. In particolare è il capostipite del sottogenere noto come giallo deduttivo, reso famoso dal personaggio dell'investigatore Sherlock Holmes. La produzione dello scrittore tuttavia spazia dal romanzo d'avventura alla fantascienza, dal soprannaturale ai temi storici.  Altre edizioni Disponibile anche in inglese e in edizione bilingue con testo inglese a fronte, specifica per tablet (il testo originale e la traduzione vengono visualizzati su due colonne affiancate).

Other books that might interest you

  • Il Terrore Privato Il Terrore Politico - Romanzo - cover

    Il Terrore Privato Il Terrore...

    Guido Pagliarino

    • 0
    • 0
    • 0
    Nell`anno 2000 il vecchio questore emerito Vittorio D’Aiazzo, affiancatosi al commissario Sordi suo ex dipendente, investiga in funzione di consulente della Questura torinese su una serie di omicidi che si presentano sì come l`opera nichilista d`un sadico assassino seriale o quali sacrifici al diavolo d`una delle sette sulfuree della Torino macabro-stregata, ma potrebbero avere, anche o soltanto, cause legate a quel terrorismo che aveva imperversato in Italia fino a una ventina d`anni prima e si trascina ancora a fine millennio. Il mostro sopprime orrendamente le sue vittime conficcando loro l`arma del delitto in un orecchio fin ad arrivare al cervello con esito letale. L`indagine tocca sia temi privati, procedendo entro una varia umanità non tutta moralmente limpida, sia temi politici, economici e sociali già tipici degli anni’70 dello scorso secolo, dei cosiddetti anni di piombo, in cui la violenza politica e quella privata finivano normalmente col confondersi nella scomparsa, o quasi, del concetto di persona e nel prevalere dei ruoli sociali; e l’inchiesta  di Vittorio D’Aiazzo si snoda tra i frutti maligni di quei semi perversi, fra inquietanti sospetti, crisi di identità, annotazioni psicologiche, e raggiunge il suo acme risolutivo nello spiazzante svelamento finale, che ha come appendice la morte del medesimo questore, come conseguenza stessa della scoperta del colpevole.
    Show book
  • La mano destra del diavolo - cover

    La mano destra del diavolo

    Dennis Mcshade

    • 0
    • 0
    • 0
    Peter Maynard, il Califfo, è un sicario filosofo, che legge i classici, ha l’ulcera e beve latte invece del solito whisky. Pagato da un milionario per scovare e uccidere i quattro che anni prima hanno violentato la figlia provocandone la morte, il Califfo si muove in un mondo duro, dove la menzogna è legge. Ma si tratta dell’America dove il Sindacato del crimine detta legge, o del Portogallo di Salazar dove l’autore Dinis Machado per sfuggire alla censura deve assumero lo pseudonimo di Dennis McShade e far finta di tradurre un’opera che in realtà scrive in portoghese? L’ambiguità e il doppio, ecco le chiavi di lettura di un romanzo che usa i generi per sovvertirli.
    Show book
  • Tende rosse - cover

    Tende rosse

    Angelo Agnello

    • 0
    • 0
    • 0
    Giovanni ha diciotto anni, lavora in una bottega di frutta e verdura in un mercato popolare di Palermo, vive solo con la madre da quando il padre è stato allontanato per violenze.Un giorno assiste all’inseguimento di due malviventi da parte di alcuni poliziotti e da quel momento la sua vita cambia, diventano involontario protagonista di un fatto si sangue di stampo mafioso. Da semplice spettatore egli diverrà collaboratore di giustizia, spinto da un sentimento di ribellione alla cultura criminale di cui il mercato è intriso. Come una barca che gira una boa in alto mare, Giovanni vedrà in pochi giorni la sua vita del tutto stravolta. Con Valeria, giovane ragazza ipovedente, vivrà un’intensa storia d’amore, esplosiva e sofferta, e si troverà a indagare, insieme a lei e a un amico libraio, sui misteri di un losco traffico della malavita, scoprendo, tra un colpo di scena e l’altro, che “l’inferno” può davvero esistere.Un giallo avvincente in cui nulla accade per caso, in cui un mistero ha la capacità di innescare una catena di eventi imprevedibili che rischiano di rivelarsi molto pericolosi.
    Show book
  • Il potere del nulla - cover

    Il potere del nulla

    Alexandra David-Néel

    • 1
    • 0
    • 0
    Munpa, discepolo e servitore di un santo eremita, trova il suo Maestro assassinato. Pieno di dolore e di rabbia si mette sulle tracce dell'omicida. I mille sviluppi della sua indagine lo porteranno dal Tibet in Cina, dalla prigione a un monastero, da una zuffa al letto di una locandiera. Un detective improvvisato alle prese con un misto di superstizione e logica, di ingenuità e furbizia. Scritto da Alexandra David-Néel e dal figlio adottivo, il Lama Yongden, il romanzo è ricco di colpi di scena e pervaso di filosofia orientale.
    Show book
  • Die Blutspur in der Opernarena - Sprachkurs Italienisch-Deutsch A2 - Spannender Lernkrimi und Reiseführer durch Verona - cover

    Die Blutspur in der Opernarena -...

    Alessandra Barabaschi

    • 0
    • 0
    • 0
    Verona ist die Stadt des berühmtesten Liebespaares der Literaturgeschichte: Romeo und Julia. Aber Verona ist auch die Stadt der Opernarena, die sich darauf vorbereitet, die Rückkehr der berühmten Sopranistin Eva Tanzi in der Rolle der Aida zu feiern. Auch Annika wird an diesem Ereignis teilnehmen und … wird in mehr verwickelt als erwartet.
    Weitere Inhalte des Sprachkurses: Übungen, die Spaß machen, "Lesen und Lernen", Schwerpunkt Grammatik, Lösungen, Dossiers 1 + 2
    Show book
  • Baciamo le mani - cover

    Baciamo le mani

    Vittorio Schiraldi

    • 0
    • 0
    • 0
    I tempi erano cambiati ed era nata un mucchio di gente senza più rispetto. Nella malinconica consapevolezza dell’ultimo vecchio Don, che assiste alla lenta decomposizione del suo mondo e nella disperata ribellione che gliene deriva è la chiave psicologica di questo romanzo che demolisce le più tradizionali oleografie della mafia e i suoi protagonisti. 
    Baciamo le mani è però qualcosa di più di uno dei tanti romanzi sulla mafia che si pubblicano oggigiorno. Esso è la testimonianza autentica e spietata della profonda modificazione strutturale della società mafiosa siciliana all’avvento del gangsterismo, segna i momenti di un ricambio generazionale, a New York come a Palermo, ma è anche l’atto di nascita di un sistema diverso, un sistema senza più regole né principi, senza più miti è eroi, ormai affidato ai più brutali risvolti della violenza. 
    Baciamo le mani, infatti, è un libro amaro e violento, che oltre alla sofferta poesia dei personaggi che lo animano, rappresenta uno strumento efficace di conoscenza di una tra le più oscure e pericolose metastasi del corpo sociale. Ed è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, fino all’estremo congedo dei suoi protagonisti che non vivono nella superficiale esaltazione, oggi ormai ricorrente, di un costume che si è già trasformato, ma restano inchiodati alla loro condizione di superstiti eroici e disperati in un mondo travolto dalla disumanità, un mondo che ha rinunciato ai vinti come ai vincitori per inventariare soltanto i sopravvissuti. Don Angelino Ferrante - questo capo di una mafia quasi istituzionale - vede trasformarsi la sua Famiglia a poco a poco, dispersa da uomini e avvenimenti che appartengono alla più sanguinosa cronaca dei nostri giorni, la vede sacrificata dall’obbedienza assurda alle leggi sulla quale l’aveva costruita ma non rinuncia alla propria dimensione umana, fino alla totale disfatta. 
    Disfatta che non ha nulla della resa ma è l’eroico rifiuto di un mondo nel quale egli stesso non ha più alcuna ragione di sopravvivere. 
    “Non c’è posto migliore per morire che laddove hanno già seppelito tutto di te stesso“ è la conclusione dell’Autore. 
    E tale diventerà infatti la scelta di quest’ultimo patriarca destinato a non avere più successori.
    Show book