Turn 2021 into a year of reading!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Subscribe to read the full book or read the first pages for free!
All characters reduced
Tony Nessuno - cover

Tony Nessuno

Andrés Montero

Publisher: Edicola

  • 0
  • 1
  • 0

Summary

Vincitore del Premio Iberoamericano de Novela Elena Poniatowska 2017
La vita del Grande Circo Garmendia, che a dispetto del nome non è altro che un misero e polveroso baraccone di provincia, viene rivoluzionata dall’arrivo di un misterioso arabo che lascia in dono al capofamiglia due libri antichi e uno strano bambino senza nome. Saranno proprio quei libri, niente meno che Le mille e una notte, a cambiare per sempre le sorti del circo, da quando la trapezista Javiera – trasformatasi in una novella Shahrazàd – inizierà a incantare il pubblico con i suoi racconti dal sapore leggendario. Dopo anni di sacrifici, gli spalti del Grande Circo Garmendia tornano a riempirsi, la voce si sparge di città in città, e la compagnia torna ad assaporare una gloria che credeva persa per sempre. Quello che Javiera ancora non sa è che insieme al successo i libri porteranno nel suo destino anche i tragici riflessi di una maledizione antica.

Ambientato in un’atmosfera malinconica e a tratti onirica, popolata da personaggi bizzarri, sospesi sul confine che separa la realtà dall’illusione e alla continua ricerca del proprio posto nel mondo, Tony Nessuno di Andrés Montero è un romanzo che celebra la forza della narrazione orale, una favola nera dedicata al potere delle storie ascoltate, di quelle tramandate e soprattutto di quelle taciute.

«Volevo annusare i libri più da vicino, ma Malaquías li tenne in alto, lontano da me, mentre rispondeva che non aveva soldi per comprarli perché gli avevano da poco portato un leone dall’Europa e doveva ancora pagarne la seconda rata. “E poi qui nessuno sa leggere”, disse stringendosi nelle spalle, e sputò per terra. “Siamo solo circensi”.»

Traduzione di Giulia Zavagna
Illustrazione di copertina di Hernán Chavar

Other books that might interest you

  • Gil Scott Heron - Il Bob Dylan Nero - cover

    Gil Scott Heron - Il Bob Dylan Nero

    Antonio Bacciocchi

    • 0
    • 0
    • 0
    Poeta, scrittore, musicista, è stato il cantore dell'America del Vietnam, dei diritti negati ai neri e delle loro lotte, ma anche dei meandri più oscuri e maledetti dell'animo umano, quello minato da disperazione, povertà, alcolismo, droga, emarginazione. 
    Lo ha sempre fatto con estrema lucidità, un linguaggio crudo e, tuttavia, ironico e pungente, accompagnato da una miscela musicale originale e personalissima che ha attinto sapientemente dalle radici della black music, rinnovandola e modernizzandola, rimettendosi costantemente in gioco, contro ogni ostacolo, anche quelli più alti. 
    Completano il libro un'intervista ad Alberto Castelli, un intervento di Carlo Babando, varie testimonianze, la lista delle apparizioni di Gil in Italia e una discografia ragionata.
    Show book
  • Gravità zero - Un viaggio nella musica - cover

    Gravità zero - Un viaggio nella...

    Joe Jackson

    • 0
    • 1
    • 0
    Joe Jackson si racconta attraverso una sorta di divertente documentario, ricco di umanità e ironia, facendoci apprezzare anche le sue doti di scrittore. Con la sua narrazione accompagna il lettore sino al 1979, anno in cui esce il suo primo e più venduto album, Look Sharp!  
    C’è il ritratto di un adolescente, musicista emarginato e fan di Beethoven, che inizia a esibirsi di fronte a un pubblico di skinhead che lanciano bicchieri e marinai ubriachi che s'azzuffano. Ci guida, poi, dentro le aule della Royal Academy of Music, passando per la Londra della scena punk e new-wave, fino alle soglie della celebrità.   
    In Gravità Zero Jackson ci parla della sua sincretica passione per la musica di tutti i generi; di come e perché la gente faccia musica; del suo grande amore per Šostakovič e The Prodigy e della sua avversione per Brahms e Brian Eno. 
    Non è un’autobiografia ma “un libro sulla musica astutamente camuffato da libro di memorie” che ci svela come la musica lo abbia salvato dal diventare “uno di quei tristi bastardi che vedi uscire dai pub all'ora di chiusura, in cerca di una rissa”. 
     
    Joe Jackson 
    David Ian “Joe” Jackson (Burton upon Trent, 11 agosto 1954), cantante, compositore e polistrumentista britannico, è tra i principali esponenti della New Wave insieme a Elvis Costello e Graham Parker. Nella sua quarantennale carriera ha spaziato fra numerosi generi: dal punk rock al jazz, dal pop alla musica classica e tra i suoi brani di maggior successo figurano Is She Really Going Out With Him?, Steppin' Out e You Can't Get What You Want (Till You Know What You Want). Ha vinto un Grammy Award nel 2001 con l’album Symphony No.1, come miglior album pop strumentale, e ottenuto altre cinque nomination tra il 1979 e il 2001. 
    Tra i suoi album più venduti ricordiamo Look Sharp!, Night and Day e Body and Soul. Il più recente, Fool, è uscito nel gennaio 2019. Ha composto colonne sonore per film, video e televisione. Diplomato alla Royal Academy of Music, la sua vita si divide tra Berlino, New York City e Portsmouth. 
    Ha pubblicato A Cure for Gravity nel 1999. Finalista nel 2000 dell’11ma edizione del Premio Ralph J. Gleason Music Book, il libro è stato tradotto in tedesco e olandese.
    Show book
  • Occhi di ragazzo - Sergio Bardotti: un artista che non ha mai smesso di sognare - cover

    Occhi di ragazzo - Sergio...

    Nini Giacomelli

    • 0
    • 0
    • 0
    Uno dei grandi autori della musica leggera italiana cui si devono successi quali "E io tra di voi", "Piazza grande", "Canzone per te", "Occhi di ragazza" e tanti altri, ricordato da grandi personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.
    Show book
  • I miei occhi hanno visto - Storie di sguardi ed emozioni di viaggiatori e migranti - cover

    I miei occhi hanno visto -...

    Giorgia Miazzo

    • 0
    • 1
    • 0
    In questo libro vengono pubblicati 35 racconti di viaggio che l’autrice, Giorgia Miazzo, ha scritto in un arco di tempo di 15 anni che l’hanno vista viaggiare tra l’Europa, le Ame-riche e l’Africa. Sono testimonianze personali realizzate nella forma di articoli dove vengono narrate le vicende, gli sguardi e le emozioni delle persone, popoli, civiltà incontra-te nel suo continuo muoversi. I testi raccolti in questo libro sono soprattutto riflessioni sul senso del viaggio e del viag-giare, considerazioni che si allargano ai temi della storia, della geografia, della cultura, dell’emigrazione e del viag-gio come necessità. 
    Viaggiare significa prendere la valigia, armarsi di coraggio e passione per andare a conoscere angoli del mondo per noi esotici, vivere esperienze dirette con le comunità locali, co-noscere per apprendere, offrire una parte di sé per comple-tarsi. L’autrice, nella sua narrazione, indirizza spesso il suo pensiero verso i migranti, perché possiedono una forza e integrità che sono ormai rare e una sensibilità e pienezza identitaria a cui non è possibile rimanere indifferenti. 
    Il libro di Giorgia Miazzo è ricco di umanità e possiede il raro dono di coinvolgere completamente il lettore, di ren-derlo partecipe alle emozioni e riflessioni che in questo te-sto si incontrano in ogni pagina.
    Show book
  • Terremoti - Una vita e un sax nella Napoli degli anni ottanta - cover

    Terremoti - Una vita e un sax...

    Sergio Maglietta

    • 0
    • 0
    • 0
    C’è Napoli, con la sua prosperosa bellezza di femmina del Sud e con la sua lingua ancestrale che affiora dai dialoghi dei protagonisti. C’è la musica, quella più insolente e viscerale, meno addomesticata, linguaggio del corpo e dell’anima per spiriti inquieti e irriducibili. 
    Ci sono “i giovani” che consumano l’ultimo quarto d’ora di celebrità concessogli dal dominante sistema politico/economico/spettacolare. 
    E poi c’è la vita vera. Con la violenza, la droga e la voglia di protagonismo e opposizione che creano una miscela esplosiva e dirompente. La storia si conclude nel 1985, quando quel decennio si spegne precocemente e tutte le intuizioni, le promesse e le suggestioni che il terremoto aveva liberato sembrano dissolversi. Una vicenda anomala e, allo stesso tempo, emblematica. Un terremoto dentro e fuori.
    Show book
  • Due rive un solo fiume - Scienza e spiritualità come linguaggi universali - cover

    Due rive un solo fiume - Scienza...

    Anna Benedetta Galazzo

    • 0
    • 0
    • 0
    Scienza e spiritualità sono due linguaggi uni-versali perché vanno nella stessa direzione e si integrano l’una con l’altra, lasciando scorgere il loro punto di fuga comune: la coscienza, il ponte tra Spirito e materia. La nuova scienza e le scoperte del mondo sub-atomico ci conducono verso un universo cosciente, lo stesso universo che tradizioni esoteriche e filosofie perenni hanno esplorato e descritto per secoli e millenni. Un universo non più fondato sulla materia ma sulla coscienza, il ponte finalmente in grado di unire due rive rimaste opposte per lungo tempo.
    Show book