As many books as you want!
Add this book to bookshelf
Grey
Write a new comment Default profile 50px
Grey
Read online the first chapters of this book!
All characters reduced
Le fondazioni in provincia di Rimini - Il capitale sociale delle comunità locali - cover

Le fondazioni in provincia di Rimini - Il capitale sociale delle comunità locali

AA. AA.VV.

Publisher: Homeless Book

  • 0
  • 0
  • 0

Summary

Riscoprire il capitale sociale delle comunità locali: un motivo su cui oggi molto si insiste e che non è per nulla estraneo alle Banche di credito cooperativo. A nzi per tanti motivi storici ed economici, le Bcc sono state, allorquando erano Casse rurali, e non possono non continuare ad essere una espressione diretta 
ed esplicita del capitale sociale delle comunità. 
Il legame con il territorio, il servizio alle famiglie e alle persone, il supporto finanziario alle piccole imprese, oggi anche alle imprese promosse da lavoratori di altri paesi e nostri ospiti, il 
riconoscimento dei beni culturali, la valorizzazione dell’associazionismo volontario nelle sue diverse espressioni (da quella religiosa a quella educativa, culturale, sportiva): sono tutti ambiti dove il credito cooperativo si rende presente, anzi si intreccia e si combina con gli interessi comuni della comunità, 
facendo crescere anche economicamente il capitale sociale delle comunità.

Other books that might interest you

  • OReSTe - cover

    OReSTe

    Everardo Minardi, Rita Salvatore

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo libro nasce dal lavoro di esplorazione, di osservazione e di ricerca mirata sugli interrogativi, i problemi e le incertezze del processo di ricostruzione post-terremoto dell'Aquila, evidenziando come la riattivazione della vita di una città, ricca di identità storica e culturale ma anche di insediamenti produttivi che oggi privilegiano l’innovazione tecnologica, non investe solo la necessaria ricostruzione della dotazione funzionale della struttura urbana, ma anche e soprattutto la dimensione soggettiva, relazionale ed istituzionale di una popolazione che dopo il trauma profondo subito, procede alla rielaborazione della identità dei borghi, dei quartieri, della città; non senza caricare di grande significato e potenzialità la dimensione della comunicazione sociale, nell’ambito della quale sono entrati media leggeri, flessibili, multiformi e distribuiti che hanno costruito nuove reti sociali e valorizzati nuovi attori protagonisti della riconquista simbolica e sociale della città e dei suoi spazi prima esterni, poi interni alla storica struttura urbana di una città articolata e stratificata come L’Aquila.
    Show book
  • Sbankitalia - 2a Versione ampliata e aggiornata - Partiti Banche Assicurazioni Il furto della nostra Banca Centrale e delle sue enormi riserve e profitti per donarli ai banchieri privati - cover

    Sbankitalia - 2a Versione...

    Marco Della Luna

    • 0
    • 0
    • 0
    Dall'autore di "Euroschiavi" un nuovo saggio sui disastrosi sviluppi dell'economia europea e nazionale. La prima parte di questo libro tratta i contenuti, gli effetti, gli scopi degli accordi Ecofin del 20.12.13 per la governance bancaria centralizzata e per la gestione delle crisi bancarie, e dimostra come tali accordi consentiranno alla Germania di risparmiarsi ogni onere di solidarietà verso i paesi svantaggiati dell’Eurozona, e come l’Italia sarà resa ricattabile da Berlino a causa della situazione del suo sistema bancario, già nota. La seconda parte del libro espone concisamente la storia della Banca d’Italia, il suo progressivo sabotaggio come fattore di autonomia, forza e progresso economico nazionale, la sua illegale consegna a banchieri e capitalisti privati che ne hanno stravolto, e gli ultimi interventi su di essa del governo Saccomanni-Letta, ad esclusivo vantaggio del peggior capitalismo privato.
    Show book
  • Come fare micro credito per fare lavoro per i giovani - cover

    Come fare micro credito per fare...

    Silvia Paglia

    • 0
    • 4
    • 0
    Questo testo ha l’obiettivo di mettere in evidenza come sia possibile costruire una risposta non occasionale al problema dell’accesso dei giovani al credito per poter avviare la loro idea di impresa. Una risposta che non discende dall’alto, ma si genera dall’attenzione che un gruppo di persone, attento ai problemi della comunità e del territorio di appartenenza, esprime attraverso la costruzione di una esperienza associativa, «Fare lavoro», che con la collaborazione del credito cooperativo, attiva una elevata capacità di risposta alle idee ed alle proposte imprenditoriali di giovani sempre appartenenti alla stessa comunità territoriale. 
    Il punto di vista che si esprime attraverso il breve testo di seguito proposto è però diverso; mette in campo non istituzioni, neanche istituti di credito di per sé. Si tende anzi a mettere in evidenza le differenze di logica e di struttura del micro credito, nella sua natura prevalentemente sociale (anticamente il micro credito si sarebbe chiamato «prestito sociale»), rispetto alla micro finanza; quest’ultima, infatti, rappresenta in un certo senso la continuazione dell’azione del micro credito, mettendo in campo le istituzioni finanziarie che per loro finalità, come le banche, sono chiamate ad esercitare una funzione creditizia con tutti i requisiti che sono richiesti in tali casi.
    Show book
  • Dalla carta ai bit - La svolta digitale nell'editoria - cover

    Dalla carta ai bit - La svolta...

    Sara Basciani

    • 0
    • 0
    • 0
    Questo lavoro è un tentativo di fare il punto della situazione sullo stato attuale dell’editoria, con particolare attenzione a quella italiana, ed esaminare prospettive e soluzioni per il digitale. Il primo capitolo si concentrerà sulla definizione di ebook, illustrandone brevemente le caratteristiche tecniche e presentando i principali device per la lettura di testi elettronici. Il secondo capitolo entrerà nel vivo della questione, con un’analisi del panorama editoriale e dei cambiamenti che l’introduzione del digitale, unito alla rete internet, comporta. Particolare attenzione sarà dedicata alla riflessione sul ruolo di autori ed editori in un contesto, come quello attuale, profondamente mutato. Verrà inoltre trattato il dibattuto problema della digitalizzazione del patrimonio librario esistente, con particolare riguardo ai temi del diritto d’autore e del libero accesso alla cultura. Tali aspetti saranno poi approfonditi nel capitolo successivo, dedicato alla spinosa questione della pirateria e alla crisi del copy-right.
    Show book
  • Come comunicare tra imprese cooperative e comunità locale: il bilancio sociale - cover

    Come comunicare tra imprese...

    Romina Cocca

    • 0
    • 0
    • 0
    Il lavoro di Romina Cocca trae origine dalla Borsa di ricerca dal titolo “Comunicare tra imprese cooperative e comunità locale: il bilancio sociale. Come potenziare il capitale sociale delle comunità locali”, promossa dal Credito Cooperativo ravennate e imolese e dalla Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche. Obiettivo della ricerca è stato quello di approfondire alcune tematiche fondamentali nel rapporto tra la realtà cooperativa e l’area dove è insediata, individuando le buone prassi di comunicazione tra imprese cooperative e comunità territoriali. 
    In questo modo è stata sviluppata l’analisi sugli effetti prodotti dagli interventi delle imprese sul valore del capitale sociale delle comunità locali, in particolare raccogliendo ed analizzando i bilanci sociali redatti da imprese cooperative dell’area della Romagna, individuando le tipologie di bilanci rispetto alla comunicazione ai soci e alle diverse espressioni istituzionali e sociali delle comunità di riferimento. 
    La ricerca è ora a disposizione di tutte le realtà cooperative della Romagna, affinché possano trovare spunti e indicazioni su come proseguire nella logica di una sempre maggior integrazione con il tessuto economico, sociale e solidaristico del territorio.
    Show book
  • CLAI cinquant'anni di vita - Una singolare esperienza cooperativa - cover

    CLAI cinquant'anni di vita - Una...

    Walter Williams

    • 0
    • 0
    • 0
    La cooperativa emiliano-romagnola CLAI rappresenta una realtà significativa, anche come fatturato, occupazione e patrimonio, della cooperazione agroalimentare in uno dei bacini cooperativi più conosciuti ed importanti a livello mondiale come quello imolese. La CLAI nei suoi cinquant'anni di vita continua a rappresentare un modo di intendere e praticare la cooperazione. 
    Questa monografia intende documentarlo ed argomentarlo, così come evidenziare cosa ha comportato la scelta iniziale e poi coerentemente mantenuta di essere una cooperativa fedele alla sua identità originaria. A ciò è stato finalizzato il lavoro svolto di incontro con i protagonisti e di raccolta, analisi ed approfondimento della documentazione disponibile, che la CLAI ha conservato gelosamente lungo tutto l’arco della sua vita. L'approccio non è stato quello di voler ricostruire in maniera fedele ed esauriente, ma asettica, le vicende di cinquant'anni di storia, bensì di cercare delle chiavi di lettura, attraverso gli avvenimenti e le scelte che li hanno determinati, o che ne sono state le conseguenze, per poter meglio identificare e comprendere un percorso che ha portato alla realizzazione di un’esperienza sociale, culturale ed organizzativa originale all'interno del movimento cooperativo italiano. 
    Diverse sono state le chiavi di lettura utilizzate e poi condensate nella stesura dei differenti capitoli che compongono questa monografia e che costituiscono brevi “saggi” leggibili anche autonomamente: quella storico-culturale e quella più prettamente aziendale o socio-organizzativa.
    Show book